Championship: Il Newcastle vince e convince, l’Aston Villa sprofonda

Undicesimo turno di championship come al solito ricco di sorprese e inaspettati saliscendi molto molto interessanti.
Partendo dai piani alti, l’Huddersfield Town, capolista dopo il turno infrasettimanale, arriva alla sosta per le nazionali molto sereno, comodamente piazzato al primo posto.
La squadra di Wagner passa con un imperioso stacco del centrale Schindler a Portman Road, contro un Ipswich destinato ad un campionato insipido.

Col fiato sul collo ai terries, troviamo, il Norwich di Alex Neil, che dopo il pesante k.o contro il Newcastle, ha superato al Molineaux il Wolverhampton di uno spento Walter Zenga, decisamente deludente dopo quello che aveva lasciato intravedere nelle giornate precedenti.
Jerome e Brady fanno sorridere i canaries che si posizionano, così, a sole due lunghezze dall’Huddersfield.

A tre lunghezze dal primato troviamo il Newcastle di Benitez, che passa sul campo del fanalino di coda Rotherham grazie ad una splendida rete di Christian Atsu, ala ghanese di proprietà del Chelsea. Ottima prova dopo lo sforzo immane dell’infrasettimanale contro il Norwich.

Completano la zona playoff il Brighton, che vendica la sconfitta dei playoff della scorsa stagione espugnando Hillsborough e uno Sheffield Wednesday svegliatosi troppo tardi,il Bristol City, vittorioso in rimonta contro il Nottingham Forest, in un Ashton Gate infuocato, tanto che al gol del pareggio di Tammy Abraham (nono sigillo in undici giornate), i cartelloni pubblicitari che dividevano i tifosi dai loro beniamini è crollato, permettendo ai supporters di gioire insieme ai giocatori.
Chiude la zona calda il Birmingham, che ha battuto il Blackburn grazie ad una rete di Gleeson.

A metà classifica troviamo il Leeds, capace di imporsi contro un Barnsley sfortunato. Ragazzi di Monk che cercano continuità e, chissà, un posto nelle zone nobili della classifica.

Vince anche il QPR, imponendosi in un derby ad alta tensione contro il Fulham, capace di sprecare qualsiasi tipo di occasione, rigore compreso. Sospiro di sollievo per Hasselbaink, soprattutto in un periodo turbolento per l’olandese dopo gli scandali usciti in settimana riguardo un presunto coinvolgimento dell’ex attaccante del Chelsea nella compravendita di alcuni giocatori.

Pareggia, invece, il Derby County. I rams, come gli hoops, non vivono un grande momento in quanto a situazione societaria. Nigel Pearson risulta ancora sospeso dalla società e Chris Powell, coach che sta allenando la squadra in questi giorni, ha dichiarato di non aver parlato con l’ex allenatore del Leicester. Servirà chiarezza, i tifosi lo meritano.

Meritano, sicuramente, una posizione migliore, i tifosi dell’Aston Villa. Di Matteo e soci cadono a Deepdale, soccombendo per due reti a zero con Preston North End molto concreto. Pochissime occasioni e morale collettivo molto basso.
Salgono a tre le sconfitte in questa stagione di Championship, con una sola vittoria all’attivo e ben sette pareggi, per completare una classifica imbarazzante.

Unico incontro di questo undicesimo turno di Championship a terminare a reti bianchi è quello che arriva da Griffin Park e che ha coinvolto il Brentford e il Wigan.

ùùLa classifica prima della sosta per le nazionali. La Championship tornerà tra 13 giorni14519781_1391727014188179_8295535491151314493_n

La classifica e risultati prima della sosta per le nazionali. La Championship tornerà tra 13 giorni

About Niccolò Minutiello 92 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.