Espanyol-Real Madrid 0-1, il Real non sbaglia e torna in corsa per il titolo

Il Real Madrid nella gara delle 19 faceva visita all’Espanyol, il team della capitale spagnola doveva vincere per recuperare punti sulle prime due della classifica che ieri sera hanno pareggiato 0-0. Il Real Madrid sapendo di far visita ad una squadra che in casa ha costruito gran parte della sua classifica – ha inoltre battuto anche l’Atletico Madrid di Simeone – si presenta con i titolari con Cristiano Ronaldo affiancato da Benzema, Bale e Di Maria.

Grande partenza dei padroni di casa vicini alla rete in due circostanze, prima su cross dalla destra di Torje sul pallone non arriva nessuno e la sfera viene recuperata dalla parte opposta dal terzino sinistro Fuentes il nuovo cross finisce sulla testa di Stuani che termina di poco fuori. Al ’10 altra grande azione del piccolo talento romeno – gran numero sulla fascia destra del campo – il suo cross viene però chiuso in calcio d’angolo dalla difesa del Madrid. Molto confusa la manovra degli ospiti con Cristiano Ronaldo che sbaglia un clamoroso goal – su assist di Benzema – davanti al portiere colpisce male il pallone. Passano pochi minuti e la partita si accende, prima è l’argentino Di Maria a chiamare al grande intervento Casilla sul contropiede successivo è invece il colombiano Cordoba a sfiorare il vantaggio per l’Espanyol. Primo lampo di CR7 al minuto numero 32, ci prova con un tiro da fuori molto potente non perfetto stilisticamente Casilla ma efficace. Il finale è tutto del Real che prende in mano la gara, ancora Cristiano Ronaldo a sfiora il vantaggio con una punizione dai 25 metri, l’estremo difensore dell’Espanyol interviene con i piedi per sventare la minaccia portata dal fuoriclasse portoghese. Ultimi due sussulti della squadra di Ancelotti sprecati clamorosamente da Di Maria – errore nel servire sotto porta i compagni – e da Bale, il gallese di testa non riesce a trovare il goal. La prima frazione nonostante l’ottimo spettacolo offerto dalle due squadre in campo si conclude senza reti, nei primi 20 minuti molto bene la formazione di casa, mentre i restanti 25 sono stati tutti di marca Merengues.

 

La ripresa si apre con la formazione ospite in avanti alla ricerca del vantaggio, che permeterebbe alla formazione della capitale spagnola di portarsi a soli tre punti dalla vetta occupata dalla coppia Barcellona e Atletico Madrid. Il Real Madrid sfiora il goal prima con Benzema – bloccato dalla difesa avversaria – e poi con il traversone di Marcelo sul quale però nessuno trova la deviazione dell”1-0. Il goal arriva al ’55 sugli sviluppi di una punizione: fallo commesso dal centrocampista offensivo Stuani, punizione battuta da Modric colpo di testa del difensore portoghese Pepe e Real avanti. Gli ospiti provano a chiudere la gara in contropiede, opportunità per Ronaldo – che su lancio della propria difesa si trova a tu per tu con il portiere ma calcio fuori – e Ramos su cross proveniente dalla fascia destra il suo colpo di testa viene però murato dalla difesa. Dopo 10 minuti pressione dell’Espanyol, la spinta della squadra di casa si esaurisce e le migliori occassioni sono ancora del Real: sfiora ancora la marcatura Cristiano Ronaldo dopo una grande giocata il portiere Casilla si supera deviando in angolo la sfera, nei minuti finali è Benzema ad essere fermato dall’estremo difensore avverario, ma ha del clamoroso l’errore di CR7 con il portiere a terra, il portoghese calcia fuori. Il Real Madrid ottiene quello che voleva – la vittoria – adesso la formazione di Ancelotti torna in corsa per la vittoria del titolo, mentre l’Espanyol rimane fermo a quota 22 punti nella parte centrale della classifica.

 

 

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.