Giappone, Meiji Yasuda J2 League, 8° giornata: pareggi spettacolari per Shonan e Nagoya, risale il Fukuoka. Risorgono Kyoto e Kumamoto

L’ottava giornata di Meiji Yasuda J2 League ha visto vincere soltanto l’Avispa Fukuoka per quanto riguarda le prime otto della classifica. Infatti, le due capolista Nagoya Grampus Shonan Bellmare sono state fermate sul pareggio rispettivamente da Tokushima Vortis Gifu, mentre le altre tre hanno perso le rispettive partite, tra cui il V-Varen Nagasaki sconfitto appunto dal Fukuoka e il Tokyo Verdy, che subisce la seconda sconfitta consecutiva.

Partiamo dal match della prima capolista, il Nagoya. Gli uomini di Kazama sono riusciti a conquistare un punto sul difficile campo del Tokushima Vortis, pareggiando per 2-2 in un secondo tempo dalle mille emozioni, rispetto ad un primo tempo controllato dal Vortis che ha avuto anche delle grandi occasioni per segnare, sia con Watari, sia con Mawatari e sia con Carlinhos ma, vuoi per l’imprecisione, vuoi per la bravura di Narazaki, che festeggiava il suo quarantunesimo compleanno, il pallone non è voluto proprio entrare. Nella ripresa, il Nagoya cambia registro e si porta pericolosamente dalle parti di Kajikawa con Felipe Garcia, davvero in grande forma. Il numero 1 del Vortis è costretto a respingere con i pugni la forte conclusione del brasiliano e a mettere in angolo. Al 59′ si sblocca finalmente l’incontro: su un bel pallone basso e teso in area si lancia Mawatari che riesce a battere finalmente Narazaki, cui stavolta nulla poteva. Il Nagoya reagisce con rabbia allo svantaggio e pareggia subito con Felipe Garcia, bravo a concretizzare l’ottima sponda di Simovic. Il rapido pareggio toglie certezze al Tokushima e rinvigorisce il Nagoya che al 78′ trova il gol del sorpasso grazie al bel colpo di testa sotto porta di Ryo Nagai che si fa trovare pronto sul cross morbido di Felipe Garcia. Sembra fatta per il Nagoya, ma il Tokushima difficilmente si arrende alle prime difficoltà e con grande grinta riesce a trovare il pareggio con bomber Watari, messo a tu per tu con Narazaki, siglando il 2-2 definitivo.

Pareggio pirotecnico anche per lo Shonan Bellmare che impatta contro lo Gifu per 3-3. La partita si mette subito bene per lo Shonan quando, al 9′, Kikuchi sbuca nella mischia e devia il pallone in porta da calcio d’angolo. Poco dopo, lo Shonan sfiora anche il raddoppio con Dinei, ma il brasiliano non riesce ad insaccare a porta vuota anche per la pressione prepotente di un avversario. Lo Shonan, però, non riesce a chiuderla nel primo tempo e, ad inizio ripresa, appare troppo svogliato, venendo punito al 62′ dal colpo di testa di Fukumura, che anticipa tutti e firma il pareggio. Nove minuti più tardi, lo Gifu trova anche il clamoroso sorpasso quando, da calcio d’angolo, arriva una fortuita deviazione di Henik che, nonostante non riesce a tirare, anzi il pallone gli sbatte proprio addosso, riesce comunque a segnare. Colpito nell’orgoglio, lo Shonan si scuote e trova il nuovo pareggio al 79′ con un destro violento da trenta metri di Okamoto che piega le mani di Victor. La gioia del pari dura pochissimo, poiché Shoji riporta avanti gli ospiti realizzando dal dischetto. I padroni di casa, però, non si demoralizzano e con la forza della disperazione, riescono a trovare il gol del definitivo 3-3 a sei minuti dal termine con Dinei che colpisce con un bel colpo di testa e fredda Victor.

Nella parte bassa della classifica risorge il Kyoto che batte l’Ehime per 3-2 e torna finalmente ad assaporare il gusto della vittoria. Decisivo l’ex Nagoya Tulio con una tripletta e segnando uno dei tre gol al fotofinish. La partita, però, non si mette benissimo per i padroni di casa che vanno ancora una volta sotto per la gran botta da dentro l’area di Kondo che infila il pallone sotto la traversa sul finire del primo tempo. Il Kyoto, stavolta, reagisce positivamente allo svantaggio e pareggia al 52′ con il colpo di testa di Tulio, sua specialità, da calcio d’angolo. Al 72′ arriva il secondo gol del numero 4 viola che approfitta di un pessimo controllo di un avversario in area e batte Park con un destro potente e preciso, indirizzando il pallone all’angolino. L’Ehime sbanda ma non crolla ed al 91′ trova il pareggio con un tiro sporco di Urata, che sembra chiudere ormai il match sul 2-2, ma un minuto dopo Oris riesce a trovare Tulio che colpisce ancora il bersaglio, permettendo al Kyoto di vincere la sua seconda partita.

