Fulham – Sunderland 1-4: I Black Cats sono tornati?

PREMIER LEAGUE – Quella di oggi non è stata soltanto la prima vittoria per il Sunderland in trasferta dall’inizio della stagione, ma probabilmente è stata pure la più fondamentale tra tutte. Ad inizio primo tempo il Fulham parte subito all’attacco non riuscendo a trovare però lo specchio della porta, il Sunderland nei primi 20 minuti si ritrova a subire la manovra dei padroni di casa. Gli ospiti si fanno vedere nell’area avversaria con un tiro di Bardsley che però viene respinto e successivamente su punizione il colpo di testa di O’Shea finisce fuori. Al ’28 su calcio di punizione Adam Johnson insacca all’incrocio sulla destra e porta in vantaggio il Sunderland, ancora inconsapevole del fatto che questa sarà la sua giornata. Da questo momento è un assedio per i Black Cats, Borini manca un colpo di testa che viene respinto e termina in angolo. Al ’41 sempre su punizione di Johnson, Ki da rasoterra segna lo 0-2 e all’intervallo il Fulham si ritrova attonito e piuttosto demoralizzato per la grande prestazione finora degli avversari.

Nel secondo tempo i Cottagers sembrano essersi galvanizzati e al ’52 Sidwell su colpo di testa riapre i giochi e fa 1-2. Ma il Sunderland pare non mollare la presa e continua ad attaccare, Borini a fil di palo calcia fuori. Ci prova anche Fletcher su colpo di testa, ma termina a lato. Il Fulham si fa rivedere in area sempre con Sidwell ma manca lo specchio della porta. La difesa degli ospiti in questo frangente sembra essere un po’ in confusione, ma ci pensa Mannone a mantenere saldo il vantaggio con qualche intervento prodigioso. Al ’68 sul contropiede del Sunderland, sempre Johnson segna l’1-3 grazie ad un assist di Ki che ricambia il favore del goal precedente. Sicuramente Johnson merita il titolo di Man of the match permettendosi addirittura un colpo di tacco che Borini però non sfrutta. Nei restanti 12 minuti, il Fulham si butta tutto sulla trequarti del Sunderland senza però riuscire a concretizzare. Quando ormai manca poco al ’90, Altidore tutto solo in area viene steso e Mike Dean comanda il calcio di rigore per gli ospiti che Johnson realizza. 4-1 e hattrick di Johnson per l’appunto, tutto Craven Cottage gli attribuisce anche un applauso. Negli ultimi frangenti il Fulham ci prova ancora ma Mannone riesce a respuingere la palla sulla riga. Il Sunderland ha dimostrato di essere in una delle sue giornate di grazia e, con la sconfitta del Crystal Palace, lo raggiunge a 17 togliendosi momentaneamente dall’ultimo posto. Forse si è trattata della vera svolta della stagione per la squadra di Poyet. L’ardua sentenza alla prossima sfida contro il Southampton sabato prossimo.

Fulham (4-2-3-1): Stockdale; Riether, Senderos, Amorebieta, Riise; Parker, Sidwell; Duff (Dejagah ’68), Taarabt (Kasami ’63), Dempsey (Bent ’79); Berbatov

Sunderland (4-1-4-1): Mannone; Bardsley, O’Shea, Brown, Alonso; Cattermole; Borini (Larsson ’75), Ki, Colback, Johnson (Celustka ’87); Fletcher (Altidore ’66)

Goal: Johnson ’28 & ’68, Ki ’41, Sidwell ’52

Ammoniti: Sidwell, Riise, Parker; Bardsley, Colback, Johnson

Arbitro: Mike Dean

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.