Meiji Yasuda J2 League, 27° giornata: altra goleada del Nagoya, Fukuoka e Shonan ok. Il Kamatamare torna a respirare, bene il Chiba

Pochi, ma importanti cambi di classifica al termine della ventisettesima giornata di Meiji Yasuda J2 League.

Dopo i sette gol rifilati all’Ehime (fermato in quest’ultimo turno dal Mito Hollyhock sul risultato di 0-0), il Nagoya Grampus ha tramortito con altre cinque reti il Matsumoto Yamaga. Dopo un inizio di gara molto anomalo, il Nagoya inizia ad avere il pallino del gioco e sblocca il match al 33′ quando Shimokawa, in caduta, infila il pallone nella sua stessa porta, cercando di impedire a Gabriel Xavier di poter calciare, facendo peggio. Proprio il brasiliano gioca una partita spaziale e dai suoi piedi nasce il gol del 2-0 dopo due minuti, quando serve Aoki con un passaggio preciso al limite dell’area. Il numero 23 penetra facilmente in area e serve Sato che deve solo appoggiare il pallone in porta. Nella ripresa, il Nagoya trova subito il terzo gol, arrivato dopo un contropiede fulmineo di Gabriel Xavier che fredda Suzuki senza pietà. Lo Yamaga tenta di reagire e, come successo all’Ehime, trova il gol del 3-1 al 56′, grazie alla deviazione sotto misura di Toma. Tuttavia, il Nagoya ha imparato bene la lezione e ricomincia subito a giocare, trovando il 4-1 dieci minuti più tardi, con Xavier che serve Sato, bravo a battere ancora Suzuki. Nel finale, Aoki arrotonda ancora di più il risultato con un bel pallonetto ad anticipare Suzuki, mentre lo Yamaga firma un altro gol della bandiera con il calcio di rigore realizzato da Serginho. I tre punti permettono al Nagoya di tornare al terzo posto, ad una settimana dallo scontro diretto contro l’Avispa Fukuoka, distante nove punti, mentre in settimana ci sarà il turno infrasettimanale che vedrà il Nagoya di scena a Machida.

Passiamo proprio al Fukuoka che continua il suo inseguimento allo Shonan Bellmare. L’Avispa ha ottenuto un’altra vittoria di misura, stavolta sul difficile campo del Kyoto Sanga, tant’è che la partita è molto equilibrata e si sblocca soltanto nel finale grazie al gol del bomber Wellington, con il suo solito colpo di testa micidiale a sei minuti dal termine. Nonostante i tre punti, l’Avispa resta dietro allo Shonan, dato che quest’ultimi hanno ottenuto un’altra grande vittoria esterna ai danni del V-Varen Nagasaki per 2-0 grazie alla doppietta di Shimamura. Il numero 30 realizza un gol per tempo: il primo al 23′ con un destro quasi all’altezza del dischetto, deviato anche da un difensore del Nagasaki, non dando scampo a Masuda, il secondo al 58′ con un bel colpo di testa da calcio d’angolo. Il Nagasaki non riesce a reagire in modo convincente, e rischia anche il 3-0 nel finale, con Masuda che compie una vera e propria prodezza sulla punizione di Fujita indirizzata all’angolino.

Seconda vittoria consecutiva per il Kamatamare che, battendo per 2-1 il Thespakusatsu Gunma, esce fuori dalla zona rossa e aumenta a sei punti il distacco da quest’ultimi, sempre più lontani dall’obiettivo salvezza. Il Sanuki si porta subito avanti al 13′ con Takeda che approfitta di un pessimo controllo del portiere del Gunma, Niekawa, che gli cede gentilmente la sfera. La reazione del Gunma arriva nel secondo tempo, precisamente al 68′ con il pareggio firmato da Kang Soo-Il che si avventa sulla respinta di Shimizu su un tiro insidioso da fuori area e insacca di testa. All’89’, però, il Gunma commette l’ennesimo errore difensivo della stagione, permettendo a Baba di infilarsi senza marcature in area, di ricevere il passaggio di Tsunada e di bucare un’impotente Niekawa, condannando il Gunma alla terza sconfitta consecutiva, la ventunesima stagionale.

Vittoria al fotofinish per il Chiba che si libera della Renofa Yamaguchi con non pochi problemi. I gol arrivano tutta la ripresa ed a passare in vantaggio è proprio il Chiba al minuto 57 con Machida che arriva con tempismo sul cross di Inui deviato da Yoshimitsu ed insacca nella porta ormai sguarnita. Negli ultimi minuti, la gara si riaccende quando, all’89’ Kishida riequilibra le cose realizzando il rigore da lui conquistato. Tuttavia, il Chiba è una squadra che non molla mai davanti al proprio pubblico ed al 93′ trova il nuovo e definito vantaggio grazie al colpo di testa di Koki Kiyotake che arriva sulla sponda di Ibusuki giusto in tempo e permette alla sua squadra di volare al settimo posto.

Torna a convincere il Tokyo Verdy che batte 1-0 il Roasso Kumamoto ed interrompe una serie negativa di risultati. La seconda squadra di Tokyo, infatti, non portava i tre punti a casa dal 26 Giugno, quando vinse per 4-2 in casa del Machida. Il Verdy domina per tutta la gara, sfiorando il vantaggio a più riprese, riuscendo a trovare il gol soltanto all’89’ grazie al colpo di testa del brasiliano Vieira. Il Kumamoto, invece, ha disputato una gara anonima e deve iniziare a guardarsi le spalle, visto che dietro il Kamatamare si fa sempre più minaccioso e la Yamaguchi non è più la squadra di un tempo, nonostante l’ultima sconfitta.

