Borussia Dortmund-Stoccarda 6-1: Bvb regina della Bundesliga per una notte

BUNDESLIGA BORUSSIA DORTMUND STOCCARDA – Al Westfalenstadion va di scena il match inaugurale dell’undicesima giornata di Bundesliga che vede di fronte gli uomini di Klopp contro lo Stoccarda di Thomas Schneider.
Il Borussia Dortmund schiera la formazione tipo con il solo Subotic in panchina al suo posto Sokratis al fianco di Hummels; per celebrare la Südtribune i GialloNeri indossano una nuova divisa e i tifosi ringraziano a loro modo con il 33° tutto esaurito consecutivo con 80645 persone presenti.
La partita inizia con il solito possesso palla e tocchi di prima del Borussia che si rende pericoloso al 4′ dopo uno svarione della difesa dello Stoccarda e ancora con un gran tiro di Kuba che trova Ulreich pronto. Il calcio è strano e a passare in vantaggio sono gli ospiti con il tunisino Haggui che svetta di testa da calcio d’angolo e beffa Sahin appostato sul palo.
La banda dell’oro non si scompone e trova subito il pareggio con Papastathopoulos che trasforma con uno stacco imperioso un corner battuto da Reus. Quest’ultimo delizia il pubblico con tocchi di classe e, dopo un clamoroso liscio, ostinatamente recupera il pallone salta i difensori e infila il portiere avversario con un preciso sinistro.
Klopp incita i suoi a non sedersi sugli allori ma un errore Kevin Grosskreutz rischia di portare al pareggio gli ospiti ma Superman Weidenfeller, che festeggia oggi il suo 300° gettone in maglia BVB, salva tutto.
Lewandowski prova ad inventarsi un pallonetto dal limite dell’area ma il tentativo si spegne a lato di poco e sul finire del tempo episodio che farà discutere in area Borussia dove Werner cade dopo un contatto con Grosskreutz l’arbitro Meyer concede il penalty ma dopo un consulto con l’assistente restituisce il pallone al Borussia e il primo tempo si chiude sul 2-1.
La ripresa inizia con un ottimo Stoccarda che prova a rendersi pericoloso in zona Weidenfeller e un Borussia che è letale con le sue ripartenze ma un ottimo Haggui ferma in due occasioni uno scatenato Marco Reus. Un altro erroraccio di Grosskreutz porta Sokratis a spendere il giallo con un fallo al limite dell’aria su un Gentner lanciato a rete ma le magie di Reus non hanno fine e sul ribaltamento di fronte il golden boy serve di tacco un cioccolatino solo da scartare per Lewandowski che non sbaglia e nel giro di 30” segna anche il 4-1 dopo un’assist al bacio dell’armeno Mkhitaryan.
Dopo questo uno-due che taglia le gambe agli Svevi esce un monumentale Reus in vista della Champions League, entra Aubameyang e il BVB continua a rendersi pericoloso in diverse occasioni, pressa in maniera asfissiante gli avversari e dopo un’azione corale Lewandowski firma la personale tripletta con un facile tap-in dopo che il pallone si era infranto sull’incrocio dei pali sul tentativo del connazionale Blaszczykowski.
Aubameyang non ci sta a farsi sorpassare da Lewandowski nella classifica marcatori e accorcia le distanze mettendo a segno il sesto goal dopo un’azione fatta partire direttamente dal pluricentenario Weidenfeller.Il Borussia continua a spingere ma il match si conclude sul risultato tennistico di 6-1, numeri mostruosi per questa squadra, 31 goal fatti in Bundesliga, 18 negli ultimi quattro match in casa.
Ora testa alla Champions League e all’impegnativo match contro l’Arsenal; un quesito assilla i tifosi GialloNeri, com è possibile che un giocatore come Reus non sia nei 23 in lizza per il Pallone d’Oro?

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.