AFC Champions League, quarti di finale, ritorno: rimonta Urawa sul Kawasaki, il SIPG salvo per miracolo. Bene Persepolis e Al Hilal

Si è disputato questa settimana il ritorno dei quarti di finale di AFC Champions League e, come all’andata, sono fioccati gol ed emozioni, con qualificazioni decise solo dopo lunghe battaglie.

Partiamo dalla zona occidentale e dalla partita che si è risolta in più breve tempo: quella tra i sauditi dell’Al Hilal e gli emiratini dell’Al Ain con i primi che hanno avuto ragione dei secondi trionfando con un netto 3-0, dopo il pareggio a reti bianche dell’andata. Dopo la bella prova offerta negli Emirati, l’Al Ain non riesce a ripetersi e l’Al Hilal è molto più pericoloso fin dai primi minuti e concretizza questa pericolosità al 42′ con il colpo di testa di Carlos Eduardo sulla punizione di Milesi dalla sinistra, con il brasiliano che anticipa Eisa uscito troppo presto dalla sua porta. Il numero 3 della formazione saudita diventa da questo momento l’uomo della gara e tre minuti dopo segna la rete che fa naufragare gli emiratini, facendosi trovare pronto su una palla alta servitagli nuovamente da Milesi e batte senza troppi problemi Eisa che manda occhiatacce ai suoi compagni per aver lasciato un giocatore così pericoloso completamente libero in area. Nella ripresa, il predominio dell’Al Hilal si fa ancora più netto e l’Al Ain non riesce ad abbozzare alcuna reazione, con Omar Abdulrahman completamente neutralizzato ed i sauditi trovano anche il terzo gol, ancora con Carlos Eduardo che, partito in posizione regolare sul lancio di Al Dawsari, chiude la partita e manda i suoi in semifinale. Triste epilogo per gli emiratini che speravano nella seconda semifinale in due anni e che ora, a causa del deludente quarto posto ottenuto in campionato, non prenderanno parte alla prossima edizione della competizione.

Partita durissima quella andata in scena ad Abu Dhabi, negli Emirati, tra i sauditi dell’Al Ahli e gli iraniani del Persepolis, con le squadre che hanno chiuso entrambe in 10 uomini. Alla fine, a passare sono stati gli iraniani, vittoriosi per 3-1 dopo il 2-2 in rimonta dell’andata, conquistando la prima semifinale della loro storia. La partita sembra mettersi subito per il meglio per gli iraniani che vanno in vantaggio grazie al gol di Alipour che, velocissimo, controlla il pallone sul lancio di Mosalman, tiene a bada il proprio marcatore e riesce a battere Al Owais di sinistro, ma all’11’ restano in dieci per un bruttissimo fallo di Kamyabinia sulla caviglia Bakshween, rischiando di spezzargliela. La partita cambia e ad inizio secondo tempo, l’Al Ahli trova il pareggio con un bel destro a giro all’interno dell’area di Al Jamaan, bravo a mandare il pallone dove Beiranvand non può proprio arrivare. La partita sembra quindi avviarsi verso i supplementari, visto che in questa competizione non vale la regola dei gol fuori casa, cosa che avrebbe favorito l’Al Ahli, ma all’81’ il match cambia nuovamente con Hawsawi che salva un gol già fatto sulla lina, ma lo fa col braccio, venendo quindi espulso e dando un rigore al Persepolis che lo realizza con Mensha, decisivo già all’andata. I conti si chiudono nel recupero con il rigore segnato da Taremi e concesso dall’arbitro cinese Ma Ning per un fallo sciocco di Al Asmari su Bonyan e la festa dei tanti tifosi iraniani giunti fin lì può iniziare.

La zona orientale, invece, ha visto andare in scena due grandi rimonte, una andata a buon fine e l’altra spezzata soltanto ai calci di rigore. Partiamo proprio da quest’ultima, ovvero dal derby tutto cinese tra Guangzhou Evergrande Shanghai SIPG, con i cinesi di Scolari chiamati a rimontare lo 0-4 patita all’andata da parte dei cinesi di Villas-Boas. L’equilibrio si spezza al 21′ quando Alan riesce in modo fortunoso a ricevere il pallone grazie ad una deviazione di un giocatore dello Shanghai e a superare Yan Junling senza troppi problemi. Il brasiliano si ripete quattordici minuti più tardi con un bel colpo di testa sul cross di Zhang Linpeng, con la difesa del SIPG davvero messa malissimo e completamente ferma in quest’occasione. SIGP che continua a dormire anche nella ripresa, restando il balia delle folate offensive del Guangzhou che riaccende la speranza all’83’ quando l’altro brasiliano della formazione di Scolari, Goulart, arriva a colpire in tuffo di testa sul cross di Alan, facendo incendiare il Tianhe Stadium. La rimonta si completa nel recupero quando ancora Goulart svetta più in alto di tutti di testa sul cross di Li Xuepeng e porta i suoi ai tempi supplementari per finire il lavoro. Il SIPG continua a soffrire e resta anche in 10 per l’espulsione per somma di ammonizioni di Wang Jiajie che stronca sul nascere la partenza a tutta velocità di Alan ma che, incredibilmente, trova l’1-4 con una bellissima punizione da quasi trenta metri di Hulk. Al 118′, però, il SIPG rimane addirittura in 9 per l’atterramento di Muriqui da parte di Wang Shenchao e permette al Guangzhou di segnare un altro rigore, ancora con Goulart che porta la sfida ai rigori. Rigori che diventano fatali al Guangzhou che sbaglia un solo unico rigore proprio con Goulart, autore della tripletta, mentre lo Shanghai li segna tutti e cinque, riuscendo ad andare per miracolo in semifinale.

