AFC Champions League, gruppo C: i fratelli Abdulrahman portano l’Al Ain agli ottavi di finale, l’Al Ahli cade in Uzbekistan e si complica la qualificazione

Passare dall’Inferno al Paradiso in un attimo si può ed è quanto accaduto all’Al Ain nella penultima giornata del gruppo C di AFC Champions League. La formazione emiratina, come raccontato l’ultima volta, sembrava ormai ad un passo dall’eliminazione dopo aver raggiunto una stupenda finale lo scorso anno e la trasferta in Iran contro lo Zobahan non faceva presagire nulla di buono, con gli iraniani che venivano da due vittorie consecutive e che erano in gran condizione fisica. Ed invece l’Al Ain ha avuto una reazione da grande squadra travolgendo gli iraniani grazie ai fratelli Abdulrahman, Omar Mohamed, soprattutto il primo, molto più talentuoso del secondo. I due hanno regalato una grande partita ai propri tifosi, segnando un gol a testa nel 3-0 finale e, cosa più importante, hanno assicurato il passaggio agli ottavi di finale. La vittoria degli emiratini complicano la situazione dell’Al Ahli che cade clamorosamente in Uzbekistan contro un Bunyodkor già eliminato e adesso dovrà quantomeno ottenere un pareggio contro lo Zobahan per passare alla fase finale.

Al Foolad Shahr Stadium sono gli iraniani a partire forte, consci che una vittoria sarebbe decisiva e sfiorano il gol con Pahlevan, costringendo Eisa a mettere in angolo. Alla prima, vera occasione, però, l’Al Ain punisce gli iraniani ed al 25′ si porta in vantaggio: dalla destra arriva il cross di Caio per la corrente Moreno che non calcia in porta al meglio, ma proprio per la sua pessima conclusione spiazza Mazaheri che stava andando alla sua destra e non riesce a respingere il pallone che si infila alla sua sinistra. Dopo il gol, Omar Abdurahman si avvicina ai suoi compagni che stanno esultando e chiede testa e concretezza, ma evidentemente il messaggio non viene recepito poiché sul finire del primo tempo Ahmed colpisce il pallone con un braccio, costringendo l’arbitro indiano Dilan a fischiare penalty. Dalle immagini, però, il rigore appare molto generoso, con il braccio del numero 5 emiratino quasi attaccato al corpo ma, fortunatamente, Bengtson ha la bellissima idea di calciare il rigore centrale, facendo una bruttissima figura poiché Eisa rimane fermo e para tranquillamente. Nella ripresa, finalmente, si scatena il folletto emiratino che porta la maglia numero 10 sulle spalle e la fascia di capitano ed al 60′ sigla il 2-0 superando due difensori in velocità e calciando di sinistro, mandando il pallone alla sua destra. All’81’ Al Ain chiude definitivamente partita e qualificazione con il gol dell’altro Abdulrahman, Mohamed che, dopo essere stato servito dal fratello, scarica un potente destro rasoterra, facendosi anche male e chiedendo ancora aiuto a suo fratello. Ancora una volta Abdulrahman, in una partita così importante, ha risposto presente, segnando un gol e fornendo un assist ed ora è ben deciso a riportare l’Al Ain in finale.

Come anticipato in apertura, brutta battuta di arresto dell’Al Ahli in casa di un Bunyodkor che non aveva più nulla da chiedere a questa competizione. E forse è stato proprio questo a far entrare in campo troppo sicura di sé la formazione saudita che va sotto dopo otto minuti per effetto del preciso colpo di testa di Komilov. L’Al Ahli capisce solo dopo il gol che la partita non sarà simile ad una passeggiata nel parco e tenta di riacciuffare subito il pareggio con un tiro da distanza ravvicinata di Asiri, ma il pallone finisce alto sulla traversa. Per trovare il pareggio, però, i sauditi lasciano molti spazi e su uno di questi, gli uzbeki rischiano anche di fare il secondo gol e soltanto il palo si frappone tra questa gioia e Azimov. Secondo gol soltanto rinviato poiché, al 54′, Shomurodov batte Al Mosailem dopo aver ricevuto un grande passaggio di testa da Khamdanov. La reazione al doppio svantaggio da parte dei sauditi è rabbiosa e Fetfatzidis per poco non la riapre, sparando troppo alto sulla traversa, dando troppa potenza al pallone e poca precisione. Sarà questa l’unica vera grande occasione per l’Al Ahli che adesso si giocherà il tutto per tutto con gli iraniani il prossimo 8 Maggio.

RISULTATI 5° GIORNATA – Gruppo C

Zobahan FC (Irn) 0-3 Al Ain (Uae) 25′ Moreno, 60′ O. Abdulrahman, 81′ M. Abdulrahman

FC Bunyodkor (Uzb) 2-0 Al Ahli Saudi FC (Ksa) 8′ Komilov, 54′ Shomurodov

Classifica: Al Ain (Uae) 9 pt, Al Ahli Saudi FC (Ksa) 8 pt, Zobahan FC (Irn) 7 pt, FC Bunyodkor (Uzb) 3 pt

In grassetto: già qualificata agli ottavi di finale di AFC Champions League

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.