Libertadores, terzo turno: steccano tutte le grandi

Quando il fattore campo conta. In questa prima parte di terzo turno della Libertadores 2014, solo un risultato 2 su 11 partite. Le altre dieci partite sono state 5 vittorie interne e 5 pareggi. Viaggi lunghi e stancanti, altitudini pazzesche o condizioni metereologiche impreviste hanno condizionato alcune partite. Fattore campo e altre variabili impazzite. Come gli arbitri che le hanno combinate grosse anche stavolta, con rigori e cartellini rossi a volontà. Anche parecchi gol segnati, da annotare come evento raro. E allora squadre come il Cruzeiro e il Velez Sarsfield sono state sconfitte in trasferta per due a zero, rispettivamente in Uruguay con il Defensor Sporting e in Bolivia con il The Strongest. Il Gruppo 1 ha visto giocare solo la prima partita con il Velez Sarsfield sconfitto giustamente dal The Strongest, una squadra più debole ma con più motivazioni in campo. Velez schierato con le riserve ed i giovani dal Turu Flores, che ha trovato notevole difficoltà a giocare sui 3500 metri di altura di La Paz. Doppietta del numero dieci Escobar, il primo su rigore inesistente, due a zero che manda i boliviani primi proprio con il Velez a sei, aspettando l’Atletico Paranaense a tre, impegnato con l’Union Deportes. Nel gruppo 5, il Defensor Sporting trascinato dal gioiellino De Arrascaeta, che ha scherzato con la difesa brasiliana, con un assist e giocate incredibili. Non è stato da meno Gedoz, mezzapunta guarda caso brasiliana, che ha rifilato due gol ai connazionali. Cruzeiro che non ha demeritato ma non ha sfruttato il calcio di rigore al ‘68, sbagliato da Dagoberto e l’espulsione di Arias, nella stessa azione, con successivi venti minuti in superiorità numerica. Cruzeiro, nel gruppo 5, come l’Universidad de Chile l’unica per il momento ad aver vinto fuori casa: due a uno con il Garcilaso. Botta e risposta tra il ’36 e il ’39, con i peruviani andati in vantaggio con l’attaccante paraguaiano Ferreira e raggiunti da Fernandez. Cileni che ottengono la vittoria al ’76 con Gutierrez. Nel finale doppia espulsione al ’91: per i peruviani Ferreira, per i cileni Lichnovsky. Gruppo 5 che così chiude il terzo turno, con Defensor e Universidad prime a 6 punti, mentre Cruzeiro e Garcilaso inseguono a 3. Tra i tanti pareggi, nel gruppo 6 spettacolare il 2 a 2 tra i due Nacional, vale a dire i colombiani dell’Atletico Nacional e gli uruguaiani del Club Nacional. Espulsione record della storia della copa Libertadores inflitta ai colombiani. Dopo 20 secondi un brutto pestone a centrocampo di Alejandro Bernal porta l’arbitro a tirare fuori il cartellino molto frettolosamente, espellendo il giocatore e realizzando il record dell’espulsione più veloce. L’inferiorità numerica dopo 20 secondi di partita e i due gol dei cileni con De Pena e Garcia, dopo 18 minuti, sembravano aver dato una svolta definitiva alla partita. Invece grazie ad un terzino, Daniel Bocanegra, eroe e goleador per una sera, i colombiani sono riusciti a trovare il pareggio nel secondo minuto di recupero. Mentre nel gruppo 8, deludono i messicani del Santos Laguna che non sono andati oltre l’uno a uno in Venezuela con l’Anzoategui. Vantaggio ospite al ’62 con Peralta e pareggio dopo nove minuti dei venezuelani con Arteaga. Un altro girone delle sorprese è il 7, con gli ecuadoregni dell’Emelec che vincono due a uno con i messicani del Leon e balzano in testa con 6 punti, mentre il Flamengo viene bloccato al Maracanà dai boliviani del Bolivar per 2 a 2. Grande vittoria degli ecuadoregni, con assoluto protagonista il centrocampista argentino Escalada, che ha segnato una doppietta entrando a partita in corso. Per i messicani il momentaneo pareggio è stato di Pena. 4 reti nel secondo tempo e il Flamengo che ha perso un’occasione per andare in testa. Anche se il match era stato aperto dai boliviani con il colpo di testa di Capdevila al ’52, il Mengao si era portato in vantaggio con la doppietta di Everton, in gol al ’54  al ’65 ma si è fatto raggiungere da Pedriel al ’72, complice una difesa molto allegra. L’Emelec sorride, primo a 6, con Flamengo e Leon a 4 a inseguire, il Bolivar sembra già spacciato con soli 2 punti. Forse il girone più pazzo, imprevedibile ed equilibrato si sta rivelando il numero 2 dove il San Lorenzo de Almagro non è riuscito a battere i cileni dell’Union Espanola tra le mura amiche del Nuevo Gasometro, impattando per uno a uno. San Lorenzo ispirato da Correa e in gol con Matos, al ’20, colpevole di aver abbassato la guardia e di aver sbagliato il gol della sicurezza, e così si è fatto beffare all’83 da Canales. Ma la notizia shock arriva da Sangolquì, Ecuador, dove l’Independiente del Valle ha sconfitto due a uno il Botafogo. Partita condizionata da un campo ai limiti della praticabilità e da un arbitraggio che, dire casalingo, sembra un eufemismo. Ecuadoregni passati in vantaggio al ’26 con Nunez e raggiunti da Bolivar al ’59. Ma al minuto 75 l’arbitro prima espelle lo stesso Bolivar per un secondo cartellino giallo molto ma molto dubbio e subito dopo caccia Edilson dal campo per proteste. Nonostante lo sforzo in nove, il Botafogo è stato beffato proprio al novantesimo da un tiro al sette di Sornoza. Per una classifica tirata e serratissima, che vede Botafogo, Independiente del Valle e San Lorenzo a 4 punti e Union Espanola a 3. Infine, chiudiamo con il girone 4, che ha archiviato il terzo turno con la vittoria in Venezuela dello Zamora contro i colombiani del Santa Fe, per 2 a 1, mentre la capoclassifica Atletico Mineiro è stata fermata per 2 a 2 in Paraguay dal Nacional Asuncion. Zamora passato in vantaggio al ’58 con Ramirez su rigore e raggiunti da Copete al ’71, ma padroni di casa che trovano un gol incredibile con Falcon all’83, con una girata forte e molto precisa. Anche il Galo, favoritissimo alla vigilia è stato fermato sul 2 a 2. Paraguaiani in vantaggio solo dopo 8 minuti con Melgarejo ma brasiliani che stavano portando a casa la vittoria, con Josué al ’21 servito da un assist al bacio di Ronaldinho e con Jo al ’26 dopo una grande azione di Datolo; il pareggio che gela il Galo però è arrivato su rigore, con Torales, al minuto 86. Con una classifica che vede proprio i brasiliani primi a 7, seguiti da Nacional Asuncion a 4, con Santa Fe e Zamora a 3.

