Meiji Yasuda J2 League, 22° giornata: colpaccio del Kanazawa, Nagoya a picco. La Yamaguchi risorge, Larrivey ne fa tre col Chiba!

Prima giornata del girone di ritorno, equivalente alla ventiduesima giornata totale di Meiji Yasuda J2 League con tante sorprese e d un cambiamento radicale della classifica.

Colpo di scena in testa alla classifica, dove l’Avispa Fukuoka è stato capace di essere sconfitto dallo Zweigen Kanazawa sul proprio campo per 2-0. Lo Zweigen infila così la quarta vittoria consecutiva e si allontana sempre di più dalla zona rossa, arrivando a quota 28 punti, portando a quindici punti il suo vantaggio su quest’ultima. Mattatore del match è Sugura, a segno in entrambi i gol: prima sblocca il match al 20′ con una punizione velenosa dalla sinistra, poi lo chiude all’84’ con un bel destro da dentro l’area a battere Kaneda, il tutto dopo aver messo a sedere un avversario. Nel mezzo, una prestazione abbastanza scialba da parte del Fukuoka, pericoloso solo in due occasioni. La sconfitta del Fukuoka permette allo Shonan Bellmare di passare in testa alla classifica grazie al pareggio a reti inviolate conquistato sul campo dell’Oita Trinita.

Non si ferma il crollo del Nagoya che infila la quarta sconfitta in cinque partite perdendo al Toyota Stadium contro un Tokushima Vortis molto fortunato. Dopo aver sprecato subito un’occasione con Nagai, il Nagoya si ritrova sotto al 6′ subendo un gol ancora su palla inattiva, quando da calcio d’angolo Itzusu colpisce di testa in tuffo e batte Narazaki. Sul finire del primo tempo, il Nagoya avrebbe l’opportunità di rimettere a posto le cose ma Nagai, in evidente giornata no, sbaglia un calcio di rigore concesso alla sua squadra a causa di un fallo di mano. Nella ripresa, il Tokushima va ancora in gol e lo fa con Sugimoto al 55′ con il numero 26 che si fionda su una brutta respinta di Narazaki dopo un cross, permettendogli di scagliare il pallone nella porta vuota. Dopo il gol, la partita viene dominata dal Nagoya che colpisce due pali e costringe Hasegawa ad almeno quattro interventi miracolosi. Sconfitta sfortunata, ma anche molto importante, poiché fa uscire il Nagoya dalla zona play-off, obiettivo minimo di quest’anno.

Seconda vittoria in tre partite per la Renofa Yamaguchi che batte sul proprio campo il Montedio Yamagata per 2-0 e si porta fuori dalla zona calda. Dopo un avvio stentato, i frutti del cambio d’allenatore si stanno finalmente intravedendo. La gara si sblocca al 38′ quando Kozuka arriva di gran carriera sul cross di Hiroki e batte a rete con un tiro rasoterra. Al 57′ arriva anche il raddoppio della Yamaguchi e porta la firma di Kishida che, con grande astuzia, ruba il pallone alla difesa dello Yamagata e batte Kodama senza troppi problemi. Terza sconfitta consecutiva, dunque, per lo Yamagata che domenica prossima affronterà il Nagoya Grampus al Paloma Mizuho Stadium  in uno scontro tra due squadre ferite.

Grande protagonista di giornata è stato uno scatenatissimo Larrivey che, con una fantastica tripletta, ha portato alla vittoria il sua Chiba, sconfiggendo 4-3 il Kamatamare. A sbloccare il match ci pensa proprio l’ex Cagliari che, al 13′, si avventa su una brutta respinta di Shimizu e scaraventa il pallone in porta. Il Sanuki reagisce e a dieci minuti dal termine del primo tempo trova il pareggio con una gran botta di Baba dal limite, con il pallone che si infila alla velocità della luce tra palo e portiere. Il gol incasina i piani del Chiba che, al 65′ si ritrova sotto per effetto del gol di Takagi, partito sulla linea del fuorigioco e bravo a battere Sato nell’uno contro uno. La paura dura solo tre minuti poiché il Chiba trova subito il pareggio grazie al gol di testa di Kiyotake, sempre più decisivo. Al 74′, il Chiba si ritrova in 10 per l’espulsione per somma di ammonizioni di Okubo e quattro minuti dopo subisce l’inferiorità numerica, con il Kamatamare che si riporta avanti con una bella botta su calcio di punizione dal limite di Kijima. Sembra finita per il Chiba, ma la squadra della regione del Kantō riesce nuovamente a pareggiarla e lo fa ancora grazie a Larrivey che realizza un penalty concesso per un fallo di Okamura. Passano tre minuti ed il “Bati” realizza la sua prima tripletta giapponese, dopo la doppietta siglata lo scorso week-end, infilando il pallone in rete di testa a due passi dalla porta. Tre punti pesanti per il Chiba e tre gol pesanti per Larrivey.

Partita gradevole anche nella regione di Chūbu dove i padroni di casa dello Gifu hanno battuto in rimonta il Kyoto Sanga per 3-2. Dopo il vantaggio firmato da Namba al 28′, con lo Gifu che ha approfittato di una dormita della difesa viola, il Kyoto ha ribaltato tutto negli ultimi minuti del primo tempo, trovando prima il pareggio con Tulio al 39′, con l’ex Nagoya che ha siglato con il suo solito colpo di testa, e poi passando avanti nel recupero con Koyamatsu, messo tutto solo davanti a Victor dopo un’azione rapida dei viola. Ad inizio ripresa, però, lo Gifu ha subito trovato il pareggio grazie ad un bel diagonale preciso di Omoto. Il pronto recupero della partita permette al Gifu di ritrovare certezze ed al 54′ passa avanti in modo fortunoso, a causa dell’autogol di Someya che, per allontanare il pallone di testa, infila il suo stesso portiere e condanna i viola alla sconfitta.

