Meiji Yasuda J2 League, 29° giornata: un super Nagoya stende il Fukuoka, frena lo Shonan. Tokushima travolgente, Verdy e Kamatamare ok

In una ventinovesima giornata di Meiji Yasuda J2 League segnata da tanti pareggi (ben 6 su 11, tra cui uno 0-0 clamoroso tra Shonan Bellmare Kumamoto e uno 0-0 tra Okayama Matsumoto Yamaga), risplende ancora su tutti il Nagoya Grampus che si prende la prima pagina per la terza settimana di fila.

Le Furie Rosse di Kazama sono in un momento di forma straordinario e hanno infilato la quinta vittoria consecutiva battendo, davanti ad un Paloma Mizuho Stadium infuocato, l’Avispa Fukuoka per 3-1, avvicinandosi ulteriormente al secondo posto occupato da quest’ultimi, distante soltanto 3 punti. Un vero capolavoro da parte di Kazama, considerando che il Fukuoka, qualche mese fa, era lontano 11 punti. Tuttavia, la partita non inizia benissimo, con il Fukuoka che passa in vantaggio all’11’ grazie a Mikado che ribatte in porta un pessimo tentativo di pulire l’area del Nagoya, infilando il pallone alla sinistra di Narazaki. Il Nagoya, però, come dimostrato a Machida, reagisce rabbiosamente e trova il pareggio otto minuti dopo con Simovic, a segno su una respinta di Kaneda sul colpo di testa di Arai, derivato da un calcio d’angolo di Gabriel Xavier. Il brasiliano si mette in luce anche in questa partita e nella ripresa permette al Nagoya di trovare varchi invitanti. Al 61′, il Nagoya trova il vantaggio con una splendida azione: Gabriel Xavier controlla il pallone sulla sinistra, poi con una magia serve di tacco Akiyama che mette al centro un cross basso e teso che diviene preda di Aoki, bravo a trovare l’angolino destro, con Kaneda che non può proprio arrivarci. Il Fukuoka non riesce ad abbozzare una reazione, venendo messo in fuorigioco spesso e volentieri e, al 78′, subisce il 3-1 ad opera di Lim Seung-Gyeom che deve solo appoggiare il pallone in porta dopo un calcio d’angolo deviato di Gabriel Xavier. Con questi tre punti, il Nagoya riattiva le sue speranze di ottenere la promozione diretta, speranze che sembravano ormai svanite.

Dopo i quattro gol realizzati nel turno infrasettimanale, il Tokushima Vortis si ripete e rifila ben cinque gol alla Renofa Yamaguchi. La partita si sblocca solo al 35′ con Watari che batte Yoshimitsu con un bel destro dal limite, dopo essere stato lasciato colpevolmente tutto solo. Il vantaggio basta a sciogliere le difese della Yamaguchi che tre minuti si prende anche il 2-0 di Osaki. Il numero 10 si fa trovare pronto sul passaggio di Watari al centro dell’area di rigore e trafigge facilmente Yoshimitsu. Osaki si ripete ad inizio ripresa, siglando il terzo gol che chiude di fatto i giochi dopo essere stato messo a tu per tu con Yoshimitsu. Completamente sotto shock, la Yamaguchi si lascia segnare un’altra rete dopo pochi minuti, con Yamasaki che va alla conclusione all’altezza del dischetto. Prima del triplice fischio, Osaki si regala una splendida tripletta con una gran botta dal limite che non lascia scampo a Yoshimitsu.

Quarta vittoria consecutiva per il Kamatamare che va vincere per 1-0 in casa dello Gifu. Il Sanuki sblocca subito la gara al 6′ grazie alla rete di Kijima che riceve un bel pallone in area sulla linea del fuorigioco e batte Victor, infilando il pallone sotto la traversa. Lo Gifu prova a reagire soltanto nella ripresa, ma i tentativi verso la porta di Shimizu sono molto imprecisi e solo nel finale i padroni di casa sfiorano davvero il pareggio con una gran botta da fuori di Tanaka.

Vittoria per 2-1 per il Tokyo Verdy nello scontro diretto contro il V-Varen Nagasaki. A partire forte è il Verdy che sblocca subito la gara al 2′ con un bel diagonale destro di Pinheiro che non lascia scampo a Masuda. Il Nagasaki abbozza una reazione, ma il pareggio arriva solo al 53′ con Hiramatsu che approfitta di un vero e proprio pasticcio della difesa del Verdy, con Ibayashi Shibasaki che non si intendono ed il centrale prova a passargli il pallone di testa mentre il portiere è in uscita, venendo quindi superato dalla sfera che viene messa in porta da Hiramatsu. Fortunatamente, il pasticcio difensivo del Verdy viene subito risistemato da Koki Anzai sette minuti dopo con un bel sinistro da 25 metri, segnando il gol decisivo per la vittoria finale.

