Guida Copa América Centenario, Gruppo A: la Colombia

colombia

 

Colombia purtroppo non fa rima con benessere. Una nazione dove delinquenza e narcotraffico la fanno da padroni e occupano le pagine di tutti i giornali. Ogni tanto, però, c’è il calcio che prova a dare linfa nuova al popolo colombiano. Un popolo caldo che spinge la sua nazionale in ogni partita quasi volesse riscattarsi attraverso un pallone che rotola e una rete che si gonfia.
Los Cafeteros, così li chiamano da queste parti i ragazzi della nazionale colombiana, una squadra sempre tosta da affrontare per chiunque,  zeppa di talenti con quel giusto mix di estro e forza fisica alla quale spesso è mancato solo quel qualcosa in più per fare il salto di qualità. La nazionale colombiana ha vissuto negli anni ’90 il periodo di maggior luce della sua storia, non tanto per i risultati quanto per la generazione di fuoriclasse dell’epoca: Valderrama, capitano e talento puro di quella squadra, Higuita con la sua pazzia tra i pali, famoso il suo colpo dello scorpione, per non dimenticare la capacità realizzativa di Asprilla, vero bomber di razza.

Oggi il trend è leggermente cambiato, meno fantasia seppur siano presenti delle ottime individualità e chiavi del gioco nelle mani di James Rodriguez, talento assoluto e beniamino dei tifosi. Troppo poco forse, ma quella di oggi è una nazionale diversa che arriva negli Stati Uniti con qualche nome illustre in meno e più giocatori “normali”.
Eppure i Cafeteros si presentano a questa edizione speciale della Coppa America da quarti nel ranking FIFA, hanno ottenuto vittorie importanti nelle ultime gare ufficiali e dimostrano di essere in un buon periodo di forma.
Rispetto a un anno fa ci saranno meno stelle, hanno fatto rumore le non convocazioni di Falcao, Jackson Martinez e Guarin; inoltre non ci sarà Mario Yepes, storico capitano e leader assoluto, la sua mancanza si farà sentire soprattutto nello spogliatoio. Forse a questa squadra manca proprio un leader carismatico, la fascia sarà sul braccio di James Rodriguez e bisognerà vedere se il giovane fantasista riuscirà a portare questo peso anche nei momenti di maggiore difficoltà.

 

L’ANALISI TECNICO-TATTICA
Nazionale camaleontica, forse la vera forza di questa squadra è proprio quella di sapersi adattare all’avversario e in questo Pakerman è un maestro. Il C.T. argentino non ama seguire uno schema fisso, predilige il 4-2-3-1 e il 4-3-3 ma in tante occasioni ha stupito tutti mettendo in campo il classico 4-4-2 stando così più coperto ma facendo male in contropiede. I nomi più importanti di questa squadra sono certamente quelli di James Rodriguez e Bacca, ma anche Cuadrado e Murillo possono diventare pedine fondamentali nello scacchiere tattico dell’allenatore.

In difesa Pakerman punta sulla coppia di centrali “italiani” Zapata e Murillo, con quest’ultimo che potrebbe trovare la definitiva consacrazione anche alla luce delle parole di Ivan Cordoba, che vede nel giovane centrale dell’Inter il futuro pilastro difensivo della Colombia. In fase offensiva serviranno la velocità e il dribbling di Cuadrado uniti alla fantasia di James Rodriguez per innescare l’unico finalizzatore di questa squadra, Carlos Bacca,  che dopo l’anno poco fortunato al Milan punta al riscatto.


LA STELLA
James Rodriguez
senza alcun dubbio. Idolo in patria, capocannoniere dell’ultimo mondiale e stella del Real Madrid. A 25 anni è già tra i calciatori colombiani più forti di tutti i tempi: visione di gioco, dribbling, tiro e un piedino magico. Faccia pulita la sua, amato da tutti; le sue magliette sono tra le più vendute, anche più di quelle di Cristiano Ronaldo, secondo solo a Messi. Talento puro, in grado di cambiare le sorti della partita da un momento all’altro. Quello appena passato è stato un anno difficile per il talento colombiano che non ha trovato continuità nel rendimento ma ha già dimostrato di essere in grado di trasformarsi con la sua nazionale ed è quello che si augura un’intera nazione.

