Europa League, Gruppo K: Il Tottenham è una schiacciasassi. L’Anzhi non trova i tre punti in Moldavia.

Tottenham protagonista sin da subito e prosegue il buon cammino disputato sino adesso in Europa League. Al White Hart Lane i norvegesi del Tromso sono poca cosa per gli Spurs, troppa differenza in campo a livello tecnico e tattico. I londinesi ci mettono 20′ per passare in vantaggio, serve un gran gol di Defoe per sbloccare la gara ma serve soprattutto una gran palla di Erik Lamela. L’ex Roma sfrutta al meglio i minuti impiegati in Europa e con un bel tocco di prima manda Defoe in porta. Quest’ultimo è bravo a scavalcare il portiere con un bel tocco sotto. Li in mezzo al campo l’alchimia tra Holtby e Lamela manda in confusione i norvegesi e cinque minuti più tardi arriva il 2a0. Ancora Defoe, ancora una palla in filtrante ma stavolta è Holtby a servirla. L’attaccante inglese è bravo a incrociare di sinistro e superare il portiere avversario. Sul finale di gara c’è gloria anche per Eriksen. Gol fantastico del neo acquisto del Tottenham che con una gran botta a giro toglie la ragnatela dall’incrocio sinistro. Imparabile per il portiere.
Nell’altra sfida del girone l’Anzhi, ex squadra del camerunense E’too, non va oltre lo 0a0 in Moldavia contro lo Sheriff. Odil Ahmedov su punizione spaventa i tifosi di casa. Poco dopo Abdulvov di testa va vicino al go ma l’Anzhi non riesce a trovare il gol. Rete che non arriva neanche nella ripresa nonostante le occasioni. Al 50′ Burmistrov da posizione defilata cerca il gol ma il portiere moldavo è bravo a respingere. Il nubifragio che si abbatte allo Sheriff Stadium non è d’aiuto ai russi che sul finale di gara rischiano di perdere quando da calcio d’angolo Henrique da due passi sbatte sul muro della difesa russa.

COPY CODE SNIPPET
About Nicola Chessa 433 Articoli
Nato a Siniscola, in provincia di Nuoro, in una notte d'ottobre del 1993, sin da quando è un bambino si appassiona al calcio. Raggiunta la maturità in terra sarda, decide di spostarsi a Milano per star vicino al suo grande amore, l'Inter.
Contact: Twitter

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.