Rimonta completata alla perfezione da parte dell’Urawa Red Diamonds sul Kawasaki Frontale nel derby tutto giapponese disputato al Saitama Stadium. I rossoneri, nonostante la stagione in J-League poco esaltante, riescono a ribaltare il 3-1 del Todoroki Stadium vincendo per 4-1. Si tratta della seconda rimonta per i giapponesi, già capaci di ribaltare lo 0-2 patita contro lo Jeju United lo scorso Maggio. La partita, però, si mette in salita per l’Urawa, con il Kawasaki che trova il vantaggio al 19′ con Elsinho che, servito sulla linea del fuorigioco da Nakamura, deve solo superare Nishikawa ed appoggiare in porta. Nonostante adesso ci sia un Everest da scalare, l’Urawa riesce comunque a pareggiare la partita al 35′ con Koroki, partito anche lui sulla linea del fuorigioco sul passaggio di Takagi, bravo a rimanere lucido davanti a Jung Sung-Ryong. Tre minuti dopo la partita prende una piega diversa, con Kurumaya che viene espulso per gioco pericoloso, avendo dato un calcio in pieno volto a Koroki nel tentativo di prendere il pallone. L’uomo in meno pesa come un macigno nella ripresa per il Kawasaki che non riesce ad effettuare neanche un tiro, nemmeno fuori dallo specchio di porta, rintanandosi nella propria area. Al 70′ l’Urawa riesce finalmente a segnare il 2-1 dopo tanti tentativi e lo fa con un colpo di testa di Ljubjankic che svetta più in alto di tutti da calcio d’angolo. Il gol riaccende il Saitama poiché con un’altra rete si andrebbe ai supplementari ed all’83’ Rafael Silva insacca il pallone all’angolino con un destro forte e preciso dall’interno dell’area. L’Urawa, però, non vuole andare ai tempi supplementari e sessanta secondi dopo Takagi, pescato da Moriwaki in posizione regolare, firma il 4-1 con un bel pallonetto che manda dritto in semifinale la sua squadra, cosa che non accadeva dal 2007, anno dell’ultima AFC Champions League vinta dai giapponesi.

L’andata delle semifinali avrà luogo il 26 ed il 27 Settembre, mentre il ritorno avrà luogo il 17 ed il 18 Ottobre

Quarti di finale – AFC Champions League

Zona occidentale

Lunedì 11 Settembre

Al Hilal SFC (Ksa) 3-0 Al Ain (Uae) (tot. 3-0) 42′, 45’+1. 54′ C. Eduardo

Martedì 12 Settembre 

Al Ahli Saudi FC (Ksa) 1-3 Persepolis FC (Irn) (tot. 3-5) 5′ Alipour (P), 52′ Al Jamaan (A), 83′ Mensha (P, rig.), 90’+4 Taremi (P, rig.)

Zona orientale

Martedì 12 Settembre

Guangzhou Evergrande (Chn) 5-1 Shanghai SIPG (Chn) (4-5 d.c.r) (tot. 5-5) 21′, 35′ Alan (G), 83′, 90’+1, 118′ (rig.) Goulart (G), 110′ Hulk (S)

Mercoledì 13 Settembre

Urawa Red Diamonds (Jpn) 4-1 Kawasaki Frontale (Jpn) (tot. 5-4) 19′ Elsinho (K), 35′ Koroki (U), 70′ Ljubjankic (U), 83′ Rafael Silva (U), 84′ Takagi (U)

Programma semifinali – Andata

Zona occidentale

Martedì 26 Settembre

Al Hilal SFC (Ksa) – Persepolis FC (Irn) (ore 18:00 it.)

Zona orientale

Mercoledì 27 Settembre

Shanghai SIPG (Chn) – Urawa Red Diamonds (Jpn) (ore 14:00 it.)

Ritorno

Zona occidentale

Martedì 17 Ottobre

Persepolis FC (Irn) – Al Hilal SFC (Ksa) (ore 18:00 it.)

Zona orientale

Urawa Red Diamonds (Jpn) – Shanghai SIPG (Chn) (ore 12:30 it.)

 

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.