Sorprese, ritorni e riconferme. Cadono Boca e San Lorenzo, Scocco porta il Newell’s al secondo posto. Il “Pincha” rivede la luce e Martinez regala i tre punti al River Plate

SEBA GRANATA

La giornata delle sorprese. Non c’è titolo più azzeccato di questo per descrivere la sedicesima giornata di Primera Division. La notizia più importante arriva da “La Bombonera“, dove il Boca Juniors scendeva in campo già consapevole della sconfitta del San Lorenzo, e del fatto che, vincendo contro il Talleres Cordoba, sarebbe potuto andare in fuga con sei punti di vantaggio sul secondo posto. La partita si indirizza sui binari giusti al 25′, quando Benítez realizza sugli sviluppi di un calcio d’angolo, il goal dell’1-0 per gli “Xeneizes“. I padroni di casa però si rilassano troppo, concedendo diversi spunti offensivi agli avversari e calando molto nella fase difensiva. Non a caso, alla fine del primo tempo, la “T” trova il sorprendente pareggio con Ramis, bravo a trovare il varco giusto tra le vie centrali dei difensori gialloblù. Per tutto il secondo tempo, il Talleres continua la sua spinta e prova a piazzare il colpo a sorpresa. Dopo diversi tentativi vanificati da un Agustin Rossi in serata di grazia, all’82’ Reynoso trova la rete dell’incredibile sorpasso: 2 a 1 e tre punti importantissimi per la squadra di Kudelka, che torna a vincere a Buenos Aires dopo 31 anni. Occasione persa e qualche meccanismo da rivedere invece per Guillermo Barros Schelotto, che ritrova la sconfitta dopo cinque vittorie consecutive.

Altro risultato inaspettato è la sconfitta del San Lorenzo. Brutta la partita disputata dal “Ciclón“, uscito sconfitto con merito dal “Malvinas Argentinas“. Nonostante la superiorità numerica per gran parte del secondo tempo (espulso Gimenez per i padroni di casa), la squadra di Aguirre non riesce ad esprimere il proprio gioco, è perde un ottima occasione per poter agganciare il Boca al primo posto. Il protagonista di giornata per il Godoy Cruz è Pol Fernández, che con una doppietta (primo gol al termine di un contropiede letale di Correa, secondo su calcio di rigore) regala il secondo successo consecutivo al “Expreso“.

Chi approfitta di questi due passi falsi è il Newell’s Old Boys, che asfalta il Vélez con un pesante 3-0 e si porta in seconda posizione. “Man of the match” è Ignacio Martín Scocco, autore di una tripletta: le prime due reti le mette a segno nel primo tempo, su assist di Quignón e di Isnaldo, mentre il terzo gol lo realizza ad inizio ripresa con un missile da fuori area imprendibile per Assmann. La “Lepra” con questa vittoria, riscatta la pesante sconfitta della settimana scorsa sul campo del Defensa y Justicia.

Un’ altra grande sconfitta sorprendente è quella del Racing, che perde a Córdoba contro il Belgrano. Dopo aver fallito una serie incredibile di palle-gol nel primo tempo (clamorosa in particolare quella di Martínez), Velázquez e Márquez puniscono l’ “Academia“, regalando al “Pirata” il suo secondo successo stagionale, in un campionato davvero complicatissimo. Torna a vincere dopo cinque giornate invece l’Estudiantes. È capitan Desábato a firmare l’1-0 ai danni del Patronato, con la specialità della casa, il colpo di testa. Il “Pincha“, con questi tre punti fondamentali, esce dal suo periodo nero e grazie anche agli altri risultati di giornata, torna incredibilmente in lotta per il titolo, a meno quattro dalla vetta. Il bello della Primera.

Il Colón spezza la maledizione e torna a vincere il “Clásico” di Santa Fe. Il “Sabalero” batte l’Unión, cosa che non succedeva dal 2012, e lo fa per 2-0 in trasferta. Partita nervosa all’ “Estadio 15 de Abril“, con quattro espulsi nel secondo tempo: Torres e Silva per i rossoneri, De Iriondo e Algozino per “El Tate“. Colón in vantaggio al 59′ con Ortíz, bravo a farsi trovare sul secondo palo e a insaccare di testa sul calcio di ponzino dalla tre-quarti di Torres. La reazione del Tatengue è confusa e all’85’ Garnier raddoppia chiudendo i conti con la fotocopia del primo gol: altro colpo di testa sul secondo palo su punizione. Prima vittoria per il neo-tecnico ed ex juventino Paolo Montero.

