Liga, Pepito Rossi si regala una notte magica, affonda il Las Palmas e rilancia le ambizioni europee del Celta

Serviva per forza di cose una vittoria ed il Celta Vigo non ha deluso le attese, giocando una delle migliori partite stagionali e travolgendo senza pietà il Las Palmas grazie alla tripletta del suo centravanti. No, questa volta non stiamo parlando di Iago Aspas, ma di Giuseppe Rossi, lanciato a sorpresa come titolare da Berizzo, forse stuzzicato anche dalle parole dell’agente dell’italo-americano, Pastorello, che aveva affermato di non capire le scelte del tecnico argentino. Pepito, stavolta, non ha deluso le attese ed ha disputato anch’egli un’ottima gara, al di là della tripletta che l’ha impreziosita. Dall’altra parte, invece, è emersa una chiara involuzione dei Canarios, forse scossi dall’annuncio di addio a fine stagione del proprio tecnico Quique Setién, arrivato come un fulmine a ciel sereno dopo l’ennesimo arenamento delle trattative per il rinnovo del contratto.

Il Celta parte fortissimo ed ispirato dal solito Aspas centra la traversa al 9′ con Jozabed, che riceve uno splendido pallone dal numero 10 celeste, bravo a mandare al bar un difensore con una finta e a vedere l’ex Rayo Vallecano. Tre minuti dopo arriva il vantaggio galiziano: Bigas si addormenta e cicca il pallone regalandolo a Rossi che, tutto solo davanti a Lizoain, non può proprio sbagliare. Il Celta non si ferma dopo il vantaggio, come spesso accaduto, e continua a far male ad un Las Palmas completamente in balia dell’avversario e va vicino al raddoppio con due punizioni, prima con Wass e poi con Aspas, ma la prima è troppo centrale, mentre la seconda viene deviata pericolosamente in angolo. Proprio questi ultimi due si rendono autori di una grande azione al 26′: il danese con un lancio no-look imbecca perfettamente lo spagnolo che si allunga il pallone bruciando tutti, ma sbaglia incredibilmente a tu per tu con Lizoain. Il Las Palmas si sveglia solo alla mezz’ora e dopo un’occasione con Boateng, fermata ottimamente da Sergio Alvarez, riesce ad infilare il Celta al 34′ con un bel gol di David Simòn su imbeccata di Jonathan Viera. Gol che, però, viene annullato per un fuorigioco che non c’è affatto e, sul capovolgimento di fronte, arriva il raddoppio del Celta, firmato ancora da Giuseppe Rossi: l’italo-americano è rapidissimo ed approfitta di una pessima respinta di Lizoain sul tiro insidioso di Aspas che, pur non segnando, è assolutamente decisivo in un modo tutto suo, mostrando ancora una volta una condizione fisica davvero spaventosa. Le emozioni del primo tempo non si fermano qui ed al 42′ il Las Palmas coglie la traversa con Vicente Gomez: sarà di fatto l’ultima occasione di riaprire veramente il match.

Nella ripresa i ritmi calano ed il Celta controlla il match per dieci minuti buoni, prima di mettere a segna anche il terzo gol al 56′: Jozabed ruba ancora palla al dormiente centrocampo canario e lancia Rossi in campo aperto. Pepito entra in area, guarda Lizoain e lo batte per la terza volta. Dalle stalle alle stelle in una sola notte per l’italo-americano, che non metteva a segno una tripletta dall’Ottobre 2012, nel celebre 4-2 della Fiorentina sulla Juventus. Al 60′ il Las Palmas abbozza una reazione con un tiro a giro da posizione defilatissima di Jesé, davvero spento questa sera, con Sergio Alvaréz costretto ad un grande volo. Due minuti dopo il Celta si divora il quarto gol con Sisto che tira davvero malissimo, calciando sull’esterno della rete, mentre dall’altro lato è ancora David Simòn a divorarsi l’occasione dell’1-3, non riuscendo a controllare il pallone nel traffico. Il gol che rende meno amara la serata del Las Palmas arriva all’80’ ed è ancora una volta Bigas, come all’andata, a punire il Celta, segnando un gol in sforbiciata a porta vuota, dato che Sergio Alvarez era uscito malissimo sul corner. Negli ultimi minuti, il Celta tenta di dare una mano al Las Palmas e per poco Roncaglia non rischia un clamoroso autogol. Dopo una piccola rissa finale con protagonista Pape Cheikh e Jonathan Viera, Clos Gomez fischia la fine del match che sancisce tre punti davvero molto pesanti per il Celta Vigo che rilancia le proprie ambizioni europee portandosi a -6 dall’Athletic Bilbao con una partita in meno.

TABELLINO DELLA GARA

RC Celta Vigo 3-1 UD Las Palmas 12′, 36′, 56′ G. Rossi (C), 80′ Bigas (P)

RC Celta Vigo (4-2-3-1): Sergio Alvarez; Roncaglia, Fontàs, Cabral, Jonny; Wass, Radoja; Iago Aspas (dall’80’ Beauvue), Jozabed (dall’89’ Pape Cheikh); G. Rossi (dal 67′ Pablo Hernandez); All. Eduardo Berizzo

UD Las Palmas (4-3-3): Lizoain; Javi Castellano, Bigas, Garcia, David Simòn (dal 66′ M. Machedo); Jonathan Viera, Roque Mesa, Gomez (dal 74′ Halilovic); Jesé, Boateng (dal 66′ Livaja), Tana; All. Quique Setien

MVP: Giuseppe Rossi (C)

Arbitro: Carlos Clos Gomez (Saragozza)

Ammoniti: Bigas (P), Roncaglia (C), Jonny (C), Jesé (P), Jonathan Viera (P), Pape Cheikh (C)

Stadio: Estadio Balaidos

Spettatori: 14.212

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 171 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.