Barcellona-Real Madrid 2-1 – Le pagelle

BARCELLONA 

VICTOR VALDES – Raramente è stato determinante come stasera. Effettua tre interventi strappa applausi che tengono a galla i blaugrana nella fase centrale della ripresa, periodo nel quale gli uomini del “Tata” soffrono il maggior dinamismo del Real. Nel finale non è perfetto sulla conclusione di Jesé Rodriguez, ma la prova resta discreta. Salvatore della patria ( e chi l’avrebbe mai detto?) VOTO: 7

DANI ALVES – Scende che è un piacere sulla fascia destra, dove è agevolato da un Marcelo particolarmente negativo in fase difensiva. Dietro soffre solo a tratti Cristiano Ronaldo, che risulta più pericoloso quando agisce per vie centrali. Pendolino instancabile. VOTO: 6,5

PIQUE – Impreciso, poco attento in marcatura, si fa sfuggire Khedira alla fine del primo tempo. Il Real quando agisce per vie centrali fa male. Buon per lui che Victor Valdes è in serata di grazia. VOTO: 5

MASCHERANO- Come il compagno di reparto, con due variabili: meriterebbe mezzo punto in più per l’utilità in fase di costruzione, e mezzo in meno per il fallo da rigore commesso ai danni di CR7. La somma, quindi, è pari al voto comminato a Pique. Continua a giocare in difesa, ma non è il suo ruolo. Adattato. VOTO:  5

ADRIANO- Gara onesta senza grandi squilli. Bravo nel sostenere l’azione offensiva, grazie alla continue sovrapposizioni (specie nel primo tempo) sulla fascia sinistra. Dietro, soffre più del dovuto la velocità di Di Maria e, quando si presenta dalle sue parti, di Cristiano Ronaldo. Senza infamia e senza lode. VOTO: 6

BUSQUETS – Solito preziosissimo lavoro a livello tattico, abbinato ad una buona distribuzione del gioco.  Qualche errore in fase di non possesso, ma la serata resta assolutamente positiva. Lavoro oscuro di qualità.  VOTO: 6,5

XAVI – Parte piano, lasciando il palcoscenico ad un Iniesta ispiratissimo. Nella ripresa, quando il gioco inizia a farsi duro, sale in cattedra con alcune giocate delle sue. Mai banale con la palla fra i piedi. VOTO: 6,5

INIESTA – Il migliore in assoluto dei blagrana. Gioca una gara fenomenale: sempre nel vivo del gioco, rapido, non sbaglia un tocco ( forse uno sì, scusate) e si muove negli spazi stretti come nessun’altro al mondo. Ah, fornisce pure l’assist per il gol di Neymar. Spaziale. VOTO: 8   SUB —-> SONG – Gioca solo l’ultimo quarto d’ora, senza lasciare traccia alcuna. S.V.

MESSI – Male, molto male. Gioca buona parte del match partendo dall’esterno e non nel ruolo da lui prediletto di “finto nueve”, incidendo poco nell’economia del gioco blaugrana. Ogni tanto si accentra, ma i risultati restano sempre modesti. Spento. VOTO: 5

FABREGAS – Tatticamente è prezioso. E l’impegno di certo non manca. Qualcosina in più dal punto di vista qualitativo, però, era lecito attendersi. Sacrificato alla causa. VOTO: 5,5   SUB—-> SANCHEZ – Il Clasico gli fa bene. Entra negli ultimi venti minuti e segna un gol da cinetica. El golaço maravilla. VOTO: 7

NEYMAR – Segna, serve l’assist con cui Sanchez mette in cassaforte il Clasico, e manda al manicomio Carvajal per buona parte del match.  Serve altro? Determinante. VOTO: 7,5   SUB—> PEDRO – Entra per consentire a Neymar di ricevere la meritata ovazione del Nou Camp. S.V.

