Celta Vigo-Betis 4-2, ancora una sconfitta per i bianco-verdi di Siviglia

L’anticipo della Liga spagnola metteva di fronte due squadre in grossa difficoltà, Celta Vigo e Betis Siviglia. Le due formazioni praticano un calcio molto diverso: il Celta è sicuramente una squadra – seppur si trova nella parte bassa della classifica – che esprime un bel calcio esclusa le problematiche nel trovare la via del goal, mentre il Betis Siviglia in tutta la stagione ha faticato in tutte le zone del campo ma sopratutto nella fase difensiva visti i 47 goal subiti.
Come prevedibile la gara viene fatta fin dai primi minuti, dalla formazione di casa anche se fatica nel trovare l’ultimo passaggio; buono però il possesso palla del Celta. Il Betis dal canto suo – vista anche la classifica – cerca di chiudere gli spazi e ripartire in contropiede grazie anche al nuovo calciatore Leo Baptistao arrivato dall’Atletico Madrid. La fatica nel chiudere le azioni consente e alla formazione ospite di trovare il vantaggio: cross perfetto di Juanfran brutta uscita del portiere Ruben Castro con la porta spalancata appoggia in rete. Pochi minuti dopo in contropiede nuova occasione per il Betis, il tiro ancora del numero 24 Ruben Castro viene però bloccato a terra da Rodríguez Oterino. Il Celta Vigo nonostante questo piccolo periodo di difficoltà non si scompone e riprende il suo gioco e al minuto numero 23 raggiunge il pari: gran cross dalla destra di Rafinha palla sulla testa del cileno Orellana (ex Udinese) e palla in rete per l’1-1; piazzati male i due centrali del Betis alti ben 30 cm in più di Orellana si fanno anticipare di testa. Dopo il pari il Celta Vigo continua il suo piccolo show e passa altre due volte prima dell’intervallo: la seconda marcatura grazie alla grande azione del terzino Mallo, il numero 2 mette poi un bel cross per l’attaccante Charles che da buon opportunista di testa sigla il 2-1. Il terzo goal arriva invece dopo un brutto errore della formazione ospite, pallone regalato in area di rigore all’attaccante avversario Charles, il numero 9 è altruista e serve il compagno Orellana per il cileno arriva così la doppietta personale.

Nella ripresa prova una reazione la squadra di Calderon, la squadra di Siviglia sfiora il goal con la conclusione di Salva Sevilla fuori di poco. La squadra di Luis Enrique controlla bene la gara, con Borja Oubiña e Krohn-Dehli molto efficaci nella zona centrale del campo. Al minuto numero 61 arriva la prima chance per i padroni di casa nella ripresa, grande giocata ancora di Orellana l’esterno offensivo serve sul filo del fuorigioco il compagno Lopez, il numero 8 conclude sul fondo. Prima del termine della gara arrivano altri due goal – uno per parte – la gara si chiude infatti sul punteggio di 4-2 per il team di Luis Enrique; per il Celta il goal porta la firma di Nolito bravissimo nel girare in rete una palla sottoporta, a rendere la sconfitta meno amara al Betis è invece ancora Ruben Castro. Nel finale clamoroso errore per il 5-2 di Nolito, ben smarcato calcia malamente fuori. Punti importante per il Celta che voleva allontanarsi dalla zona retrocessione, diversa la situazione del Betis ultimo con soltanto 11 punti.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.