Bel pareggio per 2-2 tra Tokushima Vortis Yokohama in una partita senza esclusione di colpi. La gara si apre a metà del primo tempo con il vantaggio dello Yokohama firmato dal solito Lajaab, bravo a colpire di collo piede il pallone sul cross di Nomura, scagliandolo sotto la traversa e rendendolo imparabile per Hasegawa. Sul finire del primo tempo, arriva il pareggio del Vortis con Yamasaki che devia in porta il tiro dalla distanza di Iwao, beffando Takaoka. Ad inizio ripresa, il Vortis completa la rimonta e va a segno con Mawatari che si fa largo sulla destra completamente indisturbato e, dopo essere stato servito, trafigge con freddezza Takaoka. Lo Yokohama reagisce allo svantaggio e, negli ultimi secondi di gara, trova il pareggio ancora con Lajaab che devia in porta il tiro di un compagno. Hasegawa prova ad opporsi, ma riesce solo a toccare il pallone che passa comunque alle sue spalle.

Vittoria e gran balzo in classifica per il Montedio Yamagata, vittorioso per 2-1 sullo Zweigen Kanazawa. La partita si mette subito in discesa per lo Yamagata che trova il vantaggio in meno di sessanta secondi grazie alla rete di Senuma che di testa batte Shirai. Lo Yamagata gestisce il risultato fino alla fine del primo tempo e, nella ripresa, trova il raddoppio con Sato che fredda Shirai dopo essersi scambiato il pallone con Sakano che lo serve con un gran colpo di tacco. Il Kanazawa prova a rientrare in partita con il gol di testa di Kakita al 68′ ma, alla fine, il risultato non cambierà.

La sorpresa di giornata arriva da Oita, dove il Machida Zelvia ha ottenuto un successo importante per 3-1 sull’Oita Trinita e potrà affrontare il Nagoya con un umore decisamente diverso rispetto alle ultime gare. Il Machida trova il vantaggio all’11’ grazie ad uno sfortunato autogol di Yamagishi, ma tanto basta per mandare l’Oita in confusione che chiude il primo tempo addirittura sotto di due gol, con Inoue che scaglia un bolide dal limite al 43′, non lasciando scampo a Kamifukumoto. L’Oita prova a reagire nella ripresa, ma a trovare il gol è ancora il Machida con Suzuki che resiste al pressing avversario e batte Kamifukumoto. All’Oita, quindi, non resta che trovare il gol della bandiera con Goto al 75′ che, a tu per tu con Takahara, non sbaglia.

A chiudere, pareggio per 1-1 tra Gifu ed Okayama. Al vantaggio del Fagiano, firmato da Park Hyung-Jin con un bel destro rasoterra da dentro l’area, risponde il gol nel finale di Shoji che batte Ichimori con un colpo di testa da distanza ravvicinata.

RISULTATI 27° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Venerdì 11 Agosto

Montedio Yamagata 2-1 Zweigen Kanazawa 1′ Senuma (Y), 53′ Y. Sato (Y), 68′ Kakita (K)

Kyoto Sanga FC 0-1 Avispa Fukuoka 84′ Wellington

Thespakusatsu Gunma 1-2 Kamatamare Sanuki 13′ Takeda (K), 68′ Kang Soo-Il (T), 89′ Baba (K)

FC Gifu 1-1 Fagiano Okayama 8′ Park Hyung-Jin (O), 84′ Shoji (G)

Ehime FC 0-0 Mito Hollyhock

JEF United Chiba 2-1 Renofa Yamaguchi 57′ Machida (C), 89′ Kishida (Y, rig.), 90’+3 Kiyotake

Tokyo Verdy 1-0 Roasso Kumamoto 89′ Vieira

V-Varen Nagasaki 0-2 Shonan Bellmare 23′, 58′ Shimamura

Tokushima Vortis 2-2 Yokohama FC 25′, 90’+5 Lajaab (Y), 40′ Yasukawa (T), 46′ Mawatari (T)

Oita Trinita 1-3 Machida Zelvia 11′ Yamagishi (M, aut.), 43′ Inoue (M), 71′ Suzuki (M), 75′ Goto (O)

Sabato 12 Agosto

Nagoya Grampus 5-2 Matsumoto Yamaga 33′ Shimokawa (N, aut.), 35′, 66′ H. Sato (N), 51′ Gabriel Xavier (N), 56′ Toma (Y), 88′ Aoki (N), 90’+4 Serginho (Y, rig.)

CLASSIFICA

Shonan Bellmare 56 pt

Avispa Fukuoka 55 pt

Nagoya Grampus 46 pt

Tokushima Vortis 44 pt

V-Varen Nagasaki 44 pt

Yokohama FC 42 pt

JEF United Chiba 42 pt

Fagiano Okayama 42 pt

Oita Trinita 41 pt

Montedio Yamagata 41 pt

Tokyo Verdy 40 pt

Mito Hollyhock 40 pt

Matsumoto Yamaga 39 pt

Machida Zelvia 38 pt

Kyoto Sanga FC 36 pt

Ehime FC 36 pt

FC Gifu 30 pt

Zweigen Kanazawa 29 pt

Roasso Kumamoto 26 pt

Kamatamare Sanuki 20 pt

Renofa Yamaguchi 19 pt

Thespakusatsu Gunma 14 pt

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 196 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.