Europa League, Gruppo K: Tottenham batte l’Anzhi e si conferma in testa, pareggio fra Tromso e Sheriff Tiraspol

Il Girone K metteva di fronte le favorite del gruppo Anzhi e Tottenham, mentre l’altra gara vedeva sfidarsi Tromso e Sheriff Tiraspol. In Russia ha la meglio la formazione inglese – come da pronostico – che passa grazie al risultato di 2-0 , decidono le reti firmate dal solito Defoe e dal calciatore arrivato dal Twente nel mercato estivo Chadli. In Norvegia invece il punteggio finale è di 1-1 in una gara molto combattuta tra due squadre che sul campo si sono equivalse.

Anzhi-Tottenham 0-2

La formazione inglese guidata da Villas Boas si presenta in Russia con qualche sorpresa di formazione, compaiono infatti fra gli undici titolari il bomber di coppa Defoe al posto dello spagnolo Soldado cambi anche a centrocampo dove scendono in campo dal primo minuto l’ex Roma Lamela e Lewis Holby al posto del danese Eriksen impiegato nell’ultima gara di campionato contro il Chelsea. Dall’altra parte invece l’Anzhi – in grossa difficoltà in campionato – presenta una formazione ben diversa rispetto da quella che avrebbe potuto schierare qualche mese fa, e dove gli unici calciatori di spessore rimasti sono rappresentati dal centrocampista brasiliano Jucilei e dall’attaccante Lacina Traore che però parte dalla panchina. L’avvio a differenza di quanto si potesse pensare è di marca Anzhi che riesce a tenere bene il possesso di palla e mettere in difficoltà la formazione inglese, con Solomatin che si fa pericoloso in due cirostanze nella seconda è ben contenuto dal difensore centrale romeno Chiriches. Il Tottenham al quarto d’ora riesce a prendere le misure ai padroni di casa, e costruisce una bella palla goal con Walker che cerca Defoe ma l’attaccante inglese è fermato dalla difesa russa. Gli ospiti sfruttano bene le fasce con il talento di Chadli e la classe di Erik Lamela, ma i loro cross sono preda della linea difensiva che riesce bene a contenere Defoe e gli inserimenti di Holby. Quest’ultimo è stato sicuramente il migliore della formazione inglese – sempre nel vivo del gioco e non ha sbagliato un passaggio – proprio il suo assist permette al Tottenham di sbloccare il match al minuto numero 34: Lewis Holby riceve palla sulla trequarti avversaria e trova uno splendido corridoio per Defoe che controlla il pallone e batte l’estremo difensore avversaria Pomazan; alla prima vera incursione nell’area di rigore avversaria gli Spurs hanno punito la formazione russa che fino a quel momento aveva difeso abbastanza bene non permettendo alla formazione inglese di controllare palloni all’interno della propria area. Il goal subito manda in confusione l’Anzhi che viene punito ancora nel finale del primo tempo: questa volta ad andare in rete è Chadli che viene servito dal cross perfetto di Walker. Il primo tempo si chiude sul punteggio di 2-0 per il Tottenham, vantaggio tutto sommato meritato sopratutto per i 10 minuti finali della prima frazione.

Gadzhi Gadzhiev, allenatore dell’Anzhi, prova a dare una svolta al match con i cambi inserisce ad inizio primo tempo il miglior attaccante della sua rosa Lacina Traore al posto di Abdulavov. Il copione della gara però non cambia è ancora il Tottenham a farsi pericoloso con la conclusione di Chadli ben servito da Lamela, forse il peggiore della formazione inglese nella prima parte di gara. La manovra dell’Anzhi è prevedibile – palla lunga alla ricerca della testa di Lacina Traore – ben controllato però dai centrali della formazione inglese. Al minuto numero 70 lo scontro fra Kaboul e Solomatin costringe Villas Boas al cambio, al posto del centrale entra il capitano Dawson. Nella ripresa apparte gli ingressi in campo di Erikesen e Sigurdsson rispettivamente per Holtby e Lamela, non succede molto e la gara si conclude sul punteggio di 2-0, Tottenham che sale così a quota 6 punti resta invece fermo a 1 l’Anzhi.
Tromso-Sheriff Tiraspol 1-1

L’altra gara del girone termina in parità, risultato che sorride alla formazione moldava, con 2 punti momentaneamente si porta al secondo posto del girone che vale la qualificazione. La partita mostra una buona gara della formazione norvegese – seppur in campionato occupa la 14° posizione con soli 25 punti in altrettante gare – il goal del Tromso arriva nella ripresa con l’attaccante classe 1988 della Repubblica Ceca Ondrasek, pochi minuti dopo la formazione ospite rimane in 10 uomini per l’espulsione inflitta dal direttore di gara al difensore spagnolo Melli. I norvegesi a questo punto si sentono sicuri della vittoria e nel finale di gara subiscono il pari della formazione moldava che mette il pallone in rete con Ricardinho che sfrutta l’assist di Balima.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.