Lione-Chernomorets Odessa 1-0: magia di Lacazette e i francesi avanzano agli ottavi

LIONE CHERNOMORETS ODESSA . Ci sono voluti ottanta minuti per sbloccare il risultato ma al termine della sfida di ritorno contro l’ostico Chernomorets Odessa, il Lione si è qualificato per gli ottavi di finale grazie ad una rete di Lacazette che ha così risposto alla mancata convocazione da parte di Didier Deschamps per l’amichevole tra Francia e Olanda.

 

Dopo il risultato ad occhiali dell’andata, il Lione aveva un leggero vantaggio dovendo giocare in casa il return-match, tuttavia agli ucraini un pareggio con goal sarebbe bastato per eliminare la squadra di Garde. La prima occasione era di marca ospite con un colpo di testa di Gai che finiva a lato. La compagine francese appariva in difficoltà e, pur non rischiando nulla, non creava neppure un’occasione degna di nota nei primi quarantacinque minuti.

La ripresa si apriva subito con un pericolo per il Lione, salvato dal palo su un colpo di testa di Berger. Il primo tiro in porta degno di nota dei padroni di casa arrivava poco dopo, con Malbranque che provava invano a soprendere dal limite dell’area l’estremo difensore avversario. La partita era comunque avara di occasioni e trovava la svolta solamente ad un quarto d’ora dalla fine, quando il Chernomorets rimaneva in 10 per l’espulsione di Zubeyko. Quattro minuti dopo, infatti, Lacazette saltava due difensori in area di rigore e faceva partire un destro imparabile che non lasciava scampo a Past.

 

Nei restanti minuti, grazie alla superiorità numerica, il Lione amministrava bene il vantaggio, provando anche a pungere in contropiede. I tre minuti di recupero scorrevano senza particolari patemi d’animo e permettevano ai francesi di qualificarsi per gli ottavi di finale di Europa League, dove incontreranno il Viktoria Plzen che ha eliminato, a sorpresa, gli altri ucraini dello Shakthar Donetsk.

 

Lione-Chernomorets Odessa 1-0 (80′ Lacazette)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.