Meiji Yasuda J2 League, 18° giornata: frenano Fukuoka e Yokohama, Verdy, che colpo! Mito super, Ehime e Nagasaki ok

Pochi gol ma comunque decisivi quelli messi a segno in questa diciottesima giornata di Meiji Yasuda J2 League, con la classifica che continua ad assottigliarsi, sia in alto che in basso.

Nonostante il pareggio per 0-0 in casa del Chiba, l’Avispa Fukuoka mantiene il primato in classifica approfittando dello stop delle squadre che gli sono dietro. La partita è stata molto combattuta e le occasioni per sbloccare il risultato non sono mancate né da una parte, né dall’altra, ma il pareggio è stato il risultato più giusto in quanto il Chiba non ha mai mollato nel corso dei 90′. Frena anche lo Yokohama salvata dal suo bomber e capocannoniere del torneo Lajaab. Il norvegese prima ha siglato una doppietta su rigore andando a segno al 67′, rispondendo al gran gol di Suzuki nel primo tempo, con il numero 33 che ha calciato un destraccio dal limite, con il pallone che è sbattuto sul palo prima di conficcarsi in porta e poi nell’ultimo minuto di recupero al destro al volo di Mitsuhita dopo un batti e ribatti al limite dell’area. Il pari allontana lo Yokohama dall’Avispa, ma supera quanto meno il Nagoya Grampus.

Le Furie Rosse, infatti, sono cadute in modo molto sfortunato sul campo del Tokyo Verdy, con la seconda squadra di Tokyo che ha messo a segno un colpo importante. Il Nagoya domina in lungo e in largo, trovando il vantaggio al quarto d’ora con un bel destro di Sugimori dal limite, infilando il pallone nel sette. Trovato il vantaggio, il Nagoya non smette di attaccare e colpisce una traversa con un bel tiro a giro di Tamada. Il primo vero pericolo del Verdy arriva a fine primo tempo, con un gol annullato ingiustamente a Watanabe per una posizione di fuorigioco di Takagi, reo di oscurare la visuale a Shibuya. Tuttavia Takagi non tocca il pallone e non diventa mai parte attiva dell’azione, quindi il gol era da convalidare. Nella ripresa il Nagoya ha altre due occasioni con Sugimori che sbaglia a tu per tu con Shibasaki ed è l’inizio della fine per il Nagoya che si fa riacciuffare al 65′ dal gol di Vieira. L’azione che porta al pareggio è tutta brasiliana, con il cross di Pinheiro per la testa del compagno verdeoro, sbucato alle spalle di Shibuya che va a vuoto in uscita. Due minuti dopo, il Verdy completa la rimonta: lancio lungo di Hashimoto ancora per Vieira che controlla in modo delizioso di sinistro e infila la palla all’angolino. Il Nagoya schiuma rabbia ed ha altre due occasioni colossali per pareggiare il match con Simovic: lo svedese prima colpisce di testa il pallone costringendo Shibasaki ad una grande parata e poi, in pieno recupero, coglie il palo con una rasoiata imparabile per Shibasaki. Nonostante i tanti sforzi il Nagoya deve arrendersi ad una sconfitta davvero ingiusta.

Terza vittoria consecutiva per il Mito Hollyhock, con la squadra di Nishigaya in una condizione di forma davvero invidiabile e con la zona play-off distante solo due punti. A fare le spese di questo gran momento è stato il Matsumoto Yamaga, sconfitto di misura sul proprio campo. A decidere una sfida molto equilibrata quanto difficile, soprattutto nel primo tempo, il gol di Fukui a venti minuti dal termine, bravo a svettare più in alto di tutti di testa e ad infilare il pallone tra palo e portiere, rendendo impossibile l’intervento di Suzuki. 

A ridosso della zona play-off troviamo anche l’Ehime, vittorioso per 2-0 sullo Gifu che continua la sua striscia negativa di ben sette gare senza vittorie. Avversario fin troppo modesto per una squadra motivata come l’Ehime che sblocca la gara nella ripresa, dopo un primo tempo in cui si sono susseguiti pali e traverse, sia per i padroni di casa che per gli ospiti. Il vantaggio arriva al 57′ quando, dopo la traversa colpita da Kawahara, Niwa decide che è il momento di infilare il pallone in porta. Il numero 15 va in pressing sul possesso palla troppo lento dello Gifu, ruba palla e parte a tutta velocità verso l’area di rigore, infilando il pallone sotto le gambe di Victor. Errore davvero grossolano per lo Gifu, con i due centrali che, nonostante fossero vicinissimi, si sono fatti rubare palla. La partita si chiude all’82’ quando Arita arriva in tuffo di testa sul cross di Kojima e batte facilmente Victori.

Vittoria di misura sul Kumamoto e Nagoya agganciato a quota 31 in classifica per il V-Varen Nagasaki, una delle sorprese di questo campionato. Il gol che decide la sfida arriva al 36′ dopo un primo tempo molto noioso e porta la firma di Kimura. Il numero 8 è rapido ad avventarsi sulla respinta di Nomura che si era lanciato nel tentativo estremo di fermare Nakamura quasi sulla linea di porta e a riuscire a insaccare il pallone. Il vantaggio del Nagasaki rende più interessante il finale di primo tempo con Gustavo che sfiora il pareggio con un tiro lento ma molto preciso, con il pallone che esce di qualche centimetro sul fondo. Nella ripresa è per forza di cose il Kumamoto a dettare legge e va vicino all’1-1 con un bel destro di Shimada, terminato poi alto sulla traversa. Il Nagasaki, però, ha anche una grossa occasione per chiudere la gara quando il portiere del Kumamoto Nomura regala di testa il pallone a Nakamura che tenta la conclusione da casa sua, mancando di pochissimo il bersaglio. Errore che, alla fine, non cambia la storia della partita.

