Bundesliga: secondo stop per il Leverkusen, si accende la lotta salvezza.

Il girone di andata si chiude con numerosi risultati inaspettati, primo su tutti la sconfitta del Leverkusen contro il Werder Brema.

Werder Brema – Bayer Leverkusen

Il Werder vuole riscattare le ultime pessime prestazioni e tenta di farlo contro un Leverkusen che deve fare punti dopo lo stop con il Francoforte per non perdere il treno Bayern Monaco.
Il primo tempo è povero di occasioni con gli ospiti che fanno la partita senza riuscire però a superare un Wolf attento tra i pali che si supera soprattutto su un colpo di testa ravvicinato di Kiessling.
La ripresa vola sulla falsa riga del primo tempo con il Werder più coraggioso che si rende pericoloso nei primi minuti con Petersen, il suo tiro però sorvola di poco la traversa.
Il match sembra scivolare verso uno 0–0 poco emozionante quando al 75′ un contropiede ben orchestrato dai padroni di casa porta alla rete di Garcia.
Sulle ali dell’entusiasmo il Werder Brema esprime anche un ottimo gioco e al termine di una splendida azione Elia sciupa il possibile 2-0.
Il tempo scorre in fretta per le Aspirine che non riescono ad agguantare il pareggio e subiscono la seconda sconfitta consecutiva. Strada spianata per il Bayern Monaco?

Friburgo – Hannover 96

Il Friburgo viene da tre sconfitte consecutive e vuole concludere l’anno bene davanti al proprio pubblico,l’Hannover brama invece tre punti per allontanarsi dalla zona calda.
Il Friburgo sembra in giornata e nella prima frazione ipoteca già il risultato con la doppietta messa a segno dallo svizzero Mehemedi, sul secondo goal dubbia la sua posizione quando intercetta il tiro di Ginter.
La ripresa è un assedio con gli ospiti che tentano in tutti i modi di infilare Baumann ma ci riescono solo al 93′ con il giovane Bittencourt al suo secondo goal consecutivo.
Friburgo che torna a respirare e avvicina il Francoforte, per l’Hannover invece ennesima partita compromessa nella prima frazione come successo già con il Norimberga.

Amburgo – Mainz

Ad Amburgo va di scena un match emozionante tra due squadre che non trovano i tre punti da ben tre match.
I padroni di casa passano in vantaggio nella prima frazione con un tiro di Calhanoglu sporcato dai difensori nel tentativo di salvare la rete.
Negli spogliatoi Tuchel scuote i suoi che scendono in campo con un piglio ben diverso e trovano prima il pari con Okazaki che sfrutta una disattenzione di Djourou e poi il vantaggio con Nicolai Muller su assist dello stesso giapponese.
L’Amburgo subisce il colpo ma complice una disattenzione difensiva degli ospiti van der Vaart trova la rete del pareggio in mischia.
Il Mainz non smette di stupire e in pieno recupero ancora il bomber giapponese Okazaki mette a segno una rete importantissima che regala ai suoi tre punti fondamentali, l’Amburgo invece si avvicina pericolosamente alla zona retrocessione.

Eintracht Braunschweig – Hoffenheim

Il fanalino di coda ospita in casa l’Hoffenheim reduce dall’ottimo pareggio con il Borussia Dortmund.
L’Eintracht mostra subito la voglia di interrompere la striscia di sconfitte e si porta in vantaggio con Ademi ma la rete viene annullata per una sospetta posizione di fuorigioco dell’attaccante svizzero.
Alla mezz’ora l’episodio decisivo vistosa trattenuta in area di Sule e il direttore di gara assegna il calcio di rigore che Oehrl non sbaglia spiazzando Davari.
Nella ripresa l’Hoffenheim cerca disperatamente il goal del pareggio costruendo diverse potenziali occasioni, complice anche la superiorità numerica dovuta all’espulsione di Perthel per doppia ammonizione.
I neopromossi resistono però fino al triplice fischio e portano tre punti fondamentali in ottica salvezza.

17° turno:

Werder Brema – Bayer Leverkusen 1 – 0
Friburgo – Hannover 96 2 – 1
Amburgo – Mainz 2 – 3
Eintracht Braunschweig – Hoffenheim 1 – 0
Borussia Dortmund – Hertha Berlino 1 – 2

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.