Torna la J. League, novità ed obiettivi per la stagione 2017

j-league

Ancora una volta la J. League 1 attua una rivoluzione, cambia ed è motivo di chiacchiere e giudizi tra i suoi appassionati. La prima divisione della J. League, che partirà il prossimo 25 febbraio, nel 2017 torna finalmente ad avere il girone unico all’italiana e le sue 18 squadre si affronteranno in match di andata e ritorno, evitando così di avere in seguito ai due gironi prima di apertura e poi di clausura i complicatissimi play-off con finale annessa per sancire il vincitore del campionato e le squadre qualificate all’edizione di AFC Champions League dell’anno successivo.
Un’altra importante novità è l’aumento da 4 a 5 (4+1) giocatori stranieri da poter inserire in ogni rosa, decisione presa dalla federazione lo scorso 23 dicembre che annunciava ai club di J. League 1 la possibilità di tesserare fino ad un massimo di 5 giocatori stranieri, a patto che almeno uno di questi sia appartenente ad una federazione della AFC e che nell’11 iniziale si mettano in campo contemporaneamente un massimo di 3 giocatori stranieri. Mentre i club non saranno tenuti a fare nessun conto per quei giocatori stranieri che provengono da federazioni asiatiche gemellate con quella giapponese, in questo caso infatti non ci sarà alcun limite né di tesseramento né di disposizione in campo.

 
Infine, però, non poteva mancare una nota amara, ovvero, in Giappone, questa stagione di J. League non sarà più trasmessa da SkyPerfectTV ma la nuova emittente ufficiale sarà DAZN TV, una società europea del Perform Group che sta acquistando sempre più spazio nel mondo delle trasmissioni sportive.
Delle 18 squadre, 15 sono le stesse dell’anno precedente, eccezion fatta per le tre neopromosse Cerezo Osaka, Shimizu S-Pulse e Hokkaido Consadole Sapporo.
La massima serie calcistica giapponese è notoriamente sin dal passato difficile da prevedere, e lo è anche quest’anno, ma noi di Tuttocalcioestero.it proveremo in ogni caso.
La squadra da battere sarà il Kashima Antlers, vincitori del double, campionato e Coppa dell’Imperatore, e finalista al FIFA Club World Cup nella scorsa stagione. A tutt’oggi è ancora la squadra più accreditata per il titolo, rafforzatasi durante il mercato proseguirà ciò che di buono è stato fatto nella stagione passata. I rivali più pericolosi per la squadra di Ibaraki sono gli eterni secondi Urawa Red Diamonds, che grazie ai consigli del saggio Michael Petrovic, uniti all’esperienza e alla classe della compagine di Saitama, e rafforzandosi ulteriormente, sono intenzionati a vincere il campionato che ormai sfugge per così poco da troppo tempo, sempre alle ultime battute della stagione. Sicuramente se ne vedranno delle belle fino all’ultima giornata. A queste due super favorite per il campionato non dovrebbe affiancarsi nessun altra squadra, anche se il Gamba Osaka è sempre in agguato; però se si dovesse azzardare, piuttosto che un indebolito, ma pur sempre pericoloso Kawasaki Frontale, potrebbero essere l’F.C. Tokyo e il Vissel Kobe  a mettere i bastoni tra le ruote alle due favorite per il titolo.
Nella lotta per un posto in AFC Champions League, che quasi sicuramente vedrà scontrarsi le già citate Kawasaki Frontale e Gamba Osaka, entreranno con molta probabilità anche il Vissel, l’F.C. Tokyo, il Sanfrecce Hiroshima e la neopromossa Cerezo Osaka, tutte squadre con delle rose molto interessanti e anche con singoli, giovani e meno giovani, molto talentuosi, trasformando così l’alta classifica in una vera e propria bagarre spettacolare.

 
In medio-alta classifica si potrebbe vedere l’altro 11 di Saitama, gli Omiya Ardija, del tutto intenzionati a ripetere il quinto posto del 2016, insieme ai Kashiwa Reysol e infine al Sagan Tosu. Sagan Tosu che però potrebbe avere un andamento altalenante se quest’anno Massimo Ficcadenti non riuscirà nella sfida di correggere gli errori che hanno penalizzato la sua buona compagine nella scorsa stagione e soprattutto se non riuscirà a infondere anima e carattere al suo undici.
Yokohama F. Marinos e Vegalta Sendai, invece, potrebbero avvicendarsi nella parte media se non medio-bassa della classifica per tutta la stagione. La squadra di Sendai non ha più quella verve divertente e spregiudicata che le ha quasi permesso di rimanere in alta classifica alcune stagioni fa. Mentre i Marinos, anche se fino ad oggi hanno fatto dei buoni acquisti, sono stati snaturati sia a causa della partenza di altrettanti buoni giocatori, tra cui Shunsuke Nakamura, sia a causa di un allenatore mediocre non adatto all’ambizioso progetto voluto dalla Nissan e dal City Football Group, proprietari del club. Ventforet Kofu e Albirex Niigata, insieme alle due squadre sopracitate, con tutta probabilità fluttueranno giusto al di sopra della zona retrocessione, soprattutto la seconda, mentre il Ventforet potrebbe addirittura sorprendere e terminare a metà classifica.
Infine, Jubilo Iwata, Shimizu S-Pulse e Hokkaido Consadole Sapporo se la vedranno per la lotta salvezza. Il Jubilo Iwata è la squadra che fra le tre potrebbe fare a cambio con qualche vittima sacrificale che probabilmente sarà lasciata indietro durante il corso della stagione, ma lo Shimizu e il Consadole potrebbero vedersela brutta già dopo le prime battute del campionato.
La nuova stagione si preannuncia davvero spettacolare e ancora più competitiva delle ultime edizioni e, se queste squadre e molti giocatori prenderanno coscienza dei propri mezzi e se ne avranno fiducia fino in fondo, lo sarà ancora di più.
Tuttocalcioestero.it vi invita a stare con noi per seguire un’appassionante stagione che analizzeremo giornata dopo giornata fino alla fine e che cercheremo di farvi vivere attraverso le nostre parole, non ci resta che augurarvi buona J. League a tutti!

Prima giornata (orari italiani):
Sabato 25 febbraio

Yokohama F. Marinos – Urawa Reds, ore 4:30
Sagan Tosu – Kashiwa Reysol, ore 6
Vegalta Sendai – Consadole Sapporo, ore 6
Kashima Antlers – F.C. Tokyo, ore 6
Sanfrecce Hiroshima – Albirex Niigata, ore 6
Shimizu S-Pulse – Vissel Kobe, ore 6
Cerezo Osaka – Jubilo Iwata, ore 7
Omiya Ardija – Kawasaki Frontale, ore 8
Domenica 26 febbraio
Gamba Osaka – Ventforet Kofu, ore 9

Champions League 300 x 250

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.