Europa League, Girone F: tris esterno dell’Eintracht Francoforte, il Bordeaux crolla in casa

Inizia a delinearsi dopo solo due giornate la classifica del gruppo F. L’Eintracht Francoforte si impone facilmente in casa dell’Apoel Nicosia e vola a quota 6, seguita dal sorprendente Maccabi Tel Aviv (4) che espugna il terreno di un Bordeaux sempre più allo sfascio. Al terzo posto, restano dunque i ciprioti (1), davanti ai francesi (o).

 

APOEL EINTRACHT . Facile vittoria per l’Eintracht Francoforte che espugna Nicosia e resta a punteggio pieno con ben cinque lunghezze di vantaggio sullo stesso Apoel, terzo in classifica, dopo sole due giornate. Avvio di marca tedesca, quindi la gara si riequilibrava sul piano del gioco prima che alla metà del primo tempo una sfortunata autorete di Alexandrou portasse in vantaggio gli ospiti. Il finale di tempo vedeva i ciprioti cercare invano la rete del pareggio e le due squadre andavano dunque al riposo sul risultato di 0-1. Nella ripresa, l’Eintracht impiegava solamente un quarto d’ora per chiudere virutalmente l’incontro con una bella azione collettiva finalizzata da Lakic. Il tris giungeva al 67′ con la difesa dell’Apoel che si attardava nelle proteste per un calcio di punizione e veniva beffata da Jung. Non c’era pià storia tra i ventidue in campo e la partita si spegneva lentamente verso il triplice fischio finale.

 

Apoel Nicosia – Eintracht Francoforte 0 – 3 (27′ aut. Alexandrou, 60′ Lakic, 67 Jung)

 

BORDEAUX MACCABI . E’ sempre più notte fonda per il Bordeaux che, dopo lo 0-3 subito a Francoforte, viene sconfitto in casa dal Maccabi Tel Aviv. Gl israeiliani si impongono con il minimo sforzo, approfittando di una difesa girondina completamente allo sbando e dell’eccessivo turn-over adottato dal tecnico francese. Dopo un primo tempo soporifero, le reti giungevano tutte nella ripresa. Il secondo tempo si apriva, infatti, con il vantaggio dei francesi: cross di Rolan e colpo di testa decisivo di Jussié. La reazione ospite non si faceva attendere, ma Olimpa chiudeva lo specchio della porta a Zahavi. Il Bordeaux iniziava progressivamente ad arretrare il proprio baricentro e a venti minuti dalla fine veniva punito da Itzhaki che, sul filo del fuorigioco, metteva in rete un invitante assist di Prica. Sulle ali dell’entusiasmo, il Maccabi raddoppiava con Micha, lasciato insiegabilmente libero dalla difesa girondina. Il risultato non cambiava più e mentre gli israeiliani salivano al secondo posto, il Bordeaux restava tristemente a quota zero.

 

Bordeaux – Maccabi Tel Aviv 1 – 2 (48′ Jussié, 70′ Itzhaki, 79′ Micha)

COPY CODE SNIPPET
About Mattia Rossi 767 Articoli
Ligure, classe 1985, da diverso tempo seguo il calcio francese. Per questioni geografiche e culturali, non potevo far altro che appassionami all'AS Monaco, benchè mi piaccia seguire anche le altre competizioni nazionali (sia professionistiche che amatoriali), in particolar modo la magica Coppa di Francia.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.