Copa del Rey, semifinali, andata: il Barcellona prenota la finale, Celta e Alavés rimandano tutto alla prossima settimana

La Copa del Rey è entrata nella sua fase finale con le due semifinali disputate ieri ed oggi. Per ora, solo il Barcellona ha un vantaggio abbastanza importante ed è già con un piede in finale, il tutto ai danni dell’Atletico Madrid, sconfitto 2-1 al Calderon. Questo perché nell’altra semifinale Celta Vigo Deportivo Alavés hanno impattato per 0-0, rimandando il tutto tra sette giorni.

Nella partita del Calderon, il Barcellona ha meritato la vittoria poiché è stata più cinico a sfruttare le occasioni avute, mentre l’Atletico Madrid ha sprecato troppo e, se sbagli contro il Barça, prima o poi paghi. A complicare il tutto, però, si è messo anche il risultato, avverso sin dall’inizio della partita, con Luis Suaréz grande protagonista: l’uruguagio parte dalla sua metà campo e salta facilmente la difesa rojiblanca, battendo senza troppi complimenti Moyà. Il gol innervosisce l’Atletico che non riesce proprio a rendersi pericoloso e subisce la squadra di Luis Enrique, che va vicino al raddoppio più volte. Raddoppio che arriva al 33′ con l’ennesima perla di Leo Messi: l’argentino riceve palla da Rakitic e dal limite dell’area lascia partire una sassata che sbatte sul palo sinistro e poi s’infila in porta. Un gol davvero magnifico quello della Pulce che nelle partite più importanti diventa completamente un altro calciatore. Nella ripresa l’Atletico prova a cambiare il copione del match, ma Fernando Torres, tutto solo contro Cilessen, si fa deviare il tiro dalla difesa, guadagnando solo un corner. Al 58′, però, la banda del Cholo Simeone riesce a riaprire il match con Griezmann: le petit diable sfrutta al meglio la sponda di Godin, lasciato inspiegabilmente tutto solo in area di rigore e riapre i giochi, facendo esplodere la gioia di Simeone che incita lo stadio a braccia larghe. Quattro minuti dopo è ancora il piccoletto francese a creare problemi e su un bel pallone di Filipe Luis costringe Cilessen ad un miracolo da distanza ravvicinata. Il portiere olandese è anche fortunato, poiché il pallone è centrale e non ribatte su Griezmann, con Umtiti che spazza l’area. Al 75′ Messi tenta l’ennesimo golasso da calcio di punizione ma Moyà non vuole fare nessuno sconto e devia in angolo con una stupenda parata. Negli ultimi dieci minuti è l’Atletico ad attaccare per trovare il pareggio, con Gameiro che ci prova in sforbiciata, ma il pallone finisce largo. Alla fine il risultato arride al Barcellona che, al Camp Nou, potrà anche perdere 1-0, visti i due gol segnati fuori casa.

Nell’altra semifinale, come anticipato, pareggio a reti bianche tra Celta e Alavés ma le emozioni, specie nella ripresa, non sono affatto mancate. Il primo tempo vede partire forte..il temporale. No, non è uno scherzo, è proprio il temporale il protagonista assoluto del primo tempo, che inzuppa fin da subito giocatori e tifosi. Sul campo, invece, poco da segnalare, con Celta ed Alavés che se le danno di santa ragione senza mai andare alla conclusione. Tutto quello che riescono a creare i galiziani è un cross teso di Iago Aspas per Wass, con il danese anticipato di pochissimo, mentre l’occasione per Glorioso arriva al 40′ con Manu Garcia che costringe Sergio Alvaréz. La ripresa, invece, è completamente diversa e l’Alavés sfiora ancora il vantaggio con un cross teso e forte intercettato da Cabral che, con fortuna, riesce a ridarla a Sergio Alvaréz. Mentre la pioggia non smette di scendere ma, anzi, aumenta di intensità, si sveglia finalmente il Celta Vigo e si sveglia anche Iago Aspas. Al 58′, il bomber galiziano impegna Pacheco con un tiro da distanza ravvicinata, dopo che il pallone era carambolato sui suoi piedi dopo un corner. Al 67′, Aspas si rende protagonista di un bellissimo tiro al volo su sponda di Diaz, ma il pallone colpisce la traversa e poi ribatte sulla schiena di Pacheco senza entrare in porta e tre minuti dopo, è ancora Aspas a rendersi pericoloso con un colpo di testa. Al 75′ il numero 10 decide di voler fare ancora meglio e tenta una rovesciata su una splendida imbeccata di Diaz, ma la conclusione va fuori di pochissimo. L’Alavès non resta certo a guardare e tenta di offendere in contropiede, sbagliando una clamorosa occasione con Edgar Mendez al minuto 78, ma il numero 17 decide di sparare in bocca a Sergio Alvaréz, anziché crossare al centro, scatenando le ire di Deyverson. Nel finale, il Celta coglie anche un palo con Pablo Hernandéz, bravo a recuperare il pallone dopo una mischia. Decisiva è anche la prontezza di Pacheco che devia il pallone di quel tanto che basta. Alla fine la partita termina con un pareggio che va meglio al Celta, in quanto un gol fuori casa cambierebbe tutto.

RISULTATI ANDATA SEMIFINALI – Copa del Rey

Mercoledì 1 Febbraio

Atletico Madrid 1-2 FC Barcellona 7′ Suarez (B), 33′ Messi (B), 58′ Griezmann (A) (ore 21:00)

Giovedì 2 Febbraio

RC Celta Vigo 0-0 Deportivo Alavés (ore 21:00)

 

COPY CODE SNIPPET
About Danilo Servadei 159 Articoli
Studente alla facoltà di Scienze politiche, sociali e della comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista e esperto di cinema giapponese. Amante del calcio e tifosissimo di Juventus, Celta Vigo e Nagoya Grampus.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.