Siviglia-Valencia 0-0, Diego Alves è il protagonista indiscusso

Valencia, né tantomeno il Siviglia, possono aspirare alla Champions League; il match che ha chiuso il programma domenicale della 24esima giornata di Liga finisce 0-0 e conferma una volta di più che entrambe sono le squadre-delusione di questo campionato. Al Siviglia non è bastato giocare con un uomo in più praticamente per tutto il secondo tempo, vedersi quasi regalato un rigore (poi fallito da Rakitic, al terzo errore stagionale dal dischetto) e il fattore campo che, per la verità, si sta rivelando controproducente durante questa stagione. Poco hanno fatto anche gli uomini di Pizzi: l’allenatore argentino ha poi alzato una barricata in inferiorità numerica che almeno ha prodotto un punto. Ma nulla più.

Bello il primo tempo, con ritmo ma con attacchi confusionari da parte di entrambe le compagini. Il giovane Fede Cartabia e Rakitic i migliori in campo, male Reyes, fuori dal match e mai autore di uno spunto interessante. Ma è la seconda parte a regalare gli spunti più interessanti e far emergere definitivamente il peggiore in campo: l’arbitro  Álvarez Izquierdo. Il fischietto, contestatissimo a fine gara, ne combina di tutti i colori: rigore negato al Valencia per un fallo su Feghouli, espulsione molto dubbia di Ricardo Costa, rigore al Siviglia per un intervento di Bernat che di certo non poteva scomparire. E poi il fallo di mano in area di Ricardo Costa sanzionato con una punizione dal limite e le proteste dei padroni di casa per presunti interventi su Fazio e Cheryshev in area di rigore, nel finale. In mezzo poche occasioni chiare, se si esclude il già citato rigore sbagliato da Rakitic; o parato da Diego Alves che si conferma uno specialista assoluto (15 rigori parati su 31 in Spagna). Maluccio Bacca (limitato alla grande da Mathieu) che ha sprecato tra l’altro la miglior occasione attorno all’ora di gioco, negativa anche la prestazione di Vitolo. Si è visto pochissimo anche l’atteso Edu Vargas nelle fila ospiti, ma qui entra in gioco anche l’atteggiamento di Pizzi: espulso Costa, dentro Senderos e catenaccio sfacciato per racimolare uno 0-0. Con tanti saluti al quarto posto, distante ancora 12 punti.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1743 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.