Real Madrid, rivivi la presentazione di Bale!

REAL MADRID BALE PRESENTAZIONE. Il gran giorno è arrivato. Come nelle previsioni, Daniel Levy – presidente del Tottenham – ha tenuto sulle spine fino all’ultimo giorno di mercato, per poi cedere: Gareth Bale oggi sarà presentato come nuovo calciatore del Real Madrid. Il gallese è arrivato ieri notte nella capitale spagnola e stamattina, alle 9.30, ha sostenuto le visite mediche all’ Hospital Sanitas La Moraleja. Inutile dire che gli esami hanno avuto esito “soddisfacente”, così come sottolineato dal club. Bale, uscito dalla struttura medica, si è così recato allo stadio Santiago Bernabeu dove, alle 13, verrà presentato nel palco d’onore, quello riservato dal Real ai grandissimi colpi di mercato. TCE seguirà l’evento in diretta scritta, a partire dalle 12.55!

Gareth Bale Officially Unveiled At Real Madrid

12.57. Tantissima gente al Bernabeu: attesi 25-30mila appassionati per assistere alla prima volta di Bale nel mitico stadio del Real
13.03. Ambiente bellissimo a Madrid, giornata di sole spettacolare nella capitale spagnola
13.07. Primo anello pieno, la gente comincia a riversarsi in tribuna. Alla presentazione di Bale ci saranno più spettatori che in 7 delle 10 partite disputate nell’ultima giornata di Liga.
Gareth Bale Officially Unveiled At Real Madrid
13.15. Tutto pronto per l’ingresso del nuovo fuoriclasse del Real Madrid.
13.17. Gareth Bale, elegantissimo, è entrato nel Santiago Bernabeu. Folla in delirio, l’asso gallese è seduto in tribuna d’onore.

13.18. Prende la parola Florentino Perez, presidente del Real Madrid: “Grazie a tutti per essere qui, in questo bellissimo posto che è il Bernabeu. Qui si è scritta gran parte della leggenda del Real Madrid, una storia lunga 108 anni. La nostra storia è caratterizzata da coraggio, rispetto: qualità che ogni nostro giocatore sa di dover offrire al club. Prima voglio ricordare però Isidro Sanchez, giocatore che è stato con noi negli anni ’60, e padre di un altro nostro calciatore, Quique Sanchez Flores. Il mio affetto va ora alla sua famiglia”.

BTJ7OPrIQAAQT79

13.21. Prosegue Perez: “Oggi presentiamo un calciatore eccezionale: l’anno scorso è stato eletto miglior giocatore della Premier League. Giovane, con grandissima qualità, e con l’attenzione rivolta completamente allo sport. Sono state trattative dure, approfitto per ringraziare anche il Tottenham per aver permesso quest’acquisto. Alla fine, però, Gareth Bale è qui. Voglio anche ricordare che è stata decisiva la voglia di Gareth Bale, che realizza il suo sogno da bambino. Noi, club e tifosi, pretendiamo tanto ma ti daremo tanto, saremo sempre al tuo lato. I nostri tifosi si aspettano tanto da te, e so che tu vuoi dimostrare quanto tieni a questa maglia”.

13.24. “Le sfide di questo club vanno anche oltre le vittorie. Farai parte di una grande storia, quella del miglior club del secolo XX, dove sono passati alcuni tra i più grandi calciatori di sempre. A partire da oggi, questo è il tuo stadio, questa la tua maglia, questo il tuo stemma, questa la tua tifoseria. Questa è casa tua, e della tua famiglia. Benvenuto al Real Madrid!”

13.26. Ed ora tocca a Bale, emozionatissimo, in inglese: “E’ incredibile essere qui, è un sogno che diventa realtà. Voglio aiutare i miei compagni a vincere la decima Champions League”. Prova poi a parlare in spagnolo: “Ciao a tutti, per me è un sogno essere qui. Grazie per questa meravigliosa accoglienza. HALA MADRID!”.

