Meiji Yasuda J2 League, 31° giornata: sul podio si fermano tutte ed il Nagasaki si fa minaccioso. Vittoria importante per la Yamaguchi

Classifica che cambia relativamente poco al termine della trentunesima giornata della Meiji Yasuda J2 League, con le prime tre della classe che hanno pareggiato le rispettive gare, così come in basso c’è stata solo una vittoria per quel che riguarda le ultime cinque.

In testa rimane comunque lo Shonan Bellmare che, nonostante il 2-2 subito in rimonta contro lo Yokohama rimane a distanza di sicurezza dalle inseguitrici. La capolista inizia meglio, ma riesce a sbloccare la gara al 34′ grazie alla rete di Fujita che colpisce di testa e fa secco Takaoka. Nella ripresa, ad andare in gol sempre di testa ci pensa il brasiliano Dinei, bravo a svettare più in alto di tutti da calcio d’angolo e a mettere il pallone sul secondo palo. Lo Shonan, però, commette l’errore di rilassarsi ed al 71′ l’altro brasiliano della gara, Leandro Domingues, riapre la partita con un bel destro dal limite che non lascia scampo ad Akimoto. Il gol spaventa lo Shonan che nell’ultimo dei cinque minuti completa la frittata subendo anche la seconda rete di Domingues, bravo ad infilare il pallone sotto la traversa dopo il passaggio di Sato.

Stesse modalità e stesso risultato per l’Avispa Fukuoka che viene rimontato negli ultimi minuti da un ottimo Kamatamare. La squadra seconda in classifica non riesce ad ottenere i tre punti da ben quattro giornate e la sua posizione è sempre più a rischio, soprattutto se continuerà in questo modo. Il Fukuoka sblocca la gara al 12′ con un gol sotto misura di Yamase e conserva il minimo vantaggio fino al primo tempo, ma nella ripresa trova il raddoppio al 66′ sempre con Yamase che si fionda sulla respinta di Shimizu sul tiro di Kamekawa ed appoggia in rete di petto. Negli ultimi dieci minuti, il Fukuoka cade in un blackout inspiegabile e prima permette al Kamatamare di rientrare in partita all’82’ con un gol di Nagata che spinge il pallone in porta dopo un rimpallo all’altezza del dischetto e poi si fa fa raggiungere dalla splendida punizione di Watanabe che regala così un altro, pesantissimo punto alla sua squadra (16 punti nelle ultime 6 gare per il Kamatamare)

Pareggio per 1-1, invece, del Nagoya Grampus sull’ostico campo del Mito Hollyhock che, in casa, ha perso una sola gara. Campo non in perfette condizioni, cosa che penalizza molto i giocatori più tecnici del Nagoya che non parte benissimo e concede palloni sanguinosi al Mito. Proprio su uno di questi palloni arriva il vantaggio del Mito al 34′ con Maeda che batte Narazaki di destro dopo il regalo di Arai, con il numero 2 che non riesce a controllare la sfera. Nella ripresa, il Nagoya rientra più deciso in campo e trova la parità dopo otto minuti grazie al colpo di testa di Simovic sul solito corner perfetto di Gabriel Xavier. Dopodiché, la partita si fa più equilibrata e di occasioni clamorose ce ne sono davvero poche ed il pareggio è il risultato più giusto.

Con i tre pareggi appena raccontati, si affaccia sul podio il V-Varen Nagasaki che, battendo 2-1 lo Zweigen Kanazawa, si porta a 53 punti alla pari con il Nagoya e a -4 dal Fukuoka. Il Nagasaki passa in vantaggio alla mezz’ora esatta con Shimada, bravo a battere a rete di sinistro da dentro l’area, prendendo in controtempo Shirai. Il raddoppio ospite arriva al 54′ e porta la firma di Hiramatsu su calcio di rigore dopo il fallo di mano di Ishida a causa di un controllo malandato. Il Kanazawa tenta di rientrare in partita e riesce nel suo intento al 79′ quando Nakami spiazza Masuda con un bel destro da posizione centrale, mandando il pallone nell’angolino sinistro. Nel finale, i padroni di casa vanno ad un’unghia dal pareggio con Sato che prova a segnare di destro al volo ma il tiro è troppo centrale e Masuda riesce a smanacciare e a mettere in salvo i tre punti.

Gran colpo della Renofa Yamaguchi che va a vincere per 2-1 in casa del Kyoto Sanga. Gli arancioneri passano subito in vantaggio al 3′ con il colpo di testa di Watanabe da calcio d’angolo e tengono duro fino alla fine del primo tempo, quando Kozuka riesce a segnare il 2-0 su assist di Ramos, a conclusione di un contropiede guidato proprio dal numero 28 argentino. Nella ripresa, il Kyoto cambia volto con l’inserimento di Iwasaki Oguro e rientra in partita a diciassette minuti dal termine proprio grazie al colpo di testa di Iwasaki sull’ottima sponda di Oris, aiutato anche dal tentativo in extremis di allontanare il pallone da parte di Watanabe che, però, non può nulla. Negli ultimi istanti di gara, i viola tentano di acciuffare il pareggio ma la partita si conclude con un cross allontanato di pugno da Yoshimitsu.

