Psv Eindhoven-Chornomorets Odessa 0-1: l’incubo olandese non ha fine, fuori dall’Europa League

Europa League Psv Chornomorets – Sarebbe dovuto essere essere il ritorno alla vittoria del Psv Eindhoven, la partita scaccia fantasmi per Philip Cocu. Sarebbe dovuto, appunto. Ma nulla di tutto questo è successo. Il Chornomorets aveva altri piani, vincere in Olanda e qualificarsi ai sedicesimi di finale, e alla fine grazie ad una prestazione maiuscola di squadra gli ucraini sono riusciti a punire i timori e le paure dei padroni di casa. L’inizio del Psv aveva fatto ben sperare i tifosi dello Philips Stadion. Maher, Hendrix e Narsingh infatti nel primo quarto di gara, hanno fatto correre non pochi brividi al portire ospite Bezetosny. Ma Antonov ci mette poco a mettere in difficoltà la scricchiolante difesa avversaria, infilandosi tra i due difensori centrali. Zoet, per fortuna degli olandesi, salva tutto. Passato lo scampato pericolo, il Psv continua ad attaccare, e alla mezzora si rende pericoloso con Locadia, che da buona posizione mette un tiro cross, troppo lungo però per Depay e troppo angolato per creare problemi al numero uno avversario.

Un giro di lancette e Gai ha l’occasione più ghiotta di tutto il primo tempo. Zoet è costretto ancora ad intervenire fuori dai pali sull’accorrente Antonov, ma dopo il rimpallo il pallone finisce sui piedi di Gai che ha porta sguarnita prova un improbabile cucchiaio che si spegne sopra la traversa. I ripetuti contropiedi degli ospiti spengono la foga agonistica dei padroni di casa. Il Psv si inizia a chiudere sempre più, concedendo troppo campo agli ucraini, che ad inizio ripresa, più precisamente al minuto 59, ne approfittano. Bobko trova con un ottimo pallone in area la testa di Dja Djedje, che con un colpo di testa imperioso sorprende Zoet realizzando la rete dello zero a uno. L’ incubo si materializza per i tifosi di casa. Gli uomini di Cocu non riescono a reagire. Nessuna azione manovrata ma solo ed unicamente palloni dell’ “Ave Maria” dentro l’area. Proprio da uno di questi, allo scadere, nasce l’occasione del pareggio per il Psv. Jorgensen fa la torre e serve un pallone splendido al neoentrato Toivonen, che però a porta vuota spedisce clamorosamente a lato. Non c’è più tempo. Dopo quattro minuti di recupero gli ucraini possono finalmente esplodere di gioia tra la disperazione dei tifosi olandesi presenti allo stadio. Cocu invece, è costretto a dire addio all’Europa League e forse, visti gli ulitmi risultati, anche alla panchina del Psv.

 

PSV (4-3-3): Zoet – Arias – Rekik – Jorgensen – Soomer – Maher – Hendrix – Hiljemark – Depay – Locadia – Narsingh

CH.ODESSA (4-3-3): Bezotosny – Zubeyko – Kovalcuk – Fontanello – Mineiro – Kovalchuk – Gai – Bobko – Riera – Antonov – Dja Djedje

 

COPY CODE SNIPPET
About Enxhi Fero 113 Articoli
Originario dell'Albania, studente universitario di 20 anni con tanti sogni nel cassetto. Grazie a TuttoCalcioEstero coltiva la sua passione verso il giornalismo sportivo. Oltre al calcio anche tanto basket.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.