Bayern Monaco – Viktoria Plzen 5-0: Puro relax per i campioni in carica. Viktoria schiantato.

Chi gioca a calcio sa che almeno una volta alla settimana, solitamente all’ultimo all’allenamento prima della partita, il mister di ogni squadra che si rispetti fa esercitare i propri giocatori a livello tattico, in modo che gli schemi imparati in allenamento siano impiantati direttamente nei meccanismi di gioco della squadra e vengano poi ripetuti in campo durante il match. Questo esercizio è anche detto undici contro a zero. Per chi non gioca a calcio questa è solo una metafora per far capire quello che quest’oggi il Bayern all’Allianz Arena ha attuato però contro il Viktoria Plzen, con i cechi primi spettatori dello show bavarese e incapaci di qualsiasi tentativo di reazione. Eppure quest’oggi Guardiola ha dovuto fare i conti con le assenze di Dante e Boateng in difesa sostituiti egregiamente da Contento e Van Buyten e con un Lahm in versione mediano. Al 5′ Toni Kroos fa capire subito che la serata a Monaco per il Viktoria non sarà semplice, con una conclusione pericolosa fermata dal portiere. Al 15′ Alaba va via a Limbersky con agilità, ma effettua un tiro sbilenco che termina a lato di molto. Al 25′ i padroni di casa passano grazie ad un rigore procurato da Robben e realizzato poi da Ribery. Poco dopo il Bayern ha la possibilità di realizzare il raddoppio con Van Buyten che su azione d’angolo stacca di testa con la palla che s’alza sopra la traversa. Al 37′ Alaba riesce a trovare il gol che manda lui e i suoi compagni con un risultato confortante agli spogliatoi, l’austriaco servito da Mandzukic è bravo a mettere in rete con un preciso tiro all’angolo sinistro.

La ripresa si apre come si era iniziata la gara. Toni Kross al 47′ si fa pericoloso con un tiro a giro da fuori che non va a buon fine. Al 61′ arriva il gol del 3a0 con una perla offerta al pubblico da Franck Ribery. Il giocatore francese ultima al meglio un azione manovrata del Bayern fa si che salti netto Cisovsky e scavalchi il portiere Kosacik con un tenero scavetto. Guardiola sostituisce Lahm con Gotze e l’ex Dortmund si mette subito in mostra servendo l’assist per Schweinsteiger che firma il 4a0. Il 5a0 arriva sul finale di gara e arriva con il gol  di Gotze, servito splendidamente da Arjen Robben. Puro relax per il Bayern che si gode la vetta del girone a punteggio pieno.

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.