Giappone, Meiji Yasuda J2 League, 2° giornata: Shonan unica squadra a punteggio pieno, stecca il Nagoya. L’Avispa Fukuoka ottiene i suoi primi tre punti

La seconda giornata di Meiji Yasuda J2 League ha decretato la prima capolista del campionato: lo Shonan Bellmare. La squadra della baia di Segami è, infatti, l’unica squadra ad aver vinto due partite su due, mentre le altre squadre che avevano vinto all’esordio hanno pareggiato o perso.

La squadra di Cho Kwi-Jae ha battuto senza troppi problemi il Thespakusatsu Gunma, ora ultimo in classifica, per 3-1, in un match dominato a larghi tratti. La partita si mette subito bene per lo Shonan che si porta avanti al 10′ grazie allo sfondamento di Daiki Sugioka che salta tutti ed è bravo ad infilare il pallone all’angolino destro. Il gol demoralizza subito il Thespakusatsu che mette in mostra i soliti limiti difensivi che gli sono valsi il titolo di seconda peggior difesa delle scorso campionato (66 gol in 42 partite) ed è fortunato a chiudere il primo tempo sull’1-0. La ripresa, però, si apre subito con un rigore a favore dello Shonan che lo trasforma con Takayama. Questa volta il Thespakusatsu risponde presente ed al 54′ riapre il match con il tiro da distanza ravvicinata di Takai, bravo a seguire l’azione ed a sfruttare una serie di rimpalli che ha portato il pallone sui suoi piedi. Ad un quarto d’ora dalla fine, però, lo Shonan richiude la partita andando a segno ancora con Takayama, imbucato perfettamente da Kikuchi.

Pareggio casalingo per il Nagoya Grampus che non va oltre l’1-1 contro lo Gifu nel primo Meigi Derby della storia della J-League. Il primo tempo è netto dominio dello Gifu che sfiora subito il gol con un bel tiro dalla distanza dello spagnolo Sisi (ex Osasuna). La risposta del Nagoya non si lascia attendere e per poco Sato non mette a segno il suo primo gol in maglia rossa, con il pallone toccato da un difensore dello Gifu e messo in angolo A metà gara, pericolosissimo è un cross di Furuhashi che diventa poi un tiro insidioso che Narazaki è costretto a mettere in angolo. Nel secondo tempo, il Nagoya riesce finalmente ad uscire e calcia per la prima volta in porta, ma la conclusione di Izumi termina sul fondo. Le Furie Rosse iniziano anche a pressare più alto, ma dietro lascia spazi invitanti per le ripartenze dello Gifu. Spazi che saranno fatali alla squadra di Kazama che al 79′ va sotto per effetto di un gran gol di Tanaka che tira tra due avversari mantenendo il pallone basso, facendolo passare tra palo e portiere con una traiettoria impossibile. La reazione del Nagoya è furiosa, con Kazama che inserisce anche Simovic per dare ancor più pesantezza all’attacco e per sfruttare tutti i metri del gigante svedese. Proprio grazie a Simovic il Nagoya riesce a guadagnare il corner sulla quale si avventa Uchida di testa per pareggiare l’incontro, per la gioia di tutto il Toyota Stadium. Spinto dal pubblico, il Nagoya ha anche l’occasione per vincerla nei cinque minuti di recupero concessi, ma Sato è ancora una volta sfortunatissimo: il suo tiro da dentro l’area viene prima salvato sulla linea e sulla ribattuta esce fuori davvero di un niente. Alla fine il Meigi Derby si chiude con il giusto risultato di parità, poiché nessuna delle due formazioni meritava di perdere.