Lo scontro diretto tra Yamaga Tokushima Vortis si è risoltoa favore della squadra della prefettura di Matsumoto che ha vinto sul proprio campo per 3-1. A rompere il ghiaccio, però, è il Tokushima che passa in vantaggio al 16′ con Yamasaki che si imbuca in area e batte Murayama con un bel diagonale sinistro. La reazione dello Yamaga arriva soltanto negli ultimi cinque minuti della prima frazione e pareggia al 40′ con Kudo che, dopo essere stato servito da Paulinho, va in rete con un bel destro dal limite indirizzato all’angolino. Il numero 10, però, non si ferma e nel recupero firma il gol del sorpasso sbucando alle spalle di tutti sul cross basso di Yamamoto. Nei secondi quarantacinque minuti, lo Yamaga chiude la partita al 73′ con Takasaki bravo a far passare il pallone sotto le gambe di Hasegawa. Infine, all’84’ il Tokushima resta anche in 10 per l’espulsione di Fujiwara, spegnendo le già residue speranze di rimonta.

Pareggio per 2-2 tra Chiba Tokyo Verdy in una sfida senza esclusione di colpi. Dopo un primo tempo senza reti, nella ripresa sono veramente scintille con il Chiba che passa in vantaggio al 51′ con Larrivey che si fa trovare pronto su un pessimo tentativo di liberare l’area e batte con lucidità Shibasaki. Il Verdy, però, reagisce subito e pareggia cinque minuti dopo con un gran destro dal limite di Vieira che spedisce il pallone nell’angolino in basso a destra. Passano sei minuti ed il Verdy trova anche il gol del sorpasso con Kajikawa che approfitta dell’uscita a vuoto del portiere del Chiba, Ojeda, che esce fuori dall’area e allontana malamente il pallone di testa, offrendo il pallone al numero 38 che lo ribatte subito in porta. Il Chiba non si scoraggia e riesce a mettere in equilibrio la partita al 71′ grazie a Okubo, entrato sei minuti prima. Il numero 17 è l’unico ad arrivare sul cross di Yada e di testa batte a rete, con Shibasaki che si tuffa ma non riesce ad evitare il gol.

Vittorie di misura, invece, per Oita Trinita Machida Zelvia rispettivamente su Thespakusatsu Gunma Roasso Kumamoto. I primi hanno ragione dell’ultima in classifica grazie alla splendida punizione di Suzuki al 28′, con il numero 33 bravo a far passare il pallone sotto la barriera, mentre i secondi sono usciti vittoriosi da Kumamoto grazie alla girata di testa di Toshima che non lascia scampo a Hata.

Seconda vittoria consecutiva per lo Gifu che, battendo per 2-1 l’Ehime, si allontana dalla zona calda, distante dodici punti ad undici giornate dal termine. A sbloccare il match a favore dello Gifu ci pensa Kazama al 16′ con un gran destro a giro, spedendo il pallone all’incrocio. L’Ehime, però, ritrova la parità ad undici minuti dal termine della gara con Arita, bravo e fortunato a trovarsi completamente solo all’interno dell’area e a battere a rete di testa sul cross di Kondo. Lo Gifu si lascia prendere dal panico e rischia addirittura di affondare, ma alla fine trova il gol vittoria all’86’ grazie al colpo di testa di Namba da calcio d’angolo, con il numero 24 che svetta più in alto di tutti all’interno del gran mischione in area.

A chiudere, pareggio per 1-1 tra Yamagata ed Okayama. Al gol ospite di Mimura al 26′, in rete con un missile rasoterra indirizzato all’angolino, ha risposto Kuriyama all’80’ con un bel colpo di testa da calcio d’angolo.

RISULTATI 31° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 2 Settembre

Montedio Yamagata 1-1 Fagiano Okayama 26′ Mimura (O), 80′ Kuriyama (Y)

Matsumoto Yamaga 3-1 Tokushima Vortis 16′ Yamasaki (T), 40′, 45’+1 Kudo (M), 73′ Takasaki (M)

Mito Hollyhock 1-1 Nagoya Grampus 34′ Maeda (M), 53′ Simovic (N)

Kyoto Sanga FC 1-2 Renofa Yamaguchi 3′ Watanabe (Y), 45’+1 Kozuka (Y), 73′ Iwasaki (K)

Kamatamare Sanuki 2-2 Avispa Fukuoka 12′, 66′ Yamase (F), 82′ Nagata (K), 86′ Watanabe (K)

JEF United Chiba 2-2 Tokyo Verdy 51′ Larrivey (C), 56′ Vieira (V), 62′ Kajikawa (V), 71′ Okubo (C)

Shonan Bellmare 2-2 Yokohama FC 34′ Fujita (S), 58′ Dinei (S), 71′, 90’+5 L. Domingues (Y)

Oita Trinita 1-0 Thespakusatsu Gunma 28′ Suzuki

Roasso Kumamoto 0-1 Machida Zelvia 8′ Toshima

Zweigen Kanazawa 1-2 V-Varen Nagasaki 30′ Shimada (N), 54′ Hiramatsu (N, rig.), 79′ Nakami (K)

Domenica 3 Settembre

FC Gifu 2-1 Ehime FC 15′ Kazama (G), 79′ Arita (E), 86′ Namba (G)

CLASSIFICA

Shonan Bellmare 64 pt

Avispa Fukuoka 57 pt

Nagoya Grampus 53 pt

V-Varen Nagasaki 53 pt

Tokushima Vortis 51 pt

Tokyo Verdy 50 pt

Matsumoto Yamaga 49 pt

Yokohama FC 49 pt

Oita Trinita 48 pt

Fagiano Okayama 47 pt

Mito Hollyhock 45 pt

JEF United Chiba 44 pt

Montedio Yamagata 44 pt

Machida Zelvia 42 pt

Ehime FC 40 pt

Kyoto Sanga FC 37 pt

FC Gifu 37 pt

Kamatamare Sanuki 30 pt

Zweigen Kanazawa 30 pt

Roasso Kumamoto 28 pt

Renofa Yamaguchi 25 pt

Thespakusatsu Gunma 15 pt

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.