Qualificazioni mondiali, zona Uefa: Olanda e Italia in Brasile, Germania quasi. Out Slovacchia e Irlanda

QUALIFICAZIONI MONDIALI UEFA. L’Italia e l’Olanda sono le prime due nazionali europee a qualificarsi per i Mondiali in Brasile del 2014. Gli azzurri ribaltano a Torino lo svantaggio contro la Repubblica Ceca (leggi qui la cronaca) e vantano ora sette punti di vantaggio sulla Bulgaria seconda (2-1 a Malta), gli oranje con una doppietta di Van Persie espugnano Andorra col minimo sforzo. Nei gruppi B e D occhi adesso sulla lotta per il secondo posto che potrà garantire i playoff: un punto dietro la Bulgaria c’è adesso la Danimarca che infila la seconda vittoria di fila in Armenia grazie a un rigore di Daniel Agger e mette fine ai sogni della nazionale dell’est. A seguire l’Olanda c’è, invece, nuovamente l’Ungheria: i magiari riscattano la sconfitta di tre giorni fa in Romania travolgendo 5-1 l’Estonia in casa e approfittano della sconfitta dei “cugini” balcanici che si arrendono in casa alla Turchia. Proprio la nazionale di Terim si rilancia alla grande, portandosi a un solo punto dai play-off: inimmaginabile fino a un mese fa.

Un gol lampo (26 secondi) di Ibrahimovic permette alla Svezia di vincere in Kazakistan e mantenere tre punti di vantaggio sull’Austria che, nel finale, batte 1-0 l’Irlanda con rete di Alaba eliminando così la nazionale di Trapattoni. In testa al gruppo C resta ovviamente la Germania che passeggia (3-0) nelle Far Oer e potrà chiudere il discorso qualificazione in casa proprio contro l’Eire.
L’unico tecnico italiano che sorride è Capello che, con la sua Russia, batte 3-1 Israele (leggi qui la cronaca) e si lancia nuovamente al primo posto del Gruppo F scavalcando il Portogallo: ai russi basterà fare il pieno nelle ultime due trasferte in Lussemburgo e Azerbaijan, impresa di certo non impossibile.

Finisce invece il sogno di De Biasi e dell’Albania: la sconfitta, con rimonta subita, in Islanda relega i balcanici al quinto posto del girone: la seconda piazza, occupata ora proprio dai nordici, dista solo tre punti, ma a due giornate dal termine è impensabile scavalcare tre squadre. In vetta al Gruppo E resta la Svizzera che riscatta lo scellerato 4-4 interno contro l’Islanda vincendo 2-0 in Norvegia, trascinata dalla doppietta di Schar.
Riscatto anche della Bosnia che ricambia il favore alla Slovacchia e, grazie all’1-2 di Bratislava, estromette la nazionale di Hamsik (in rete) dal Mondiale. La Bosnia si giocherà il primato del girone con la Grecia che ha piegato 1-0 la Lettonia ad Atene grazie al gol di Salpingidis.
Nel Gruppo I la Francia si assicura il secondo posto (la prima piazza sarà della Spagna che chiuderà il discorso con le ultime due gare interne contro Bielorussia e Georgia) vincendo 4-2 in Bielorussia (in gol anche Pogba): Deschamps può respirare dopo un lungo periodo senza vittorie.

Leadership conquistata per l’Inghilterra, ma il gruppo H resta apertissimo a qualsiasi soluzione: la nazionale di Hodgson conquista un punto preziosissimo in Ucraina (0-0) e vanta ora un punticino di vantaggio proprio sugli ex sovietici e sul Montenegro, tre sulla Polonia (5-1 a San Marino). Le quattro squadre si scontreranno nel prossimo, incredibile turno: Inghilterra-Montenegro, Ucraina-Polonia. Un finale di girone incredibile.

CLICCA QUI PER RISULTATI, CLASSIFICHE E HIGHLIGHTS 

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.