Superliga portoghese: Benfica-Maritimo 2-0, le Aguias conservano la liderança

SUPELIGA PORTOGHESE BENFICA-MARITIMO – Funziona tutto molto bene in casa di questo Benfica. Le Aguias superano il primo esame da prime della classe brillantemente, con un risultato che, alla luce di quanto emerso nei novanta minuti, va anche abbastanza stretto alla squadra di Jorge Jesus. Il Benfica dopo la vittoria col Porto sembra aver riacquisito la padronza di gioco e l’eleganza dei tempi migliori, costruisce occasioni a ripetizione, e, vecchio vizietto, ne spreca altrettante. Certo, questo Maritimo è un avversario da poco, ma il fatto che la squadra di casa conceda così poche occasioni per tutta la durata del match è un indice di attenzione confortante tanto quanto il risultato.

Il Benfica parte subito forte con occasioni a ripetizione e un possesso palla meticoloso ai limiti della stucchevolezza: prima Markovic, poi Lima sfiorano il vantaggio, il Maritimo ci prova con Heldon Ramos, sarà una delle pochissime occasioni della gara, ma la palla si perde sulla linea laterale. Il risultato si sblocca dopo poco: al 18′ Markovic prova a pescare sulla sinistra Rodrigo con un assist fotocopia di quello servitogli una settimana fa contro il Porto, la difesa del Maritimo sporca il pallone che però finisce sul binario del brasiliano che scaraventa in rete con un sinistro poderoso : è 1-0.

La reazione del Maritimo c’è ma si scontra con un centrocampo che, con questo Enzo Perèz in stato di grazia, è una vera e propria diga. La difesa è attenta, e, dopo un gol sbagliato da Markovic, alla prima occasione le Aguias raddoppiano approfittando della difesa avversaria scoperta: Rodrigo è imboccato tutto solo davanti a Josè Sà e fa 2-0 al 35′ minuto.

Nel secondo tempo il registro non cambia: il Benfica è totalmente padrone del gioco e si permette anche il lusso di numerose giocate spumeggianti che fanno divertire i tifosi. Il Maritimo “prova a provarci”, ma i suoi tentativi di riversarsi in avanti sono sterili e maldestri e concedono alle Aguias numerosi contopiedi facili. Al 54′ Rodrigo spara sull’esterno della rete dopo un’azione fin troppo accademica, e al 68′ un potente tiro di Lima è respinto in angolo. Il Benfica sciupa, ma vedere giocare l’undici di Jesus è un piacere. Al 77′ di nuovo grande opportunità con colpo di testa violento di Enzo Perèz, e solo tre minuti dopo è ancora Lima a provcarci, ma spara addosso al portiere del Maritimo.

Gli ospiti sono impotenti e il pressing del Benfica non si allenta sui “leoni” di Madera. La fine al Al Da Luz arriva tranquillamente, come alla chiusura di una lunga festa. La testa della classifica rimane a Lisbona, sponda Benfica e il popolo di Eusebio pare decisamente intenzionato a godersela a lungo.

BENFICA: Oblak,Maxi Pereira, Luisão, Garay, Siqueira, Feijsa, Gaitàn, Enzo Perèz (89’ Ivan Cavaleiro), Markovic, Lima, Rodrigo (73’ Amorim)

MARITIMO: Josè Sa, Luis Olìm, Igor Rossi, Jejè, João Diogo, Nuno Rocha, Weeks, Danilo Pereira, Heldon Ràmos (Fidelis 85’), Derley, Danilo Dias

TABELLINO: Rodrigo 18′, 35′ (BEN)

 

COPY CODE SNIPPET
About Alessio Dell'Anna 130 Articoli
Intrattenitore nel mondo della comunicazione con la passione per il calcio d'antan, è un solista dentro e fuori dal campo, che predica da numero 7 ma razzola da numero 9. Fra il 98' e il 2002 ha inscenato ben 824 repliche dei Mondiali di calcio nella sua cameretta, e ricerca oggi la magia del calcio di un tempo nei campionati con un debito pubblico pericolosamente oltre la soglia di guardia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.