Championship: Brighton e Newcastle intravedono il traguardo, Norwich a valanga

Volata finale per le 24 compagini di Championship, ormai sempre più vicine al termine della stagione.

Nonostante le poche partite rimaste, sono davvero poche le squadre il cui destino sia già stato scritto.

Partendo dalla cima, il Brighton sorpassa il Newcastle.

I Seagulls Venerdì sera hanno piegato l’opposizione del QPR, tornando da Londra con 3 punti (non accadeva dal 1957).
Primato e un piede e mezzo in Premier League.

Il Newcastle è invece caduto a Hillsborough, soccombendo allo Sheffield Wednesday.
Lee e una zuccata direttamente da una rimessa laterale di Fletcher, fregano i Magpies, scalzati dal primo posto.
Promozione comunque sempre a portata di mano per i Geordies.
Owls, dal canto loro, tenaci a difendersi il sesto posto.

Cade l’Huddersfield in quel di Nottingham.
Il Forest passa per 2-0 grazie a Lichaj e Ward, sollevandosi dalle sabbie mobili e compiendo un discreto passo verso la salvezza.
Terriers ancora sconfitti, ma ormai con il pass per i play-off in tasca.

Quasi certo di approdare alla post-season è il Leeds, vittorioso 3-0 sul Preston North End.
Roofe, Hernandez e Doukara firmano il successo per i Whites.
I Lillywhites, mai in partita, perdono terreno prezioso per agganciare il sesto posto.

Sotterrato da 7 reti (6 nei primi 40 minuti), il Reading di Stam deve guardarsi le spalle per tenersi stretto il quinto posto.
Il Norwich ha letteralmente surclassato i Royals, mai entrati in campo.
Vittoria schiacciante per i Canaries, probabilmente ormai troppo attardati per avere voce nel capitolo play-off.

Rimane in scia del Wednesday il Fulham, che ha vinto 3-1 contro l’Ipswich.
Il risultato non rispecchia la mole di chances create dai Tractor Boys, non capaci di sfruttarle.
Aluko, Malone e Johansen sono i marcatori per i Cottagers, mentre a poco o nulla serve la rete ospite di Berra.

Prova un ultimo sussulto per la post-season il Derby County, alla terza vittoria in fila.
La cura Rowett si sente e il tecnico si vendica della squadra che lo ha licenziato ad inizio stagione.
Il Birmingham di Zola, proprio dopo l’allontanamento del tecnico dei Rams, ha cominciato una parabola discendente che lo ha visto inguaiarsi fino a raggiungere il 18esimo posto attuale, con soli 6 punti di margine dalla zona retrocessione.
Darren Bent beffa su assist diretto del proprio portiere Carson, la retroguardia Blues.

Rallenta e perde probabilmente l’ultima chiamata per i play-off l’Aston Villa.
I Villans perdono Kodjia per infortunio e pareggiano contro un Burton coraggioso e determinato ad ottenere la salvezza.

Finisce 2-1 il match fra Cardiff e Brentford, due squadre ormai tranquille.

Cade rovinosamente il fresco manager del mese Paul Lambert.
I suoi Wolves vengono schiacciati dal Bristol City che trascinato da un grande Abraham compie un discreto passo verso la salvezza.

Fatica tremendamente il Wigan.
I Latics hanno la meglio sul Rotherham grazie solamente ad una punizione di Powell che al sesto minuto di recupero pesca il jolly per il 3-2 finale.
Situazione quasi compromessa, ma c’è ancora un barlume di speranza

Concludiamo con una notizia dalla League One: Dopo la retrocessione del Rotherham di settimana scorsa, questa volta celebriamo una promozione.
Lo Sheffield United dopo 6 stagioni in terza serie tornerà in cadetteria, dove, chissà, potrebbe esserci un accesissimo Steel City Derby contro i rivali del Wednesday.

 

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Niccolò Minutiello 90 Articoli
Studente universitario, vivo a Torino.Amante dello sport in generale, tifo per il Chelsea, ma coltivo una passione sfrenata per gli sport americani ed essendo follemente innamorato della città di Chicago banalmente tifo Blackhawks, Bears, Bulls e Cubs.Mi piace il tennis e la Pallacanestro Cantù.Cerco di dar seguito alle mie passioni senza smettere mai di sognare.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.