Bel pareggio per 2-2 tra Kyoto Sanga ed Oita Trinita. Dopo il vantaggio dei viola firmato da Lee Yong-Jae a sei minuti dal termine del primo tempo con un bel colpo di testa da calcio d’angolo, è la ripresa a regalare emozioni, con l’Oita che reagisce e ritrova la parità al 64′ con Suzuki che batte Sugeno con una sassata all’altezza del dischetto dopo una bell’azione in velocità dei compagni. All’81’, l’Oita trova anche il vantaggio grazie ad Isa, bravo a farsi trovare al centro dell’area sul passaggio di Chiquinho, con il brasiliano autore di una grande cavalcata sulla sinistra. Sembra finita, ma il Kyoto trova la parità proprio negli istanti finali di gara, quando Oguro ribatte in porta il pallone respinto dalla traversa sulla punizione velenosissima di Oris che si stava per rendere protagonista di una grandissima rete.

2-2 anche tra Montedio Yamagata Chiba, con un punto a testa che scontenta entrambe, vista la possibilità concreta di ambire al raggiungimento dei play-off. Lo Yamagata passa in vantaggio al 40′ con Yamada che insacca con uno splendido destro dal limite, spedendo il pallone fuori dalla portata di Sato, ma si fa raggiungere dopo appena dieci minuti della ripresa, quando Larrivey va a rete con il suo classico colpo di testa. El Bati è scatenato ed all’87’ porta in vantaggio i suoi con un destro da distanza ravvicinata, con il pallone che, seppur con poca potenza, riesce a sbattere sul palo e a superare la linea di porta. Lo Yamagata, però, non merita la sconfitta viste le tante occasioni avute nella ripresa e riequilibra il match all’ultimo respiro grazie a Nagato che controlla il pallone, aggira Sato che inspiegabilmente aveva lasciato incustodita la porta, e firma la rete che vale un punto.

Pareggio interno inutile per il Thespakusatsu Gunma che contro lo Zweigen Kanazawa non va oltre l’1-1. Proprio quest’ultimo passa in vantaggio al 59′ con Ohashi che spedisce il pallone all’incrocio dei pali con un gran destro dal limite. Il pareggio del Gunma arriva al 72′ e porta la firma di un Kang Soo-Il davvero scatenato nelle ultime settimane e solo la pessima difesa della sua squadra gli ha reso impossibile di trascinarla a risultati più importanti. Il sudcoreano si fa trovare pronto sul cross di Funatsu, controlla con il pallone di petto e calcia di prima intenzione, freddando Shirai.

Stesso risultato anche nella partita tra Ehime Machida, con gli ospiti avanti al 35′ a causa dell’autogol di Rindo che beffa il proprio portiere colpendo il pallone di testa, cercando di rendere più facili le cose, ottenendo l’effetto contrario. Il pareggio dell’Ehime arriva al 54′ grazie ad Arita che arriva in scivolata al centro dell’area di rigore sul cross di Suzuki. A chiudere, vittoria di misura dello Yokohama sul Mito Hollyhock per 1-0. A decidere la sfida la rete dell’olandese Jong-a-Pin che, dopo un’azione insistita dei suoi compagni, sbuca alle spalle di tutti sulla sponda di Domingues, battendo Takahara che si allunga ma non riesce ad evitare che il pallone finisca alle sue spalle.

RISULTATI 29° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 20 Agosto

Yokohama FC 1-0 Mito Hollyhock 53′ Jong-a-Pin

Montedio Yamagata 2-2 JEF United Chiba 40′ Yamada (Y), 56′, 87′ Larrivey (C), 90’+4 Nagato (Y)

Fagiano Okayama 0-0 Matsumoto Yamaga

Nagoya Grampus 3-1 Avispa Fukuoka 11′ Mikado (F), 19′ Simovic (N), 61′ Aoki (N), 78′ Lim Seung-Gyeom (N)

Kyoto Sanga FC 2-2 Oita Trinita 39′ Lee Yong-Jae (K), 64′ Suzuki (O), 81′ Isa (O), 90’+3 Oguro (K)

Thespakusatsu Gunma 1-1 Zweigen Kanazawa 59′ Ohashi (K), 72′ Kang Soo-Il (G)

FC Gifu 0-1 Kamatamare Sanuki 6′ Kijima

Ehime FC 1-1 Machida Zelvia 35′ Rindo (M, aut.), 54′ Arita (E)

Tokyo Verdy 2-1 V-Varen Nagasaki 2′ Pinherio (V), 53′ Hiramatsu (N), 60′ Koki Anzai (V)

Tokushima Vortis 5-0 Renofa Yamaguchi 35′ Watari, 38′, 48′, 90′ Osaki, 52′ Yamasaki

Shonan Bellmare 0-0 Roasso Kumamoto

CLASSIFICA

Shonan Bellmare 60 pt

Avispa Fukuoka 55 pt

Nagoya Grampus 52 pt

Tokushima Vortis 50 pt

V-Varen Nagasaki 47 pt

Tokyo Verdy 46 pt

Yokohama FC 45 pt

Matsumoto Yamaga 43 pt

JEF United Chiba 43 pt

Mito Hollyhock 43 pt

Fagiano Okayama 43 pt

Oita Trinita 42 pt

Montedio Yamagata 42 pt

Ehime FC 40 pt

Machida Zelvia 39 pt

Kyoto Sanga FC 37 pt

FC Gifu 31 pt

Zweigen Kanazawa 30 pt

Roasso Kumamoto 28 pt

Kamatamare Sanuki 26 pt

Renofa Yamaguchi 22 pt

Thespakusatsu Gunma 15 pt

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.