Championship: Il Blackbrun vince, ma non evita la retrocessione

Finale al cardiopalma per il Championship, ieri ai saluti con la regular season.
Fino all’ultima gara, le 24 compagini si sono date filo da torcere e in fondo, per qualcuna si sono spalancate le porte del paradiso, per altre, invece, quelle dell’inferno.

Partendo dai piani alti, il Newcastle ha sorpassato il Brighton e ha vinto il Championship.
3-0 netto al Barnsley contro l’1-1 di Villa Park, condannano i Seagulls al secondo posto.

Quadro play-off delineato e ben chiaro.
In terza posizione si è piazzato il Reading, reduce da una vittoria 2-4 sul Burton.
Gradino più basso del podio per Jaap Stam, che avrà quindi il ritorno della semifinale da poter giocare in casa.

Mantiene la quarta posizione seppur perdendo lo Sheffield Wednesday.
La sconfitta rimediata contro il Fulham non varia la classifica degli Owls, pronti alla battaglia contro l’Huddersfield.

Proprio i Terries non hanno approfittato della sconfitta del Wednesday, perdendo a loro volta contro il Cardiff.
L’estrema rotazione da parte di Mister Wagner, permette agli Bluebirds di passare 0-3.
12esima rete in campionato per Zohore.

Chiude la griglia per la post-season il Fulham, che come detto ha battuto lo Sheffield Wednesday.
I Cottagers potevano permettersi qualsiasi tipo di risultato, in quanto l’unica inseguitrice, il Leeds, doveva rimontare 13 gol per pareggiare la differenza reti.
L’ennesima ottima prova in trasferta lascia pensare che il Fulham potrà dire la sua.

Delusione profondissima per il Leeds, bloccato sull’1-1 dal già retrocesso Wigan.
Aldilà del risultato da raggiungere, assai proibitivo, il morale in casa Whites era già sotto i tacchi.
27esima rete in stagione per Wood che vince la classifica cannonieri.
Magra consolazione per una squadra gloriosa che aveva assaporato il possibile ritorno in Premier League.

In mezzo alla classifica, molte partite contavano poco o nulla.
Tra queste contiamo il 4-0 del Norwich sul QPR, l’1-0 del Wolverhampton sul Preston e il pari 1-1 fra Rotherham e Derby.

Arrivando in fondo alla classifica, cominciamo col dire che il Birmingham ha tirato sul lunghissimo sospiro di sollievo.
0-1 in casa del Bristol City e salvezza in una stagione da incubo.
Chissà se Redknapp deciderà di restare e che non si possano gettare le basi per far fruttare un progetto ambizioso.

Rischia tantissimo e per 42 minuti è retrocesso il Nottingham Forest.
Britt Assombalonga si carica sulle spalle tutto il popolo del Nottinghamshire e con una doppietta contribuisce al rotondo 3-0 con il quale è stato superato l’Ipswich e condannato il Blackburn.
Grande festa al City Ground a fine partita.

Saluta la cadetteria e cade in terza divisione il Blackburn.
Tony Mowbray fallisce il suo tentativo di rimonta e l’1-3 rifilato al Brentford non è sufficiente per salvare i Rovers.
Si spera che una squadra blasonata come quella del Lancashire possa al più presto tornare ai livelli di loro competenza.

Tutto è pronto per la post-season, che prenderà il via nel prossimo weekend.
Ci sarà da divertirsi, as usual.

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Niccolò Minutiello 92 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

1 Commento su Championship: Il Blackbrun vince, ma non evita la retrocessione

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.