Capital One Cup: ride Manchester, Londra piange

CAPITAL ONE CUP – Quarti di Capital One Cup che regalano grandissime sorprese. La prima è del Sunderland che elimina il Chelsea battendolo 2-1 dopo i supplementari. Allo Stadium of Light sono i Blues a passare in vantaggio con un autogol di Cattermole; sembra fatta, ma a due minuti dalla fine Borini porta la sfida ai supplementari, e al 119′, dopo due tempi tesi, è Ki che batte Schwarzer e regala le semifinali ai Black Cats.

Il Tottenham non vede la luce alla fine del tunnel e continua il suo momento no: sotto la guida del manager ad interim Tim Sherwood (clicca qui per saperne di più) gli Spurs dominano il primo tempo, ma non trovano il gol contro un West Ham coriaceo. Al 59′ però passano con un bel gol di Adebayor. Gli Hammers non si arrendono e con Jarvis e Maiga ribaltono il risultato ed espugnano nuovamente White Hart Lane.

Accedono alle semifinali anche le due di Manchester, entrambe impegnate in trasferta: il City supera 3-1 il Leicester con una super punizione di Kolarov e una doppietta di Dzeko (per le Foxes inutile la rete di Dyer), mentre lo United sconfigge 2-0 lo Stoke in un match segnato dalla pioggia, visto che l’incontro è stato sospeso per 15 minuti circa per le pessime condizioni del campo; in gol Ashley Young ed Evra
Le semifinali sono Sunderland-Manchester United e Manchester City-West Ham United

Sunderland-Chelsea 2-1 (d.t.s.)
Leicester City-Manchester City 1-3
Stoke City-Manchester United 0-2
Tottenham Hotspur-West Ham United 1-2

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.