Ligue 1: Lilla e Marsiglia vincono e si piazzano nella parte alta della classifica

Vittorie importanti per il Lilla e per il Marsiglia che nell’anticipo della settima giornata di Ligue 1 battono rispettivamente Evian e Saint Etienne.
Al Pierre Mauroy la squadra di Renè Girard fa di un sol boccone un Evian apparso veramente non all’altezza. Al 6′ gli uomini di casa vanno vicinissimi al vantaggio con l’ex Roma e Palermo Simon Kjaer che coglie, su azione d’angolo, una clamorosa traversa di testa. Poco più tardi il Lilla è in vantaggio. Assist di Balmont e realizzazione di Kalou, dimostratosi ancora una volta il vero trascinatore della squadra. L’Evian non reagisce e i padroni di casa ne approfittano subito. Al 22′ un tiro rasoterra di Balmont diventa una trappola per il portiere ospite Hansen che causa un clmoroso autogol portando lo svantaggio dei suoi a due reti a zero. Nella ripresa arriverà anche il gol del definitivo 3a0 siglato da Rodelin. Seconda vittoria consecutiva per il Losc dopo quella ottenuta contro il Sochaux che li porta a 13 punti al di sotto solo di Marsiglia e Monaco.
Proprio il Marsiglia oggi si apprestava al big match contro il Saint Etienne, le squadre infatti hanno sino adesso disputato un ottimo campionato e sono divise solo da due punti. Il Marsiglia regola la pratica nel giro di 4′. La fascia destra è il fattore in più in questa gara con un Valbuena in versione super. Proprio dai suoi piedi al 22′ parte il cross che trova pronto Mendy che ribadisce in rete con un tiro sporco che inganna il portiere. I Verts cercano di rispondere maal 26′ ancora dalla fascia destra, sta volta con Fanni, parte il cross per l’accorrente Imbula che di piatto sinistro mette in rete. Al 32′ gli ospiti guadagnano un rigore che verrà realizzato da Ghoulam, vecchia fiamma di mercato del Torino. Il gol del terzino non permette però di recuperare lo svantaggio ed il Marsiglia si piazza al primo posto aspettando il turno di domani del Monaco col Bastia.

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.