Europa League, Gruppo G: Genk in testa, il Rapid acciuffa la Dinamo allo scadere

EUROPA LEAGUE GRUPPO G – Una gara dalle due facce quella di Vienna, dopo una fase interlocutoria la Dinamo Kiev di gol alla mezz’ora di gol ne fa addirittura due. Yarmolenko apre le danze con un sinistro secco su assist dalla fascia, il raddoppio è da attribuire a tutta la difesa del Rapid che si fa una bella dormita. Partita già in naftalina? Macché, la reazione austriaca c’è e si fa sentire. Burgstaller riapre la gara realizzando al volo, prosegue il forcing e il finale regala ancora emozioni. Trimmel di testa infila in rete la palla del 2-2. Primo punticino in Europa League per gli austriaci, stessa cosa per il club ucraino. Entrambe le squadre non ottengono particolari benefici da questo pareggio.

A casa del Genk si incontrano invece le due squadre in vetta al raggruppamento, hanno la meglio i belgi che si impongono per due reti a una sul Thun. Di Gorius e Vosse, entrambe nella ripresa, le reti che consentono alla squadra di casa di portarsi avanti. Martinez accorcia le distanze, ma il suo gol arriva in pieno recupero ed è troppo tardi per il Thun, che resta fermo a quota tre punti.

EUROPA LEAGUE, GRUPPO G, RISULTATI SECONDA GIORNATA

Genk-Thun 2-1: 55′ Gorius, 63′ Vossen, 93′ Martinez (T)
Rapid Vienna-Dinamo Kiev 2-2: 30′ Yarmolenko, 34′ aut.Dibon, 53′ Burgstaller (R), 93′ Trimmel (R)

EUROPA LEAGUE, GRUPPO I, CLASSIFICA

Genk 6, Thun 3, Dinamo Kiev 1, Rapid Vienna 1

PROSSIMO TURNO (24 ottobre)

Genk-Rapid Vienna, Dinamo Kiev-Thun

 

COPY CODE SNIPPET
About Paolo Bardelli 2030 Articoli
Nato ad Arezzo nei meravigliosi anni '80, si innamora prestissimo del calcio e non avendo piedi fini decide di scriverlo. Ha lavorato nella redazione del Guerin Sportivo e per tre anni cura la rubrica "Dalla A alla Z". Numerose collaborazioni nel corso degli anni con testate tra le quali tuttomercatoweb.com, ilsussidiario.net e il mensile Calcio 2000. Nel 2012 insieme ad Alfonso Alfano crea tuttocalcioestero.it. E ne è molto orgoglioso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.