Premier League, tutto facile per il Chelsea con gli Swans, QPR e Reading quasi in Championship

In attesa del big match tra Arsenal e Manchester United, questa domenica si sono giocati altri due match validi per 35^ giornata di Premier League: la sfida tra le ultime due della classe in campo per l’onore e il Chelsea che ospita lo Swansea già salvo per assicurarsi un posto in Champions League approfittando del pareggio di ieri del Tottenham. Ma vediamo come è andata:

READING – Q.P.R. 0-0

Reading e Q.P.R. in campo per l’orgoglio e per evitare l’ultimo posto in classifica: entrambe le squadre sono appaiate in coda alla classifica a quota 24 e ad un passo dal baratro, chi perde è automaticamente retrocesso. Il match latita di emozioni soprattutto nella prima frazione di gioco, dove si vedono tutti i limiti delle due compagini: uniche occasioni degne di nota sono una conclusione larga di Granero per i Rangers, mentre i padroni di casa – più brillanti ma comunque inconcludenti – sfiorano il vantaggio con Mariappa in mischia, tentativo respinto sulla linea da Onuoha. La ripresa continua sulla falsariga del primo tempo: ritmo basso, poche occasioni, molti errori. Gli ospiti si vedono solo con qualche sgroppata dell’ex Juve Traoré e poco altro, sono invece i Royals a creare pericoli per la porta di Green, più brillanti grazie all’ingresso di Robson-Kanu e Le Fondre, bomber della squadra con 12 reti: al 61′ Pogrebnyak  rientra sul destro ma spreca tutto calciando a lato 80′ Le Fondre di testa su cross di Guthrie non trova la porta: sarà questa l’ultima opportunità per la squadra di Adkins, nonostante un forcing finale. Finisce quindi 0-0, scialbo risultato che riflette le deludenti stagioni di entrambe le squadre, non ancora matematicamente in Championship ma ormai con mezzo piede nella seconda serie: retrocessione più amara per Taarabt e soci i quali, nonostante gli onerosi investimenti, hanno disputato una stagione altamente deludente che non lascia spazio a nessun tipo di alibi.

CHELSEA – SWANSEA 2-0 (43′ Oscar, 45′ Lampard (R)

Nel secondo match pomeridiano il Chelsea ospita uno Swansea tranquillo a metà classifica per staccare il Tottenham e portarsi momentaneamente al terzo posto in classifica, in attesa dell’Arsenal. match Partita equilibrata per 40 minuti, finale del primo tempo gli uomini di Benitez cambiano marcia. Il primo pericolo arriva al 41′: Lampard ruba palla sulla metàcampo e si lancia verso la porta, bravo Vorm a deviare il suo destro basso. Dal corner nasce un’altra opportunità per il Chelsea, colpo di testa ravvicinato di Cahill che finisce alto. Queste due occasioni sono il preludio al vantaggio dei Blues, che arriva al 43′ con un destro incrociato del brasiliano Oscar servito da Lampard. Ma non è ancora finito il primo tempo per gli Swans, perché al 45′ Britton spinge da dietro Mata e l’arbitro concede il penalty trasformato sempre da Lampard, gol e assist per lui in 2 minuti. Nella ripresa il ritmo cala notevolmente e lo spettacolo ne risente: il Chelsea cerca ma senza grande insistenza il terzo gol, gli ospiti non riescono a rendersi pericolosi nonostante Laudrup inserisca in campo giocatori offensivi come Dyer e Schechter. Per i padroni di casa vittoria importante in ottica quarto posto, che dimostra inoltre il grande momento di forma, con cinque vittorie nelle ultime sette partite di campionato ed una finale di Euripa League quasi ipotecata dopo il 2-1 in terra svizzera al Basilea.

About Andrea Gatti 567 Articoli
24 anni, appassionato di sport a tutto tondo (football americano, basket, golf e ovviamente calcio), letteratura, film e auto. Dopo aver conseguito la maturità linguistica, lavoro attualmente per una multinazionale metalmeccanica, mi occupo di calcio estero per passione ed amore per il rettangolo verde.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.