Ligue 1: le due facce della Corsica. Landreau fa 602 ed il Bastia supera l’Evian, l’Ajaccio crolla a Bordeaux

BASTIA EVIAN . Il Bastia vince a domicilio contro l’Evian ma la notizia della giornata è il record stabilito dal suo portiere Mickael Landreau, giunto alla presenza numero 602 in Ligue 1, una in più del precedente detentore Jean-Luc Ettori che prima della partita odierna, in una sorta di passaggio di testimone, è sceso in campo sul terreno di Furiani per scaldare l’estremo difensore dei corsi. In avvio un’occasione per parte non serviva a far decollare la partita, poi nel finale di tempo Landreau era decisivo a due riprese su Sougou e Dja Djedje. Il secondo tempo, però, si apriva subito con la rete del vantaggio del Bastia: cross di Khazri, Angoula deviava e Krasic, di piatto sinistro, sbloccava il risultato. Al 69′ l’ex ala della Juventus andava vicino al raddoppio, con i difensori ospiti che intervenivano in extremis per fermarlo. Non succedeva più nulla fino ai minuti di recupero, con un palo colpito dal Bastia su una deviazione di Sabaly verso la propria porta su cross di Khazri che, poco più tardi, al 95′ realizzava comunque la rete del definitivo 2-0. I corsi potevano mettere così la ciliegina sulla torta nel giorno della festa di Landreau e presentarsi all’attesissimo derby infrasettimanale contro l’Ajaccio con ben 14 punti di vantaggio sui cugini.

 

BORDEAUX AJACCIO . Nel primo posticipo della domenica, la sfida tra Bordeaux ed Ajaccio si è conclusa con il rotondo successo dei girondini sulla compagine corsa. Divisi da dieci punti prima dell’incontro, le due squadre sono arrivate comunque alla gara con stati d’animo simili: da una parte l’Ajaccio, penultimo in classifica, dall’altro il Bordeaux uscito con poco onore dall’Europa League e pesantemente criticato dal suo stesso presidente. Nonostante il risultato, il divario non è stato così netto, con i padroni di casa che dopo il goal di Jussié all’8′ hanno smesso di giocare, venendo graziati dagli ospiti, mai veramente pericolosi nel primo tempo se escludiamo un colpo di testa di André al quarto d’ora. La gara si chiudeva nella ripresa nel giro di neppure venti minuti, esattamente tra il 50′ ed il 68′, quando il Bordeaux andava tre volte in rete. Prima Sertic, servito da Maurice-Belay, non lasciava scampo ad Ochoa quindi in contropiede era lo stesso Maurice-Belay a triplicare le marcature su cross di Obraniak. Infine, Sertic di testa, sentenziava la gara a ventidue minuti dal termine. Nel finale, il Bordeaux sprecava anche la palla del 5-0 che avrebbe spedito l’Ajaccio all’ultimo posto, dietro al Sochaux, per differenza reti.

 

Bastia – Evian 2 – 0 (49′ Krasic, 95′ Khazri)

Bordeaux – Ajaccio 4 – 0 (8′ Jussié, 50′  e 68′ Sertic, 56′ Maurice-Belay)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.