Primi tre punti per l’Avispa Fukuoka, sconfitta all’esordio. che vince per 2-1 in casa del Renofa Yamaguchi. A sfiorare il vantaggio ad inizio gara, però, sono i padroni di casa con un pallonetto di Kishida calibrato male. L’Avispa risponde subito e va vicino all’1-0 con un tiro al volo di Ishizu che è poco potente ma molto angolato e solo la manona di Yamada impedisce al pallone di finire in porta. Al 13′  arriva il vantaggio dell’Avispa: da calcio d’angolo arriva la zuccata di Wellington a battere Yamada, che se la prende con la sua difesa per aver lasciato scappare il brasliano. L’Avispa capisce che il punto debole dello Yamaguchi sono i corner e, sempre dalla bandierina sfiorano il 2-0, con il pallone salvato sulla linea, anche se molti giocatori dell’Avispa protestano per il fallo di mano del difensore dello Yamaguchi che ha fatto il miracolo. Prima della fine del primo tempo, l’Avispa trova anche il 2-0 con un tiro a giro perfetto di Ishizu dal limite dell’area su cui Yamada nulla può. Nella ripresa, l’Avispa si addormenta e, in J2 League, non puoi permetterti ciò e lo Yamaguchi glielo fa capire segnando un gol da circa ventisette metri con Kozuka, con il pallone che sbatte sul palo sinistro per poi entrare in rete. Il gol riporta l’Avispa sull’attenti e, nonostante la spinta offensiva dei padroni di casa, riesce a portare a casa i primi tre punti della stagione, anche se la prestazione del secondo tempo è stata tutt’altro che impeccabile.

Pareggio per 1-1 tra V-Varen Nagasaki Yokohama, con le due squadre che si portano entrambe a quota 4 punti. Dopo un primo tempo abbastanza noioso, la ripresa si accende subito con un rigore concesso allo Yokohama per fallo di mano di Sawada, trasformato in seguito da Lajaab. Il gol scuote il Nagasaki che sfiora il pareggio con un destro dalla lunga distanza di Shimada, parato in due tempi da Takaoka, che richiama i suoi all’attenzione. Il richiamo, però, non basta e lo Yokohama subisce il gol del pareggio di Nakamura a dodici minuti dal termine dell’incontro, complice anche una decisiva e leggera deviazione sul tiro del centrocampista a spiazzare Takaoka. Il Nagasaki, trovato il pari, va vicinissimo alla vittoria e solo il palo nega il gol ad Onaga, bravo a provarci da circa trenta metri.

Pareggio con lo stesso risultato tra Fagiano Okayama Roasso Kumamoto. I padroni di casa dominano il primo tempo creando moltissime occasione, ma mancano di concretezza. Concretezza che trovano nel secondo tempo quando, al 47′ Toyokawa infila Sato di testa, schiacciando il pallone per terra. Secondo tempo che vede protagonista che il Kumamoto che sfiora il pareggio con Kotani che ruba il pallone a Kiyama e si porta davanti a Kushibiki, bravissimo a chiudere le gambe e a deviare in angolo. Al 92′, però, arriva la beffa per l’Okayama e stavolta Kushibiki si rende protagonista in negativo: il portiere esce malissimo dalla sua porta per evitare che Kotani colpisca di testa, ma calcola male il tempo dell’uscita e Kotani, seppur da debita distanza, riesce a colpire di testa e ad infilare nella porta sguarnita, dando un punto insperato ai suoi.

Pareggio spettacolare tra Kamatamare Machida, con la partita che si chiude con un 2-2 spettacolare, con ben tre gol segnati negli ultimi dieci minuti (recupero compreso). Il primo gol è del Machida che passa in vantaggio prima della fine del primo tempo con Nakashima che, completamente solo, è libero di appoggiare in porta. Nel secondo tempo la partita si accende e le occasioni fioccano da ambo le parti, ma è il Kamatamare a trovare il pareggio con uno splendido tiro di Nakama da circa 25 metri. In pieno recupero, il Kamatamare trova anche il gol del sorpasso con il bel sinistro da posizione defilata di Baba, ma le emozioni non sono affatto finite perché, al 95′ Matsumoto riesce ad appoggiare in rete da distanza ravvicinata, nonostante il pressing di ben tre giocatori.