Vittoria vitale anche per il Kumamoto che sconfigge per 2-0 lo Yamaga che sta avendo un rendimento molto altalenante. Il Kumamoto si porta subito avanti al 7′ grazie al gol di Gustavo, bravo ad approfittare di una brutta respinta di un difensore sul tiro di An Byong-Jun. Lo Yamaga prova a reagire e sfiora il pari con il solito Takasaki, ma stavolta il numero 9 alza troppo il pallone sopra la traversa. Per il Kumamoto, è ancora Gustavo ad essere pericoloso e a pressare a tutto campo ed è grazie a questo pressing che riesce a recuperare un pallone e ad andare alla conclusione, ma la sfera termina di poco sul fondo. Nella ripresa, lo Yamaga si fa più minaccioso e prima coglie la traversa con Takasaki e poi, nella stessa azione, Mishima non riesce a mettere dentro. All’81’, il Kumamoto riesce a chiudere i giochi con una punizione di Uesato che, in realtà, aveva crossato per un compagno, dando però troppa potenza al pallone, riuscendo ad ingannare Murayama che tocca ma non può evitare il gol del definitivo 2-0.

Come anticipato in apertura, vittoria di misura dell’Avispa Fukuoka sul campo del Nagasaki. Dopo un primo tempo molto equilibrato e con poche occasioni da gol, la ripresa vede partire bene i padroni di casa che si presentano davanti alla porta avversaria con Nakamura. Il numero 20 tenta di scavalcare Sugiyama con un pallonetto, ma non riesce ad alzare il pallone e rende facilmente parabile la sua conclusione. A Nakamura, risponde il colpo di testa di Hamada da calcio d’angolo, con il pallone che scheggia la traversa. Nagasaki avvisato ma non salvato poiché all’80’ sugli sviluppi di un altro corner arriva il colpo di testa di Sakata, entrato quattro minuti prima, che porta il Fukuoka in vantaggio e decide la gara.

Pareggio inutile tra Kamatamare Okayama per 1-1, in una partita non molto entusiasmante. I gol arrivano nella ripresa ed è l’Okayama a passare in vantaggio al 64′ con il bel destro al volo di Ito su imbeccata precisa di Park Hyung-Jin. Davvero sfortunato il Kamatamare che qualche minuto prima aveva sfiorato a sua volta il vantaggio con la traversa di Nakama. I padroni di casa riescono comunque ad evitare la sconfitta a cinque minuti dalla fine quando Ganaha approfitta del pessimo controllo di Shinohara e batte facilmente in porta da distanza ravvicinata.

Seconda sconfitta consecutiva per i Tokyo Verdy che crollano di misura in casa dello Yamagata. A decidere la sfida il gol di Yuruki al 67′, con il numero 25 bravo a crearsi lo spazio utile per segnare nonostante i tanti uomini presenti in area. Vittorie di misura anche per Chiba, Oita Trinita, Machida Mito che battono rispettivamente Renofa Yamaguchi, Kanazawa, Yokohama Thespakusatsu.

RISULTATI 8° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 15 Aprile

Montedio Yamagata 1-0 Tokyo Verdy 67′ Yuruki

Tokushima Vortis 2-2 Nagoya Grampus 59′ Mawatari (T), 61′ F. Garcia (N), 78′ R. Nagai (N), 84′ Watari (T)

Renofa Yamaguchi 0-1 JEF United Chiba 90’+1 Larrivey (rig.)

Oita Trinita 1-0 Zweigen Kanazawa 75′ Goto

Machida Zelvia 1-0 Yokohama FC 74′ Takaoka (aut.)

Kyoto Sanga FC 3-2 Ehime FC 45′ Kondo (E) 52′, 72′, 90’+2 Tulio (K), 90’+1 Urata

Thespakusatsu Gunma 0-1 Mito Hollyhock 21′ Hayashi

Shonan Bellmare 3-3 FC Gifu 9′ Kikuchi (S), 62′ Fukumura (G), 71′ Henik (G), 79′ Okamoto (S), 81′ Shoji (G, rig.), 86′ Dinei (S)

V-Varen Nagasaki 0-1 Avispa Fukuoka 80′ Sakata

Domenica 16 Aprile

Kamatamare Sanuki 1-1 Fagiano Okayama 64′ Ito (O), 85′ Ganaha (K)

Roasso Kumamoto 2-0 Matsumoto Yamaga 7′ Gustavo, 81′ Uesato

CLASSIFICA

Nagoya Grampus 17 pt

Shonan Bellmare 17 pt

Tokyo Verdy 15 pt

Tokushima Vortis 14 pt

Yokohama FC 14 pt

Avispa Fukuoka 14 pt

Matsumoto Yamaga 13 pt

V-Varen Nagasaki 13 pt

Oita Trinita 13 pt

Montedio Yamagata 13 pt

Machida Zelvia 12 pt

JEF United Chiba 12 pt

Mito Hollyhock 10 pt

FC Gifu 9 pt

Ehime FC 9 pt

Fagiano Okayama 9 pt

Roasso Kumamoto 8 pt

Zweigen Kanazawa 8 pt

Kamatamare Sanuki 7 pt

Kyoto Sanga FC 7 pt

Renofa Yamaguchi 6 pt

Thespakusatsu Gunma 1 pt

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 197 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.