Inghilterra-Montenegro 4-1: missione quasi compiuta, ma l’Ucraina resta a un punto

QUALIFICAZIONI MONDIALI INGHLTERRA MONTENEGRO – Il destino dell’Inghilterra è nelle sue mani, ma la gara con il Montenegro è di quelle da non prendere assolutamente sotto gamba. Gli ospiti si presentano a Wembley con Jovetic ma senza Vucinic. Problemi di organico anche per Hodgson, che si ritrova con le corsie difensive da inventare a causa dei forfait di Johnson e Cole. Walker e Baines in campo. Tutto esaurito a Londra, la partita è di vitale importanza e si capisce dall’avvio, a ritmi blandissimi e un ampia fase di studio. Sturridge dopo dieci minuti, va al tiro. Senza pretese. I montenegrini giocano molto abbottonati, Jojo isolato al quarto d’ora ci prova da fuori ma la sfera esce a lato. L’ex viola si comporta da leader e torna a dare una mano, non disdegnando qualche calcetto, serve deliziosamente Damjanovic ma il centrocampista del Seoul (un vero giramondo) viene pescato in offside.

Si comporta bene la retroguardia ospite, gli inglesi capiscono che è necessario aprire il fronte e il giro palla si fa più organico, con Sturridge che prova a mettere pepe. Il Montenegro riparte spesso e volentieri, intanto arrivano brutte notizie da Kiev dove l’Ucraina si è portata in avanti. Passano i minuti, Savic e compagni sbandano un paio di volte, Poleksic è bravo intorno alla mezz’ora sulla conclusione a giro di Gerrard. Ci riprova il capitano del Liverpool una manciata di minuti dopo ma il portiere è ancora attento. Ancora più pericolosi gli inglesi che vanno al tiro due volte in successione, Townsend va al tiro e Rooney defilato sulla respinta di Poleksic non trova lo specchio. La spinta si fa sempre più intensa, non è una grande Inghilterra anche se la voglia non manca e il forcing si fa rovente. Tanta pressione non si traduce in gol e si va al riposo a reti inviolate.

Il rientro in campo, a organici invariati, allontana gli spettri inglesi. Stavolta Rooney riesce a insaccare la respinta (un po’ fiacca) di Poleksic su Welbeck. Che sollievo per il pubblico di Wembley, ma guai a rilassarsi perché Jovetic di testa impegna Hart. Nel frattempo Hodgson può recriminare per un contatto in area, protagonista Sturridge, e si dispera per il giallo preso da Walker. Inglesi ora senza terzini destri in vita della Polonia. Ma c’è di nuovo da sorridere al minuto 62 Welbeck e Sturridge confezionano una bella azione sulla mancina, Boskovic interviene sul cross ma infila in rete. Jovetic si dimostra ancora vero capitano, va subito a consolare il compagno e va tremare la traversa di Hart con una grande bordata di destro. La gara si fa molto bella, con il Montenegro che si apre in cerca del pari, Gerrard butta alle ortiche la palla del 3-0, Poleksic lo nega a Welbeck. Gli uomini di Hodgson legittimano il vantaggio, il portiere montenegrino è protagonista ma non è solo. Al 70esimo si manifesta il fantasma Damjanović, in gol anche all’andata, la sua deviazione riapre la partita proprio nel momento in cui gli inglesi erano in totale controllo. Gli uomini di Hodgson continuano ad attaccare, ma gli attaccanti invece di sferrare il colpo del ko si lasciano andare a giocate leziose fuori luogo. Concretissimo invece Andros Townsend, ottima la sua gara, gran gol da fuori area. Gli esordienti di Hodgson si comportano bene, il 22enne del Tottenham ha iniziato in grande stile. Le cose si mettono ancora meglio in pieno recupero, Voljov stende Sturridge, l’attaccante del Liverpool trasforma e serve il poker. Risultato meritato, soprattutto alla luce di quanto visto nel secondo tempo. Manca un passettino per i Mondiali, non ci andrà (quasi) sicuramente il Montenegro.

Inghilterra a 19 punti, nel prossimo turno la nazionale dei Tre Leoni se la vedrà con la Polonia, battuta di misura dall’Ucraina. Un successo importante per i gialloblù, in seconda posizione nel girone a un solo punto dalla vetta. E’ ancora Yarmolenko a sistemare le cose, l’attaccante della Dinamo Kiev firma la gara al minuto 64. Nel prossimo incontro gli ucraini andranno a far visita a San Marino, che in Moldova ha incassato tre reti.

GRUPPO H
Classifica (tutte le squadre hanno giocato nove partite): Inghilterra 19, Ucrainda 18, Montenegro 15, Polonia 13, Moldova 11, San Marino 0

18.00 Moldavia-San Marino 3-0: 55′ Frunza, 59′ e 89′ Sidorenco
20.00 Ucraina-Polonia 1-0: 64′ Yarmolenko
21.00 Inghilterra-Montenegro: 4-1: 49′ Rooney(I), 62’Boskovic (aut. M), 71’Damjanovic , 78′ Townsend, 90′ Sturridge

PROSSIMO TURNO (15 ottobre): Inghilterra-Polonia, Montenegro-Moldova, San Marino-Ucraina

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.