Vittorie di misura per Tokyo Verdy Kyoto Sanga, con i primi che battono l’Oita Trinita grazie al gol di Pinheiro da distanza ravvicinata al minuto 41, mentre i secondi hanno ragione del Tokushima Vortis solo al 90′, grazie al primo gol di Tulio, ex Nagoya che, dopo essere stato messo davanti alla porta da Oris, non sbaglia.

Grande vittoria del Mito Hollyhock che spazza via il Kanazawa per 4-0. Dopo il gol di Hashimoto a dieci minuti dal termine del primo tempo, il Mito travolge il Kanazawa nella ripresa in un solo minuto, prima con il gol di Hayashi e poi con l’autogol di Yamafuji. Ad arrotondare ancor di più il risultato ci penserà poi Maeda a cinque minuti dal termine.

Pareggio per 1-1, invece, tra JEF United Chiba Montedio Yamagata. Dopo un primo tempo dominato dal Chiba, a passare in vantaggio è lo Yamagata al 53′ con Sakano, lasciato colpevolmente solo sulla sinistra. Il pareggio del Chiba, però, arriva sette minuti dopo grazie al rigore trasformato da Funayama. Chiude il programma della seconda giornata di Meiji Yasuda J2 League il pareggio a reti inviolate tra Ehime Matsumoto Yamaga, ma le emozioni non sono affatto mancate, con i padroni di casa che sono andati più vicini al gol del vantaggio rispetto agli ospiti anche se, nella seconda metà del secondo tempo, lo Yamaga ha avuto due occasionissime per portare a casa i tre punti.

RISULTATI 2° GIORNATA – Meiji Yasuda J2 League

Sabato 4 Marzo

Nagoya Grampus 1-1 FC Gifu 79′ Tanaka (G), 90′ Uchida (N)

Mito Hollyhock 4-0 Zweigen Kanazawa 35′ Hashimoto, 61′ Hayashi, 62′ Yamafuji (aut.), 84′ Maeda

JEF United Chiba 1-1 Montedio Yamagata 53′ Sakano (Y), 60′ Funayama (C)

Kyoto Sanga 1-0 Tokushima Vortis 90′ Tulio

Shonan Bellmare 3-1 Thespakusatsu Gunma 10′ Sugioka (S), 49′, 73′ Takayama (S), 54′ Takai (T)

Domenica 5 Marzo

V-Varen Nagasaki 1-1 Yokohama FC 59′ Lajaab (Y, rig.), 78′ Nakamura (N)

Kamatamare Sanuki 2-2 Machida Zelvia 45′ Nakashima (M), 82′ Nakama (K), 90’+1 Baba (K), 90’+5 Matsumoto (M)

Fagiano Okayama 1-1 Roasso Kumamoto 47′ Tokoyama (O), 90’+2 Kotani (K)

Tokyo Verdy 1-0 Oita Trinita 41′ Pinherio

Renofa Yamaguchi 1-2 Avispa Fukuoka 13′ Wellington (A), 39′ Ishizu (A), 53′ Kozuka (Y)

Ehime FC 0-0 Matsumoto Yamaga

CLASSIFICA

Shonan Bellmare 6 pt

V-Varen Nagasaki 4 pt

Nagoya Grampus 4 pt

Roasso Kumamoto 4 pt

Montedio Yamagata 4 pt

Yokohama FC 4 pt

JEF United Chiba 4 pt

Ehime FC 4 pt

Mito Hollyhock 3 pt

Avispa Fukuoka 3 pt

Kyoto Sanga 3 pt

Oita Trinita 3 pt

Tokushima Vortis 3 pt

Tokyo Verdy 3 pt

FC Gifu 2 pt

Kamatamare Sanuki 1 pt

Renofa Yamaguchi 1 pt

Machida Zelvia 1 pt

Matsumoto Yamaga 1 pt

Fagiano Okayama 1 pt

Zweigen Kanazawa 0 pt

Thespakusatsu Gunma 0 pt

 

 

 

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 208 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.