Premier League preview: Moyes vuole risorgere, Mou cerca la fuga

PREMIER LEAGUE PREVIEW – Come già il turno di settimana scorsa, ancor più in questo week-end assisteremo ad un turno di Premier League, il 30°, decisamente frastagliato, in quanto ben 5 squadre saranno impegnate nei quarti di finale di FA Cup, che da questo turno si giocano in contemporanea alla Premier. Questo non vuol dire però che le poche partite che si disputeranno domani, cinque, non saranno degne di nota, tutt’altro. Nel consueto anticipo dell’ora di pranzo il Manchester United di David Moyes, dopo aver riposato lo scorso week end in quanto il derby di Manchester con il City non si è potuto disputare per la concomitanza con la finale di League Cup (giocata e vinta proprio dai cugini Citizens), cerca riscatto a West Bromwich, consapevole che non manca ormai molto alla fine della stagione e che se si vuole risalire la china e provare ad entrare in zona Europa (anche se proprio la vittoria dei cugini aprirebbe ai Red Devils le porte dell’Europa League, qualora però arrivassero sesti) è necessario ricominciare a vincere. Non sarà affatto facile perché il West Bromwich di Pepe Mel è in piena crisi e deve far punti per mantersi lontano dalla zona calda, distante solo una lunghezza. La panchina del tecnico spagnolo è tutt’altro che solida e sicuramente una vittoria contro un avversaria di questo calibro è un occasione d’oro per svoltare questo finale di stagione. Sarà una vera battaglia in campo e se i Red Devils non saranno in giornata, fatto questo accaduto abbastanza spesso finora, i Baggies potrebbero fare il colpaccio.

Alle ore 16.00 si disputeranno due scontri salvezza molto importanti, dei veri e propri six-pointer: Cardiff-Fulham, Palace-Southampton, Norwich-Stoke. Lo scontro tra Blue Birds e Cottagers è una lotta tra disperati, e per entrambe questa gara è l’ultima spiaggia prima di soccombere definitivamente alla retrocessione, che a dir la verità sembra inevitabile per entrambe. Discorso diverso per il Palace che dopo la sconfitta con lo United si è ripreso conquistando un prezioso punto a Swansea domenica scorsa. Sarà dura battere i Saints, ma qualora le Eagles di Pulis riuscissero nell’impresa si allontanerebbero dalla zona calda, ora distante solo 3 punti. Il Southampton di Pochettino è in crisi e viene da 3 sconfitte consecutive. I Saints ormai non hanno quasi più nulla da chiedere al campionato ma i tifosi sono tutt’altro che felici ed inoltre il manager argentino sa che si gioca il suo futuro sulla panchina del St. Mary’s e quindi sarà importante evitare un’altra figuraccia. A Carrow Road i canarini di Chris Hughton e lo Stoke di Hughes sono pronti a darsi battaglia per conquistare quei 3 punti che darebbero alle due squadre maggiore tranquillità in chiave salvezza.Infine il big match che andrà in scena a Stamford Bridge tra la capolista Chelsea ed il Tottenham. Sfida di certo non semplice per i Blues di Mourinho che però possono contare su uno stato di forma superiore agli Spurs di Sherwood. Per il Tottenham espugnare la tana del Chelsea è impresa quasi impossibile, più realistico puntare al pari anche se al momento la capolista sembra davvero imbattibile. L’occasione è ghiotta e Mou non vorrà lasciarsi scappare l’occasione di allungare ulteriormente sulle rivali, che non saranno impegnate in campionato in questo week end. Ma una vittoria Blues costituirebbe un segnale di sfida chiaro alle dirette inseguitrici: venite a prenderci se ci riuscite.

Premier League 30esimo turno

sabato 08 marzo 2014

Ore 13.45

West Bromwich- Manchester United

Ore 16.00

Cardiff-Fulham
Crystal Palace-Southampton
Norwich-Stoke

Ore 18.30

Chelsea- Tottenham

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.