Ligue 1, 28°giornata: PSG di misura col Nancy, dietro Lione e Bordeaux si annullano a vicenda

La Ligue 1 sarà una cosa a tre, la notizia ha quasi dell’ufficiale e molti degli addetti ai lavori definiranno questa una notizia banale e ripetitiva. Ma nel pareggio della Matmut Arena c’è tutta la differenza che le due compagini hanno rispetto alle prime della classe, soprattutto dal punto di vista della costanza. Prime della classe che, senza faticare più di tanto, ottengono il massimo risultato con il minimo sforzo, Monaco escluso.

Indietreggiando a Venerdì, come dicevamo, Bordeaux e Lione si sono annullate sull’1-1: i girondini si sono fatti preferire per lunghi tratti per il gioco e si sono portati in vantaggio con Vada, al secondo centro consecutivo. Hanno però avuto un difetto, quello di tirare i remi in barca troppo presto, e quando davanti hai Fekir,Lacazette e Depay questo è quantomai un errore. Stavolta però il giustiziere è Mammana, che segna di testa. Come dicevamo in precedenza, pareggio che porta il Lione a -15 dal terzo posto, ovvero addio sogni Champions.

PSG e Nizza hanno così il tempo per scappare, nonostante non giochino il miglior calcio della stagione contro il Nancy ed il Digione: i parigini vengono letteralmente ingabbiati da mister Correa, che azzecca anche i cambi a fine partita e con Busin rischia il gol beffa. Subito dopo su ripartenza grande triangolo Aurier-Ben Arfa, subentrato, con l’ivoriano che viene atterrato. Cavani fa 1-0 ma il Nancy non muore e con Hadji rischia di pareggiarla. Alla fine, è un +3 d’oro per il Parigi prima di ributtarsi in Europa. Il Nizza, anch’esso di misura a Digione, passa grazie ad un gol di Cyprien, un’assicurazione: quando i rossoneri sono in affanno eccolo segnare il gol partita con un grandissimo stop a seguire e tiro.

Il resto della giornata è formato da una sfilza di pareggi che smuovono poco la classifica: Bastia-St Etienne 0-0, Montpellier-Guingamp 1-1 e Metz-Rennes 1-1. Chi invece è bravo a scrollarsi ufficialmente e definitivamente dalla zona retrocessione è l’Angers, che con un coperto 5-3-2 si prende Caen e vince la quarta partita consecutiva, stavolta per 2-3, che vale il decimo posto.

A Lorient, il Marsiglia gioca sul velluto e trionfa per ben 1-4 sull’ormai fanalino di coda, sempre più in orbita Ligue 2. Sanson trova la prima rete in maglia OM mentre per il Lorient è il solito Moukandjo a salvare la faccia.

Tolosa e Lille pareggiano 1-1 in un match tutto sommato equilibrato in cui il Tolosa è sembrato più fluido ed armonioso nel gioco. Il Lille, con l’ingresso di Lopes nel secondo tempo e la bocciatura di El Ghazi, apatico da quando è arrivato nel Nord, è riuscito con i nervi a parvenire al pareggio, con Benzia, al 80′. Pochi minuti dopo il Tolosa fallirà un rigore con Braithwaite che si fa imbambolare da un Enyeama molto scaltro nel far perdere concentrazione all’avversario.

Chiude lo strepitoso Monaco, che continua a segnare a valanga e travolge il Nantes 4-0: il racconto, firmato TuttoCalcioEstero, potete trovarlo qui: http://www.tuttocalcioestero.it/2017/03/06/nel-principato-nata-stella-mbappe-continua-segnare-monaco-vincere-convincere-4-0-al-nantes-solito-3-psg-nizza/147802

CLASSIFICA( dopo 28 giornate):

Monaco 65 PSG,Nizza 62 Lione 47 Bordeaux 43 Marsiglia 42 St.Etienne 40 Rennes 37 Tolosa 36 Angers 36 Guingamp 35 Nantes 34 Montpellier 33 Caen 31 Metz 31 Lille 30 Nancy 28 Digione 27 Bastia 25 Lorient 22.

 

 

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.