Risultati:

Partita dell’11/03:

Defensor Sporting (Uru) – Cruzeiro (Bra) 2-0

Partite del 12/03:

The Strongest (Bol) -Velez Sarsfield (Arg) 2-0

Atletico Nacional (Col) – Club Nacional (Uru) 2-2

Anzoategui (Ven) – Santos Laguna (Mex) 1-1

Garcilaso (Per) – U. De Chile (Cil) 1-2

Emelec (Ecu) – Leon (Mex) 2-1

San Lorenzo (Arg) – U. Espanola (Cil) 1-1

Ind. Del Valle (Ecu) – Botafogo (Bra) 2-1

Partite del 13/03: 

Zamora (Ven) – Santa Fe (Col) 2-1

Nacional Asuncion (Par) – Atletico Mg (Bra) 2-2

Flamengo (Bra) – Bolivar (Bol) 2-2

Classifiche:

Gruppo 1                                                                         Gruppo 2

The Strongest – 6                                                            Botafogo – 4

Velez – 6                                                                         Ind. Del Valle – 4

Atletico Pr – 3                                                                 San Lorenzo – 4

U.Deportes – 0                                                                U. Espanola – 3

 

Gruppo 3                                                                          Gruppo 4

O’Higgins – 4                                                                   Atletico Mg – 7

Cerro Porteno – 3                                                              Nac. Asuncion – 4

Dep.Cali – 3                                                                      Santa Fe – 3

Lanus – 1                                                                           Zamora – 3

 

Gruppo 5                                                                           Gruppo 6

Defensor Sporting – 6                                                        Gremio – 6

U. de Chile – 6                                                                   Atl. Nacional – 4

Cruzeiro – 3                                                                       Newell’s – 3

Garcilaso – 3                                                                      Club Nacional – 1

 

Gruppo 7                                                                           Gruppo 8

Emelec – 6                                                                          Santos Laguna – 7

Flamengo – 4                                                                      Arsenal de Sarandi – 3

Leon – 4                                                                              Anzoategui – 2

Bolivar – 2                                                                           Penarol – 1

(foto tratta da vistazo.com)

COPY CODE SNIPPET
About Michele Stefanelli 58 Articoli
Laureato in media e giornalismo a firenze. Giornalista, corrispondente e scrittore, passione per il calcio, esperto di calcio argentino e calciomercato.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.