A pari punti insieme al Fukuoka, troviamo lo Shonan Bellmare, vittorioso per 1-0 sul campo del Tokushima Vortis dopo una partita molto equilibrata. La gara si sblocca soltanto nella ripresa quando Sugioka batte Hasegawa con un diagonale destro imprendibile, spedendo il pallone nell’angolo più lontano. Stesso risultato per il Montedio Yamagata che si libera del Thespakusatsu grazie al bel gol di Sakano al 3′, bravo a battere Shimizu con un destro rasoterra.

Si chiude con un bel 2-2 la sfida tra Kyoto Sanga Machida Zelvia. I viola continuano la loro striscia di risultati utili consecutivi, ma sicuramente possono avere qualcosa da recriminare su questo pareggio, arrivato proprio nell’ultimo minuto regolamentare. A passare in vantaggio, però, è il Machida quando, all’11’, Yoshida supera Sugeno con un bel piatto destro da distanza ravvicinata, arrivato dopo un cross rasoterra di Shigetamsu. Proprio quest’ultimo sfiora il raddoppio qualche minuto più tardi, tentando anche lui di piatto destro, con il pallone che, però, termina alto. La svolta arriva al 58′ quando, a causa di controllo netto con il braccio di Kim Son-Gi sul passaggio filtrante di Oris, viene concesso un calcio di rigore al Kyoto che Tulio trasforma agilmente. Il Kyoto riesce a ribaltare le cose al 70′, aiutato anche dal Machida con Otani che di testa manda il pallone sui piedi di Iwasaki, scatenando il contropiede dei viola. Il numero 13 serve velocemente Yoshino che si fa qualche metro palla al piede, riesce a far secco Otani che tentava di rimediare al suo errore e batte Takahara. La vittoria sembra ormai cosa fatta per il Kyoto, ma i viola non hanno fatto i conti con la tenacia del Machida che trova il pareggio all’89’ grazie a Todaka che si fa trovare pronto in area sul cross di Nakashima, calciando con gran potenza e non dando scampo a Sugeno.

A chiudere altre due vittorie, entrambe per 1-0, per Okayama Kamatamare rispettivamente su Renofa Yamaguchi Kanazawa. I primi hanno sbloccato il match al 2′ con Kukita, bravo ad approfittare dell’errore di Hiroki che controlla male il pallone di petto nel tentativo di respingere un calcio d’angolo e a scagliare il pallone sotto la traversa con grande potenza, riuscendo poi a portare il vantaggio fino al termine della gara. I secondi, invece, sono riusciti a conquistare i tre punti grazie alla rete di Nishi, arrivata al 68′. Il numero 23 prova a battere Shirai di sinistro, il portiere del Kanazawa respinge e sulla ribattuta lo stesso Nishi manda il pallone in porta, facendo poi un brutto frontale contro il palo, essendosi lanciato a tutta velocità sulla ribattuta. Nishi, però, riesce a rialzarsi e a festeggiare con i suoi compagni, nonostante si senta ancora intontito.

RISULTATI 18° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 10 Giugno

JEF United Chiba 0-0 Avispa Fukuoka

Oita Trinita 2-2 Yokohama FC 25′ Suzuki (O), 67′ (rig.), 90’+4 (rig.) Lajaab (Y), 79′ Mitsuhira (O)

Tokyo Verdy 2-1 Nagoya Grampus 15′ Sugimori (N), 65′, 67′ Vieira (V)

Tokushima Vortis 0-1 Shonan Bellmare 50′ Sugioka

Domenica 11 Giugno

Montedio Yamagata 1-0 Thespakusatsu Gunma 3′ Sakano

Kamatamare Sanuki 1-0 Zweigen Kanazawa 68′ Nishi

Kyoto Sanga FC 2-2 Machida Zelvia 11′ Yoshida (M), 58′ Tulio (rig. K), 70′ Yoshino (K), 89′ Todaka (M)

Renofa Yamaguchi 0-1 Fagiano Okayama 2′ Kukita

V-Varen Nagasaki 1-0 Roasso Kumamoto 36′ Kimura

Ehime FC 2-0 FC Gifu 57′ Niwa, 82′ Arita

CLASSIFICA

Avispa Fukuoka 34 pt

Shonan Bellamare 34 pt

Yokohama FC 32 pt

Nagoya Grampus 31 pt

V-Varen Nagasaki 31 pt

Tokyo Verdy 30 pt

Ehime FC 30 pt

Montedio Yamagata 29 pt

Mito Hollyhcok 28 pt

Tokushima Vortis 27 pt

Oita Trinita 26 pt

Kyoto Sanga FC 25 pt

Fagiano Okayama 25 pt

JEF United Chiba 24 pt

Matsumoto Yamaga 23 pt

FC Gifu 22 pt

Machida Zelvia 22 pt

Zweigen Kanazawa 16 pt

Roasso Kumamoto 15 pt

Kamatamare Sanuki 13 pt

Thespakusatsu Gunma 13 pt

Renofa Yamaguchi 10 pt

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.