Il Defensa y Justicia esce sconfitto dal campo di un Huracán rigenerato dalla cura Azconzábal (Copa Sudamericana a parte), e che continua a fare punti in chiave salvezza. RomatGonzález (gran gol dopo una serie di dribbling in area) realizzano le reti della vittoria tra il 14′ e il 20′, con il “Globo” che vince la sua terza partita consecutiva. Da sottolineare la prestazione tra i pali di Marcos Díaz, capace di parare qualsiasi tiro dei giocatori ospiti. Male invece la difesa dell’ “Halcón.

Parliamo ora di due successi in trasferta all’ultimo minuto. Il primo è quello del Rosario Central, che batte il Quilmes 1-0 grazie alla rete di Camacho all’89’. Allo stesso minuto Alemán regala i tre punti al Gimnasia in casa del Tigre con un tiro dal limite dell’area che sorprende Ibañez. “El Matador” che nonostante le tante occasioni create, non riesce a superare un Martín versione saracinesca. Seconda vittoria di fila per il “Lobo“, che dà così un dispiacere al grande ex Pedro Troglio, ora allenatore dei rossoblù. Finisce senza reti la prima partita ufficiale del 2017 dell’Independiente. Dopo il rinvio della sfida contro il Talleres, il “Rojo” sbatte contro il muro del San Martín (SJ), senza riuscire a conquistare i tre punti davanti ai propri tifosi. Niente da fare per Albertengo e Gigliotti, al rientro in Argentina dopo l’esperienza in Cina.

Nel posticipo del martedì, il River Plate batte il Lanús 3-1 in trasferta alla “Fortaleza” riscattando così la sconfitta subita nella “Supercopa” argentina. A passare in vantaggio era stato però il “Granate“, con Sand che al 35′ approfitta di un’indecisione della difesa biancorossa. Il pari del River arriva al terzo minuto della ripresa, quando Rojas batte Andrada per l’1-1. L’episodio decisivo si materializza al 79′: Gonzalo Martínez, migliore in campo, su calcio di punizione segna, grazie ad una deviazione decisiva, la rete che porta i “Millonarios in vantaggio. Al 90′ il River trova anche il gol del 3-1 con Auzqui, che chiude la partita finalizzando una bellissima azione dello scatenato Martínez. Con questa vittoria, la squadra di Gallardo resta in piena corsa per un posto nella prossima Copa Libertadores.

Questi tutti i risultati della 16′ giornata di Primera Division:

Quilmes-Rosario Central  0-1  89′ Camacho

Unión-Colón  0-2  59′ Ortíz, 85′ Garnier

Newell’s Old Boys-Vélez  3-0  8′, 36′, 51′ Scocco

Tigre-Gimnasia  0-1  89′ Alemán

Independiente-San Martín (SJ)  0-0

Huracán-Defensa y Justicia  2-0  14′ Romat, 20′ M. González

Belgrano-Racing  2-0  50′ Velázquez, 83′ Márquez

Sarmiento-Temperley  2-1  39′ M. Figueroa (T), 64′ Nuñez (S), 65′ Balboa (S)

Estudiantes-Patronato  1-0  37′ Desábato

Godoy Cruz-San Lorenzo  2-0  45’+1, 79′ rig. Pol Fernández

Olimpo-Banfield  1-0  83′ Cabral

Boca Juniors-Talleres  1-2  25′ Benítez (B), 45’+1 Ramis (T), 82′ Reynoso (T)

Arsenal-Atlético de Rafaela  1-2  33′ Gudiño (R), 67′ L. Díaz (R), 78′ Brunetta (A)

Atlético Tucumán-Aldosivi  0-0

Lanús-River Plate  1-3  35′ Sand (L), 48′ Rojas (R), 79′ G. Martínez (R), 90’+2 Auzqui (R)

COPY CODE SNIPPET

About Federico Solimando 26 Articoli
Studente e studioso, giornalista per passione, amante incondizionato del calcio estero, in particolare quello sudamericano, nello specifico quello argentino ("Millonarios"da sempre!) Buddista della corrente "Nichireniana", sono un appassionato della filosofia orientale, in particolare di quella giapponese. Una frase da ricordare sempre: "Nessuna notte è così lunga da impedire al sole di risorgere"

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.