Liga, Borges sbaglia, Iago Aspas no: il derby galiziano si tinge del celeste di Vigo

Non sarà stato uno dei derby galiziani più belli della storia a livello di occasioni, ma a livello di furore agonistico, di intensità e di tifo è stato sicuramente un bel vedere. Alla fine, a spuntarla è stato il Celta Vigo che esce vittorioso dal Riazor grazie alla maggior qualità della sue punte rispetto a quelle del Deportivo La Coruña. Gli episodi decisivi sono due: il gol fallito da Borges e la zampata vincente di Iago Aspas, arrivato a quota 100 gol totali in tutte le squadre in cui ha militato (Siviglia Liverpool), ma è sicuramente il gol più speciale, impreziosito dal fatto che il numero 10 di Moaña non aveva mai segnato al Riazor. Ciò che invece rende speciale questa vittoria per il Celta, è il fatto di aver preparato la partita in soli due giorni per la dura trasferta in Russia causa Europa League, ma Berizzo aveva già avvisato in conferenza stampa che il suo Celta avrebbe puntato comunque a vincere ed avrebbe giocato con la miglior formazione possibile: detto, fatto.

Il primo tempo è giocato a viso aperto da entrambe le squadre e, nonostante i ritmi non siano altissimi, i ventidue in campo non si risparmiano qualche colpo proibito. A fare le spese di tutta questa foga e Guidetti, costretto a lasciare il campo  dopo 12′ per u n fastidio al ginocchio, lasciando spazio a Beauvue. Il guadalupense, nonostante sia appena tornato dall’infortunio, sembra aver già scavalcato nelle gerarchie del Toto Pepito Rossi, sempre più ai margini della rosa. La partita è priva di occasioni vere, con i giocatori di entrambe le squadre che puntano più alla luna che alla porta, come si evince dalle bruttissime conclusioni di Joselu Wass da calcio piazzato. La prima vera occasione per i galiziani di Vigo arriva al 39′: dopo una lunga azione insistita, con conseguente uscita inspiegabile di Lux dai pali e con Iago Aspas che non riesce ad approfittarne, il pallone arriva in modo fortunoso sulla testa di Bongonda ma il belga non riesce a dare né forza, né precisione al pallone e consegna il pallone a Lux tornato in porta tra le urla di rimprovero di tutti i suoi compagni, Pepe Mel incluso. Sul finire del primo tempo il Celta sfiora il vantaggio con Wass, ma il tiro del danese viene deviato in angolo.

La ripresa si apre con un errore da matita rossissima di Roncaglia che cicca completamente il pallone e se lo lascia rubare da Borges. Il costaricense non vuole essere da meno e mostra al numero 24 celeste cosa significa sbagliare per davvero e spara addosso a Sergio Alvarez e sulla respinta Bruno Gama non riesce a mettere dentro, mentre dagli spalti i tifosi del Depor non hanno di certo parole gentili per Borges. Dopo altre due conclusioni da dimenticare, con Wass che regala un altro pallone ai tifosi rivali e con Juanfran che manda il pallone non si sa dove, arriva il secondo tiro nello specchio del Deportivo, ma Carles Gil non è abbastanza cattivo e tira troppo centralmente. Al 74′, però, Iago Aspas mostra a Borges come essere decisivi e sulla fantastica pennellata dalla destra di Beauvue, mette il suo indelebile zampino sul derby galiziano anticipando la difesa ed andando ad esultare sotto la curva del Depor che, dopo averlo fischiato tutta la partita, si prende un doloroso benservito. Nel finale il Depor sfiora il pareggio con il colpo di testa di Emre Colak, ma la sua conclusione termina di poco a lato. Il derby galiziano si chiude, quindi, con un’altra vittoria del Celta dopo il roboante 4-1 del Balaidos ed ancora una volta è Iago Aspas a lasciare il segno, un segno che i tifosi del Depor, dopo quest’anno, ricorderanno per sempre.

TABELLINO DELLA GARA 

Deportivo La Coruña 0-1 RC Celta Vigo 74′ Iago Aspas

Deportivo La Coruña (4-2-3-1): Lux; Juanfran, Albentosa, Arribas, Lusinho; Bergantiños, Pedro Mosquera; Bruno Gama (dal 60′ Carles Gil), Borges, Fajr (dal 77′ E. Colak); Joselu (68′ Andone); All. Pepe Mel

RC Celta Vigo (4-2-3-1): Sergio Alvarez; Jonny, Roncaglia, Cabral, Hugo Mallo; Pablo Hernandez, Radoja; Bongonda (dal 71′ Sisto), Wass (dall’87’ Jozabed), Iago Aspas; Guidetti (dal 12′ C. Beuuvue): All. Eduardo Berizzo

MVP: Iago Aspas (C)

Arbitro: Juan Martinez Munuera (Benidorm)

Ammoniti: Cabral (C), Luisinho (D), Hugo Mallo (C), Lux (D), Pedro Mosquera (D), Pablo Hernandez (C), Sisto (C), E. Colak (D)

Stadio: Estadio Municipal de Riazor

Spettatori: 30.760

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.