Euro 2016, Gruppo C: Germania e Polonia dettano legge, l’Irlanda del Nord spera in un miracolo

 

Irlanda del Nord-Germania 0-1

La Germania guidata da Joachim Löw è chiamata a vincere e, soprattutto, convincere nella gara conclusiva del proprio girone. I tedeschi non hanno dimostrato di essere ancora al meglio delle proprie forze e peccano in più delle occasioni di eccessivo narcisismo nel costruire la propria manovra. Le aspettative sulla nazionale campione del mondo sono altissime, perciò gli uomini di Löw dovranno ritrovare lucidità e concretezza per poter puntare al titolo europeo. Gli addetti ai lavori sono stati assai severi con i tedeschi dopo il pareggio con la Polonia. L’uscita contro i polacchi non è stata assolutamente agli standard che questa nazionale può ambire, tanto da rischiare di capitolare in parecchie occasioni. L’avversario di quest’oggi è l’Irlanda del Nord, compagine che ha stupito i più scettici e ha conquistato tre punti contro l’Ucraina. I nordirlandesi tenteranno l’impresa: strappare almeno un punto alla Germania per potersi candidare ad un posto per gli ottavi di finale.

La Germania si impossessa immediatamente del pallino del gioco e si impadronisce della metà campo avversaria. Thomas Müller, fortemente criticato alla vigilia, è imprendibile per la difesa avversaria e dialoga perfettamente con il redivivo Mario Gomez. Il calciatore del Bayern Monaco centra un paio di legni e serve un assist delizioso per l’ex centravanti della Fiorentina, che da pochi passi fulmina McGovern. La Germania, con questa rete, acquisisce tranquillità e fiducia. Nella ripresa la Germania controlla il risultato, presentandosi diverse volte presso la porta difesa da McGovern. La partita termina 1-o in favore dei tedeschi che si qualificano primi nel girone. L’Irlanda del Nord può sperare ancora per accedere agli ottavi di finale. Questa vittoria scaccia via, relativamente, le nubi dalla nazionale tedesca, ma il cammino per ritornare sui livelli del mondiale brasiliano è ancora irto e scosceso. La Germania può almeno dirsi contenta di aver ritrovato Mario Gomez, il panzer tedesco si potrebbe rivelare utile nelle situazioni più disperate.

Ucraina-Polonia 0-1

L’Ucraina più che virtualmente fuori da questo europeo affronta i “cugini” della Polonia. Il campionato europeo degli ucraini è stato deludente: una compagine che può contare su individualità quali quelle di Konoplyanka e Yarmolenko non può farsi surclassare dall’Irlanda del Nord, soprattutto considerata la sconfitta immeritata rimediata contro la Germania. Una vittoria potrebbe regalare gli ottavi agli ucraini, anche se le possibilità di passaggio del turno sono davvero risicate. L’avversario dell’Ucraina è la sorprendete Polonia che si ritrova in una situazione di tranquillità con una vittoria ed un pareggio accumulato. La Polonia ha evidenziato di essere una compagine ostica e ben organizzata, che sa creare un buon numero di occasioni da goal, ma ha fatica a trovare la via della rete. La spada di Damocle pende su Milik: il giovane dell’Ajax è stato protagonista di un ottimo torneo, ma si è divorato un paio di buone chances per colpire i tedeschi nella scorsa uscita della Polonia.

L’Ucraina sembra decisa di terminare, o sperare di continuare, il proprio torneo con una prestigiosa vittoria. Gli uomini di Fomenko impegnano severamente la Polonia in un paio di occasioni, ma Fabianski riesce a districarsi abilmente. L’Ucraina si vede negare un rigore solare nella prima frazione di gioco. Nella ripresa l’Ucraina viene colpita da Kuba Błaszczykowski, l’esterno di proprietà del Borussia Dortmund infila un incolpevole Pyatov con un mancino prorompente. L’Ucraina prova a riversarsi in avanti per cercare il pareggio, ma il fortino polacco è solido e ben costruito. La Polonia vince per 1-0 e si porta al secondo posto, a causa della differenza reti che premia la Germania. L’Ucraina esce dai campionati europei con grande delusione e rimpianto, la compagine di Fomenko non ha meritato nemmeno oggi di venire sconfitta, come nella gara inaugurale contro la Germania. È mancato sicuramente il goal in queste due gare, che sarebbe stato meritato per il buon gioco espresso. Decisiva è stato il 2-0 incassato a favore dell’Irlanda del Nord che ha distrutto il morale dell’ambiente e ha precluso enormemente il passaggio del turno agli ucraini.

 

(Fonte foto: http://it.uefa.com/)

COPY CODE SNIPPET
About Edoardo Battaglion 223 Articoli
Sono nato nella provincia di Treviso nel 1993, ma ho origini olandesi. Frequento il corso magistrale di Filologia Moderna presso l'Università degli Studi di Padova. Sin da bambino il calcio ha esercitato un’enorme influenza sulla mia vita ed è una vivida passione che occupa le mie giornate. Il mio cuore batte per la nazionale olandese ed il NAC Breda. Ho collaborato per diversi blog di calcio estero e sono specializzato nell’Eredivisie.

1 Commento su Euro 2016, Gruppo C: Germania e Polonia dettano legge, l’Irlanda del Nord spera in un miracolo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.