Liverpool, Carragher: “Troppi stranieri in Premier League”

LIVERPOOL CARRAGHER PREMIER LEAGUE – L’ex giocatore del Liverpool Jaime Carragher ha parlato del livello tecnico della Premier League e del calcio inglese in generale. Il 35enne ex centrocampista dei Reds (ora ritiratosi dal calcio giocato) ha sempre militato nel Liverpool (tranne una breve apparizione nelle giovanili dell’Everton) squadra con cui ha vinto la Champions League nel 2005 nella storica finale di Istanbul contro il Milan ed ha giocato nella nazionale dei Tre Leoni dal 1999 al 2010. Carragher ha focalizzato il suo discorso sulla difficoltà dei giovani calciatori inglesi ad emergere a causa anche del fatto che in Inghilterra i club preferiscono importare i talenti stranieri. Il difensore ha appunto dichiarato: “L’acquisto di giocatori stranieri dovrebbe essere finalizzato a migliorare non solo i tasso tecnico di una squadra ma anche quello dei giocatori inglesi. Ho giocato con Sami Hyypia , Xabi Alonso e Fernando Torres che sono grandi giocatori e che hanno migliorato il Liverpool e i giocatori inglesi dei Reds così come Mesut Ozil e Santi Cazorla aiuteranno Jack Wilshere a crescere dal punto di vista tecnico-tattico. Ma gli stranieri sono troppi in Premier League, le squadre inglesi preferiscono andare sul sicuro acquistando giocatori dall’estero evitando di scommettere su un giovane magari cresciuto nelle giovanili”. La teoria di Carragher è confermata anche dal fatto che l’Inghilterra under-20 e quella under-21 hanno rimediato solo brutte figure nei tornei che le vedevano impegnate quest’estate. L’ex calciatore ha successivamente sottolineato il fatto che i convocati delle squadre juniores della nazionale saranno poi i giocatori che giocheranno in quella maggiore tra qualche anno. Carragher ha infine concluso: “Sarebbe necessaria una regola che bilanciasse l’acquisto dei giocatori stranieri con l’innesto dei giovani atleti nostrani”.

COPY CODE SNIPPET

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.