 

LA SORPRESA
Azzardiamo nel dire che Marlos Moreno non solo potrebbe essere la sorpresa di questa squadra, ma anche dell’intera Coppa America. Viste le assenze di Falcao e Jackson Martinez il giovane attaccante dell’Atletico Nacional punta a diventare il partner d’attacco di Carlos Bacca e formare così un attacco dal potenziale enorme. Classe 1996, attaccante esterno, ha nella velocità la sua caratteristica principale; in patria lo paragonano ad Asprilla mentre in Europa si è gia scatenata un’asta per lui. La sua valutazione si aggira intorno ai 10 milioni di euro ma dopo questa Coppa America potrebbe valere ancora di più.

 

PROSPETTIVE
I Cafeteros non sono sicuramente tra i favoriti, anche alla luce delle tante assenze, però guai a sottovalutare questa squadra. Il girone A  con Stati Uniti, Paraguay e Costa Rica è tutt’altro che proibitivo, quindi il passaggio del turno dovrebbe avvenire senza grossi problemi. Poi il cammino sarà tutto in salita ma se i vari James Rodriguez, Bacca e Cuadrado accendono la luce, allora il sogno potrà anche diventare realtà. Appuntamento alla partita inaugurale della competizione, il 4 giugno sarà Colombia contro i padroni di casa degli Stati Uniti.

 

CONVOCATI

Pos. Giocatore Data Nascita Squadra
P David Ospina 31 agosto 1988 Arsenal (Inghilterra)
P Robinson Zapata 30 settembre 1978 Santa Fe (Colombia)
P Cristian Bonilla 2 giugno 1993 Atletico Nacional (Colombia)
D Cristian Zapata 30 settembre 1986 Milan (Italia)
D Jeison Murillo 27 maggio 1992 Inter (Italia)
D Santiago Arias 13 gennaio 1992 Psv (Olanda)
D Stefan Medina 14 giugno 1992 Pachuca (Messico)
D Óscar Murillo 18 aprile 1988 Pachuca (Messico)
D Farid Díaz 20 luglio 1983 Atletico Nacional (Colombia)
D Frank Fabra 22 febbraio 1991 Boca Juniors (Argentina)
D Felipe Aguilar 20 gennaio 1993 Atletico Nacional (Colombia)
C Carlos Sánchez 6 febbraio 1986 Aston Villa (Inghilterra)
C Sebastián Pérez 29 marzo 1993 Atletico Nacional (Colombia)
C Daniel Torres 15 novembre 1989 Medellín (Colombia)
C Guillermo Celis 8 maggio 1993 Junior (Colombia)
C Andrés Felipe Roa 25 maggio 1993 Cali (Colombia)
C Edwin Cardona 8 dicembre 1992 Monterrey (Messico)
C Juan Cuadrado 26 maggio 1988 Juventus (Italia)
C James Rodriguez 12 luglio 1991 Real Madrid (Spagna)
A Carlos Bacca 8 settembre 1986 Milan (Italia)
A Dayro Moreno 16 settembre 1985 Tijuana (Messico)
A Marlos Moreno 20 settembre 1996 Atletico Nacional (Colombia)
A Roger Martínez 23 giugno 1994 Racing Avellaneda (Argentina)
COPY CODE SNIPPET
About Giuseppe Romano 122 Articoli
Amante e vero appassionato di calcio, tifosissimo e "super esperto" dell'Inter, amo anche il calcio inglese dove ho un debole per il Liverpool e per lo Special One! You'll Never Walk Alone

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.