Brasileirao, calciomercato: tutte le stelle verde-oro in viaggio verso l’Europa

brasileirao

Per i club europei, oggi è una giornata importante, di quelle da segnare col famoso cerchiolino rosso: si apre il calciomercato invernale. Uno dei mercati più interessanti e appetibili è, senza alcun dubbio, quello brasiliano, dove le squadre hanno terminato da meno di un mese la stagione agonistica e fino ad inizio marzo, in concomitanza con l’avvio dei campionati statali, non inizieranno la nuova stagione. A quelle latitudini, nonostante il momento non sia certamente dei migliori calcisticamente parlando, i talenti non mancano. E le principali squadre europee sono pronte a fiutare l’affare per rinforzare le proprie rose.

GABRIEL (SANTOS) – Il giocatore del Peixe è il più appetito dei nuovi talenti sbocciati in Brasile, dove alcuni lo paragonano – forse più per la comune militanza nel Santos – addirittura a Neymar. Dopo aver giocato da prima punta la passata stagione, Gabriel è esploso definitivamente in una posizione leggermente più arretrata, che gli ha dato modo di spaziare su tutto il fronte offensivo ed essere spesso d’aiuto per Ricardo Oliveira, prima punta della squadra Paulista. Il bottino sotto porta è stato di tutto rispetto: 21 goal. Ma oltre ad essere implacabile sotto porta, il giovane brasiliano ha dimostrato, a soli 19 anni, di saper sopportare il peso della maglia del Peixe. Su di lui c’è il vivo interesse di Paris St.Germain e Barcellona. Ma il Santos sembra disposto ad aspettare ancora un anno prima di cedere il giocatore: la più che probabile promozione in pianta stabile nella Seleçao di Dunga, potrebbe far lievitare ulteriormente il prezzo del cartellino.

PATO (CORINTHIANS) – L’ex giocatore del Milan, dopo alcune tribolate stagioni in maglia rossonera e col Timao, è risorto in questa stagione alla seconda annata in prestito al San Paolo. Per il Papero, schierato quasi sempre leggermente defilato sulla sinistra in modo da potersi accentrare e trovare meglio lo specchio della porta, lo score realizzativo recita ben 26 goal in 61 partite, dato, quest’ultimo, che testimonia la ritrovata efficienza fisica del brasiliano. Ora, rientrato al Cortinthians per fine prestito, il suo futuro dovrebbe essere nuovamente in Europa: Tite, allenatore del Corinthians, lo tratterebbe volentieri, ma la squadra Paulista, vincitore dell’ultimo Brasileirao, non naviga in buone acque a livello finanziario ed è costretta a cederlo. La probabile destinazione di Pato dovrebbe essere la Premier League, dov’è seguito da Tottenham e Liverpool.

LUCAS LIMA (SANTOS) – Un altro giocatore del Peixe decisamente ambito dai club europei, è Lucas Lima. Ma a differenza del già citato compagno di squadra Gabriel, il numero dieci brasiliano è esploso in un’età decisamente avanzata per il calcio brasiliano: 25 anni. Dopo non aver incantato con le maglie di Sport Recife e Internacional, Lucas Lima si è affermato gradualmente con la maglia del Peixe, risultando fra i migliori numeri 10 dell’ultimo Brasileirao, grazie ad una lucida visione di gioco e una notevole capacità nel creare occasioni per i compagni di squadra. In questi giorni, l’agente del calciatore sta effettuando un “tour” per proporlo a diversi club europei.

brasileirao
Gabriel, oggetto del desiderio di Barça e Psg.

GERSON (FLUMINENSE) – L’eclettico diciottenne brasiliano, in grado di ricoprire tutti i ruoli del centrocampo, è già stato acquistato dalla Roma, che potrà iniziare ad utilizzarlo dal prossimo 6 gennaio. La squadra capitolina, al termine di un duello col Barcellona, era riuscita a mettere le mani sul giocatore già lo scorso agosto, ma è stato deciso col Fluiminense di lasciarlo al club carioca fino al termine della stagione brasiliana. Giocatore di grande prospettiva, deve migliorare nel ritmo e nella concentrazione da tenere in partita. A Garcia, e il suo staff, il compito di trasformarlo in un giocatore “europeo”.

ALLISON (INTERNACIONAL) – Il 2015 è stato un anno particolarmente felice per Allison, portiere dell’Internacional de Porto Alegre, che ha conquistato addirittura la maglia da titolare nella Seleçao di Dunga. Secondo Globo Esporte, il futuro dell’estremo difensore verde-oro è in maglia romanista, dove approderebbe a luglio in sostituzione di Szczesny, destinato molto probabilmente ad un ritorno all’Arsenal. La reputazione di Allison in patria è decisamente elevata, tanto da essere reputato il nuovo Taffarel. E lo stesso ex portiere del Parma, interpellato a riguardo, ha dichiarato che l’attuale guardiano del Colorado è destinato a fare una carriera migliore della sua.

FRED (FLUMINENSE) – Il buon vecchio Fred, uscito con le ossa rotte dal Mondiale brasiliano, ha disputato una buona stagione nel Fluminense, dove gioca da ben sei anni dopo aver calcato a lungo i campi della Ligue 1. Nonostante le trentadue primavere, il calciatore brasiliano potrebbe tornare in Europa, dove si registra il forte interessamento del Fenerbahce.

brasileirao
Il “vecchio” Fred potrebbe tornare in Europa, destinazione Turchia

LUAN (GREMIO) – Giocatore dotato di grande talento, Luan può giocare su tutta la linea della trequarti offensiva o, all’occorrenza, anche da prima punta, con compiti tattici più da “falso nueve” che da “puntero”. Decisamente agile e veloce, il calciatore della squadra di Porto Alegre difetta un po’ in personalità, lacuna, quest’ultima, che non gli ha impedito di essere inserito nella top 11 del Brasileirao. La prossima destinazione del calciatore dovrebbe essere la Cina, anche se si registra l’interesse di qualche club inglese.

JEMERSON (ATLETICO MINEIRO) – Ventitreenne, Jemerson è considerato in Brasile il miglior difensore della sua generazione. Fisico possente, dotato di buona velocità ed estremamente pericoloso sulle palle inattive, il calciatore del Galo è stato recentemente convocato anche nella nazionale verde-oro, dov’è sceso in campo nel match contro il Perù. Il club che sta seguendo con maggior interesse il calciatore è il Milan, che deve migliorare assolutamente il proprio reparto arretrato.

GABRIEL JESUS (PALMEIRAS) – Fra i giovani brasiliani che si sono messi in luce nell’ultimo campionato, Gabriel Jesus è, senza alcun dubbio, uno dei più promettenti. Diciotto anni compiuti ad aprile, il calciatore del Verdao è stato fra i protagonisti assoluti della conquista della Coppa del Brasile, che consentirà al Palmeiras di tornare in Libertadores. Veloce, imprevedibile e dotato anche di un’ottima intelligenza calcistica, il calciatore dovrebbe essere convocato da Dunga in una delle prossima uscite della Seleçao. L’Arsenal è in prima fila per acquisire il cartellino, ma anche Juventus e Roma hanno dimostrato interesse per il calciatore.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.