L’ex Napoli Freddy Rincón ricercato dall’Interpol

Rincón

RINCON . L’Interpol ha emesso un mandato di arresto per l’ex centrocampista di Napoli e Real Madrid, Freddy Rincón. Il colombiano, 48 anni, è accusato di legami con il narcotraffico e riciclaggio di denaro sporco e il mandato riguarda tre Stati (Panama, dove è partita l’indagine, Brasile e Colombia).

Secondo le autorità panamensi, Rincon faceva parte di una società utilizzata per spedire droga negli Stati Uniti, facente capo a Pablo Rayo Montaño (esponente del temuto cartello di Calì) e avrebbe effettuato ingenti spese in Colombia con soldi riciclati dallo stesso Montaño.

Rincón, in ogni caso, si è detto tranquillo ed ha dichiarato di potersi muovere liberamente in Brasile, dove la sua posizione sarebbe già stata chiarita. Il calciatore ha confermato di conoscere Montaño, ma i legami tra i due risalirebbero ai tempi dell’infanzia, trascorsa da entrambi nella città di Buenaventura. Infine, il colombiano ha auspicato che la Colombia possa chiudere il caso, seguendo l’esempio del Brasile, ed ha sostenuto come Panama non sia in possesso di alcuna prova contro di lui.

Già nel 2013, era stato emesso un mandato di arresto (poi ritirato) nei confronti di Rincón. Il centrocampita della Colombia (84 partite e 17 reti con i cafeteros) aveva militato nel Napoli nella stagine 1994/1995, prima di toccare l’apice della sua carriera con il trasferimento al Real Madrid. L’avventura madrilena, però, durò solo mezza stagione e nel gennaio 1996, Rincón fece ritorno in Sudamerica, dove continuò a giocare fino al 2004.

 

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.