Euro 2016, quarti di finale: la Francia distrugge il sogno islandese

PARIS, FRANCE - JUNE 10: Olivier Giroud (L) of France celebrates scoring his team's first goal with his team mate Paul Pogba (R) during the UEFA Euro 2016 Group A match between France and Romania at Stade de France on June 10, 2016 in Paris, France. (Photo by Paul Gilham/Getty Images)

Si ferma qui l’Islanda. La Francia l’ha fatta esplodere 5-2 e ha dimostrato tutto il suo potenziale offensivo con una doppietta di Giroud. Tuttavia ha anche mostrato falle difensive con errori che potrebbero essere fatali giovedì contro la Germania.

Esce sotto gli applausi. Poco tempo fa, il pubblico francese lo fischiava. Oggi lo adora. Prima di Euro 2016, molti non volevano Giroud in campo: volevano Karim Benzema che non è stato selezionato per ragioni extra sportive. L’attaccante del Real Madrid è più veloce, più agile, più tecnico, ma Giroud sta dimostrando tutta l’importanza della sua presenza tra gli undici titolari. Stasera è riuscito a crearsi spazio tra i difensori per finalizzare un bellissimo cucchiaio di Matuidi con un tiro incrociato tra le gambe di Halldorsson (12° pt). Al 14° minuto del secondo tempo l’attaccante dell’ Arsenal si eleva in aria, il suo punto forte, per segnare di testa un assist di Payet su punizione. Altra qualità: la sua capacità di giocare spalle alla porta e di fare deviazioni. Al 45° (pt) una bellissima deviazione si trasforma in assist per Griezmann che segna con un cucchiaio. Un’altra deviazione di Giroud ha permesso anche, allo stesso Griezmann, di fare un assist per Payet, che segna con un tiro incrociato mancino proprio dal limite dell’area di rigore (43° pt).  

Giroud è quindi stato attore su 4 delle 5 reti francesi. L’altra è un colpo testa del polpo Pogba, su calcio d’angolo di Payet (20° pt). L’attacco dei bleu è in forma: non aveva mai segnato durante il primo tempo a Euro 2016; stasera ne ha segnate ben 4. Griezmann, Payet, Pogba, Giroud, tutti i giocatori chiave nelle fase offensiva francese hanno segnato contro la squadra Islandese che aveva dimostrato, durante le partite precedenti, la sua capacità di difendere bene e lasciare poco spazio. Contro la Francia non c’è l’ha fatta e i suoi grandi difensori (i due centrali, Amarson e Sigurdsson misurano rispettivamente 1,90 e 1,87 metri) non sono riusciti a bloccare Giroud e Pogba.

Il punto nero della vittoria francese è la difesa. I francesi hanno lasciato l’avversario tirare 11 volte (5 tiri nello specchio della porta). Segna prima Sigthorson per il 4-1 (11° st); la difesa francese è disorientata sulla seconda rete dell’Islanda con i due centrali (Umtiti e Mangala) che non giocano sulla stessa linea mentre Evra non vince il duello aereo (5-2). Meno male che Deschamps ha avuto la buona idea, dopo il 4-1, di sostituire Koscielny con Mangala. Così l’unico difensore centrale di livello ha evitato di prendere il cartellino giallo che lo avrebbe squalificato per la partita contro la Germania.

Con la sospensione di Sakho e i due infortuni di Varrane e Mathieu prima di Euro 2016, non si può dichiarare che la difesa francese sia abbastanza solida da fermare gli attaccanti tedeschi. La buona sorte è con i francesi dal momento che Gomez è squalificato. Umtiti era titolare perché Rami era squalificato ma ha dimostrato fragilità nella la sua prima partita in nazionale. Però, visto le recenti brutte performances di Rami, potrebbe forse essere, insieme a Koscielny, la migliore alternativa contro la Germania. Ultima nota negativa: il pubblico francese contro l’Islanda ha perso la battaglia delle tribune. Vista la numerosa presenza dei tedeschi, non è detto che la Francia giochi in casa giovedì.

Matthieu Bragato

COPY CODE SNIPPET

1 Commento su Euro 2016, quarti di finale: la Francia distrugge il sogno islandese

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.