Leganes-Real Sociedad 0-2, Willian José ariete con movenze da ballerino [VIDEO]

willian jose real sociedad

Terza vittoria nelle ultime quattro per la Real Sociedad che espugna Leganes col più classico dei punteggi in trasferta (0-2) e passa la notte in piena zona Europa: sesto posto provvisorio per i ragazzi di Eusebio Sacristan, che scavalcano l’Athletic Bilbao impegnato domani al San Mames contro l’Osasuna. Più dei tre punti, che ovviamente sono già tanta roba, convince la prestazione, autorevole e senza fronzoli. I baschi tornano tra l’altro a vincere lontano da Anoeta due mesi e tre sconfitte dopo il 2-0 a inizio campionato a Pamplona, allungando il periodo no del Leganes tra le mura amiche: a Butarque i “pepinitos” non hanno ancora vinto in Primera, le sconfitte interne consecutive sono quattro (a cui va aggiunto il pari a reti bianche con l’Atletico Madrid), quelle totali sono tre, quattro in cinque giornate. Insomma, dopo l’entusiasmo iniziale l’undici di Garitano comincia a capire quello che significa giocare in Primera. La classifica per ora resta comunque dignitosa, dieci punti in altrettante partite sono un bottino più che discreto per una neopromossa.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B01I3AJSQ0″]

La qualità media della Liga è, d’altronde, altissimo. La Real Sociedad di ieri sera ne è un esempio: Illarramendi ispiratissimo, Vela e Oyarzabal due spine nel fianco della martoriata difesa madrilena, Willian José bomber implacabile che sta già confermando tutto quanto di buono fatto lo scorso anno col Las Palmas. Bellissimo il gol del brasiliano, il quinto della stagione, a metà del primo tempo, un colpo di testa perfetto sul cross col contagiri di Carlos Martinez dalla destra. Come se non bastasse, l’ex Real Madrid ispira anche il raddoppio a inizio ripresa: difesa del pallone in piena area di rigore, appoggio per Zurutuza la cui conclusione è respinta da Serantes che non può nulla sul tap-in di Xabi Prieto. Il veterano non disputa di certo un match leggendario ma, a differenza del passato, può concedersi anche le pause che il suo geniale talento richiede quasi fisiologicamente. Per il resto è dominio totale dei baschi attesi, il prossimo sabato, dalla sfida a San Sebastian contro l’Atletico Madrid, una sfida che indirizzerà inevitabilmente il futuro in questo campionato: lotta per le posizioni di vertice o tranquilla metà classifica?

Clicca qui se il video non parte.

 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1742 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.