REAL MADRID 

DIEGO LOPEZ – Leggermente –  ma molto leggermente – colpevole sul gol di Sanchez, dove si fa cogliere un po’ troppo fuori dai pali. Incolpevole sul primo gol, ne evita almeno un paio. Si guadagna la pagnotta. VOTO: 6

CARVAJAL – Soffre maledettamente Neymar per quasi sessanta minuti, facendosi ripetutamente saltare dalle giocate del brasiliano. Meglio nella ripresa, quando si rende protagonista di qualche buona chiusura in fase difensiva. Davanti, invece, è totalmente inesistente. Frastornato. VOTO: 5

VARANE – Gioca una buona gara: il Barça, infatti, si rende pericoloso principalmente per vie esterne. Gioca pulito e in maniera sicura, anche se nel gol messo a segno da Sanchez si fa cogliere leggermente in ritardo. E’ giovane, ma gioca già con discreta autorità. Benzina verde. VOTO: 6,5

PEPE – E’ troppo nervoso. Ma non è certo una novità. Non commette grandi errori e da man forte al compagno di reparto francese. Sufficiente. VOTO: 6

MARCELO – Male in fase difensiva, dove soffre le scorribande di Dani Alves. Davanti non gioca come sa, anche se talvolta risulta prezioso con qualche sovrapposizione. Da lui, però, ci si attende di più. Negativo. VOTO: 5

SERGIO RAMOS – Viene inspiegabilmente impiegato da frangiflutti davanti alla difesa (ma perché lui e non Pepe  se si voleva schierare a tutti i costi un giocatore difensivo in mediana?) e gioca un match negativo sotto tutti i punti di vista: non fa filtro, non costruisce gioco, non fa nulla di nulla. Malissimo, anche se le colpe sono da condividere con chi, inspiegabilmente, l’ha proposto in quel ruolo. Inutile. VOTO: 4      SUB —>ILLRAMENDI- Entra in campo e, nonostante non sia al meglio a livello fisico, cambia il volto al gioco del Real. La sua presenza si fa sentire non solo in fase di costruzione, compito che da sempre svolge diligentemente, ma anche in rottura.  Equilibrio. VOTO: 6,5

MODRIC – Corre tanto, ma crea poco. A differenza del match di Champions, dove si fece apprezzare per il dinamismo e per il supporto dato in fase difensiva, non da man forte neppure al reparto arretrato. Meglio nella ripresa, ma il primo tempo del croato è stato deludente. Anche troppo. Trottolino ingolfato. VOTO: 5

KHEDIRA – Mezzo voto in meno per la palla-gol sciupata nel finale di partita, ma per il resto gioca una partita con i fiocchi risultando il migliore del centrocampo merengues: si sbatte, corre, lo trovi ovunque, è protagonista di due delle cinque palle-gol create dal Real grazie all’innata capacità di inserirsi nelle maglie avversarie. L’unico del Real che ha giocato bene entrambe le frazioni. Indomito. VOTO: 6,5

DI MARIA – Corre, si rende utile a livello tattico ma non incide nel match. Nel finale, fallisce una buona occasione da gol controllando male un pallone a tu per tu con Valdes.  VOTO: 5   SUB —> JESE’ RODRIGUEZ – Debutta nel Clasico e mette a segno il gol che riapre le fievoli speranze del Real. Il tutto in dieci minuti. Bene, bene. VOTO: 6,5

CRISTIANO RONALDO – Non è brillante come nelle ultime uscite, però gioca un match onesto. Gli viene negato un rigore solare e si vede respingere da Valdes un fendente di destro destinato ad insaccarsi sotto la traversa. Malissimo nel primo tempo, meglio nella ripresa. Sufficiente. VOTO: 6

BALE- Si fa notare nel primo tempo per due buone iniziative. Nella ripresa, gioca un quarto d’ora anonimo. Complessivamente, risulta ancora un corpo estraneo al gioco del Real, complice anche una condizione fisica piuttosto scadente. Rimandato. VOTO: 5,5    SUB—> BENZEMA – Erano giorni, mesi, anni, secoli e millenni, che non si vedeva un Benzema così volenteroso: rapido, scattante, disposto a muoversi su tutto il fronte d’attacco. Colpisce la traversa con un fantastico destro dai 20 metri, e mette in apprensione la difesa locale. Volenteroso a sorpresa. VOTO: 6,5

 

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.