Pareggio tanto importante quanto sfortunato per il Mito Hollyhock che impatta per 2-2 contro il Roasso Kumamoto. Pareggio importante poiché fino all’83’ il Mito si è trovato sotto nel risultato per effetto del rigore segnato dal nordcoreano An Byong-Jun al 25′. Poi, però, è arrivato prima il pareggio di Uchida, bravo nello svettare più in alto di tutti da calcio d’angolo e poi, qualche minuto più tardi, è arrivato il gol di Yamamura, a segno con un bel destro da dentro l’area che non ha lasciato scampo a Hata. Sembrava ormai essere fatta per una vittoria a bruciapelo del Mito ma, nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, il Kumamoto è riuscito a trovare il pareggio grazie a Gustavo, fortunato nel trovare sulla sua strada Hosokawa che devia il suo tiro e spiazza il proprio portiere.

Sprofonda anche lo Yokohama che, perdendo per 3-1 contro il Matsumoto Yamaga, infila la quarta sconfitta consecutiva e crolla all’undicesimo posto, mentre la squadra della prefettura di Matsumoto rivede la zona play-off portandosi a due sole lunghezze dal Mito. Mattatore di giornata è Takasaki che realizza una doppietta negli ultimi minuti del primo tempo, andando a segno di testa in entrambe le occasioni, la prima con una splendida girata, la seconda prendendo il tempo al proprio marcatore. Al quarto d’ora della ripresa, ci pensa Hashiuchi a chiudere i giochi uscendo vincitore da un mischione in area dopo un calcio di punizione, scaturito da un’uscita scellerata di Takaoka. Lo Yokohama riuscirà solo a segnare il gol della bandiera all’89’, per giunta su rigore, con il norvegese Lajaab.

Vittoria importante per il Machida che si libera del Thespakusatsu Gunma battendolo per 2-0. I gol arrivano negli ultimi venti minuti di gara e portano entrambi la firma del nordcoreano Kim Son-Gi. Il numero 24 prima segna di testa a due passi dalla porta su una punizione velenosa di Inoue al minuto 70 e poi si ripete allo stesso modo nove minuti più tardi, colpendo di testa di qualche metro più indietro. Stesso risultato ottenuto dal Nagasaki sull’Ehime, spiccando un bel balzo in classifica e portandosi al quarto posto. I gol arrivano in apertura e chiusura di gara con Inui in gol al 5′ con un tiro a pochi metri dalla porta, grazie anche ad una dormita colossale della difesa dell’Ehime, e con Sawada al 90′ che, dopo essere partito in contropiede, batte Park con un tocco sotto.

A chiudere, pareggio per 1-1 tra Tokyo Verdy Okayama. Al vantaggio degli ospiti firmato da Toyokawa al minuto 40 con un gol sotto misura a porta vuota, ha risposto Taira al 75′ con un bel colpo di testa.

RISULTATI 22° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 8 Luglio

Matsumoto Yamaga 3-1 Yokohama FC 42′, 45’+2 Takasaki (M), 61′ Hashiuchi (M), 89′ Lajaab (Y, rig.)

Nagoya Grampus 0-2 Tokushima Vortis 6′ Izutsu, 55′ Sugimoto

Mito Hollyhock 2-2 Roasso Kumamoto 25′ An Byong-Jun (K, rig.) 83′ Uchida (M), 89′ Yamamura (M), 90’+5 Gustavo (K)

Machida Zelvia 2-0 Thespakusatsu Gunma 70′, 79′ Kim Song-Gi

JEF United Chiba 4-3 Kamatamare Sanuki 13′, 80′ (rig.), 83′ Larrivey (C), 34′ Baba (K), 65′ Takagi (K), 68′ Kiyotake (C), 78′ Kijima (K)

Avispa Fukuoka 0-2 Zweigen Kanazawa 20′, 84′ Sugiura

Oita Trinita 0-0 Shonan Bellmare

Domenica 9 Luglio

Renofa Yamaguchi 2-0 Montedio Yamagata 38′ Kozuka, 57′ Kishida

FC Gifu 3-2 Kyoto Sanga FC 28′ Namba (G), 39′ Tulio (K), 45’+1 Koyamatsu (K), 46′ Omoto (G), 54′ Someya (G, aut.)

Tokyo Verdy 1-1 Fagiano Okayama 40′ Toyokawa (O), 75′ Taira (V)

V-Varen Nagasaki 2-0 Ehime FC 5′ Inui, 90′ Sawada

CLASSIFICA

Shonan Bellmare 44 pt

Avispa Fukuoka 43 pt

Tokushima Vortis 39 pt

V-Varen Nagasaki 38 pt

Tokyo Verdy 35 pt

Mito Hollyhock 35 pt

Nagoya Grampus 34 pt

Matsumoto Yamaga 33 pt

JEF United Chiba 33 pt

Oita Trinita 33 pt

Yokohama FC 32 pt

Montedio Yamagata 32 pt

Ehime FC 31 pt

Fagiano Okayama 31 pt

Machida Zelvia 29 pt

Kyoto Sanga FC 28 pt

Zweigen Kanazawa 28 pt

FC Gifu 26 pt

Roasso Kumamoto 19 pt

Renofa Yamaguchi 16 pt

Kamatamare Sanuki 13 pt

Thespakusatsu Gunma 13 pt

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.