Rayo Vallecano-Barcellona 0-4, Messi resta a secco ma ci pensa un triplo Pedro

Arsenal Barcellona Calciomercato

RAYO VALLECANO BARCELLONA. Quinta vittoria di fila in campionato, resta a punteggio pieno, per il Barcellona del “Tata” Martino: 4-0 a Vallecas contro il Rayo Vallecano, squadra contro cui i blaugrana non perdono punti ormai dal lontano 2002. A decidere Pedro, tripletta, e il gol nel finale di Fabregas, ma a far sorridere i tifosi culé è l’ennesima gran prestazione di Valdes e la crescita costante di Neymar. Messi, anche senza gol, ancora decisivo.

Martino lascia Busquets a casa, in panchina vanno Dani Alves (debutto stagionale di Montoya), Iniesta (Song a centrocampo) e Sanchez. Jemez rinuncia a Larrivey per un 4-3-3 con Bueno da “falso nueve”. L’inizio è tutto del Rayo, trascinato da Mejica che sulla sinistra crea subito due pericoli: su un cross del colombiano arriva il colpo di testa di Perea, sventato dal “felino” Valdes. Messi carbura, prima è anticipato sul più bello da Arbilla poi offre un bell’assist, sprecato, a Neymar. Il Rayo sfiora il vantaggio con un clamoroso retropassaggio, finito di poco a lato, di Montoya, i madrileni corrono come ossessi e pressano anche oltre il centrocampo. Appena calano un po’, però, arriva il vantaggio ospite: è il 33′ quando Messi offre un pallone d’oro a Pedro che piazza e realizza da posizione angolata. Dopo tre minuti il Rayo ha subito l’occasione per il pari: giusto il rigore decretato per un fallo ingenuo di Adriano su Trashorras. Proprio il centrocampista si lascia ipnotizzare da Valdes che continua nel suo straordinario momento di forma. Al 45′ il Barcellona, con un pizzico di fatica, è avanti 1-0.

L’inizio ripresa chiude subito i giochi: dopo meno di due minuti Fabregas si invola sulla destra e piazza in mezzo dove Pedro, solo e a porta vuota, insacca il 2-0. Jemez prova la carta Larrivey, ma la partita è ormai andata. Neymar e Messi si divertono e si cercano, il brasiliano colpisce anche uno sfortunato palo interno dopo una bella azione personale. L’ex Santos, al 72′, si dimostra anche altruista quando regala a Pedro, ancora a porta vuota, il pallone del 3-0. Fabregas, con la difesa del Rayo (in particolare Galvez), in panne chiude il conto al 79′ con una conclusione a fil di palo. Finisce 4-0, punizione forse eccessiva per i padroni di casa: Barcellona solo in testa in attesa dell’Atletico Madrid, in campo proprio adesso a Valladolid.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.