13.28. Foto di rito con Perez e con la maglietta numero 11.

Gareth Bale Officially Unveiled At Real Madrid

13.30. Anche la famiglia sale sul palco. Foto con sorrisi a 32 denti per tutti, comprese le due piccole figlie.

13.31. Il Bernabeu, intanto, dedica cori a Iker Casillas.

13.32. Bale sta per scendere ora nel terreno di gioco. Dovrebbe però prima cambiarsi.

13.34. Si attende ora l’ingresso in campo di Bale. Anche il secondo anello si sta riempendo.

13.42. Pronto, nel tunnel degli spogliatoi: Bale entra vestito da giocatore del Real Madrid!

FBL-ESP-GBR-REALMADRID-BALE

13.43. Palleggi e foto di rito, Bale non smette di sorridere. Davvero coinvolgente la felicità del gallese.

13.44. Bale comincia a lanciare al pubblico i 48 palloni sparsi sul terreno di gioco del Bernabeu.

BTKB2U6IQAAkRZv

13.46. Bernabeu ai piedi di Gareth Bale.

13.49. Simpatico siparietto: Bale “segna” i primi gol con la maglia del Real Madrid, nelle porte del Bernabeu ovviamente sguarnite.

13.50. Non poteva mancare il bacio allo stemma del Real Madrid.

13.51. I baci, adesso, non si contano più. Il Bernabeu invoca il suo nome.

BTJ-R2iCYAAUa1l

13.53. Foto con la famiglia (genitori, moglie, figlie e fratello) anche al centro del campo di gioco.

13.54. Prima del rientro negli spogliatoi, Perez prende sotto braccio Bale per un’ultima foto.

13.55. Bel dettaglio sulla maglia del Real Madrid indossata da Bale: è impressa la data di oggi, 2 settembre 2013

13.57. Bale si sta dirigendo verso la sala stampa. Perez, intanto, gli presenta tutta la giunta direttiva del club.

14.03. Ci saranno circa 200 giornalisti alla prima conferenza stampa di Bale.

14.23. In sala stampa si aspetta l’arrivo del gallese.

14.36. Bale entra in sala stampa, accompagnato da Butragueno che gli dà il benvenuto.

14.38. “Non ho mai temuto di non poter venire qui al Real, per me è un sogno. Non ho pressione, vengo qui per giocare al calcio, al massimo delle mie possibilità”.

14.39. “Sì, ho sempre seguito la Liga e sempre mi è piaciuto il Real Madrid. A nove anni avevo già una maglia del Real Madrid”.

14.40. “Le ultime settimane sono state difficili, so che per i miei ex tifosi è difficile capire tutto questo. Ma non si può rifiutare il Real Madrid”.

14.41. “Sì, ho già parlato con Ancelotti, anche se per poco. Spero di essere subito utile al gruppo, voglio vincere tutto quello che si può col Real”.

14.42. “Credo di essere in forma, mi sono allenato in questi mesi. L’impegno con la nazionale mi aiuterà ancora di più ad entrare in firma”.

14.43. “Ronaldo? E’ il migliore al mondo, è stato un fattore importante nella mia scelta di venire qui a Madrid”.

14.44. “La mia trattativa col club è stata assolutamente normale, mi sono sentito da subito desiderato”.

14.44. “Tutti sanno dei problemi che ho avuto nelle ultime settimane, quando ho saputo che il Real mi voleva ho sempre desiderato di arrivare qui”.

14.44. “Cento milioni di euro? Non mi riguarda, è qualcosa che resta tra i club. Avrei dato il 100% al club anche se fossi costato un centesimo”.

14.45. “La presentazione davanti a tutti questi tifosi è stata incredibile”.

14.46. “Le punizioni? Ronaldo ha precedenza….io voglio solo migliorare e apprendere tanto, anche da lui”.

14.47. “Sì, conosco Gento, è una leggenda di questo club con le 6 Coppe dei Campioni vinte. Ho il suo stesso numero, 11, è un onore per me. Spero davvero di poter aiutare il club a vincere la decima Champions”.

14.48. “Il rapporto con Levy? E’ una persona dura, è stato un periodo lungo quello che ha preso per chiudere la cessione. Ma gli sono grato per avermi permesso di essere qui”.

14.49. “Non devo aiutare Cristiano Ronaldo, lui è già il migliore. Sono in un grande campionato con grandi giocatori, per me è un sogno”.

14.50. “Sono in buona forma, forse mi mancano minuti delle gambe. Ma la nazionale mi aiuterà a raggiungere la miglior forma, anche in vista dell’impegno a Villarreal”.

14.51. “So di non avere il posto assicurato, d’altronde cerco di migliorarmi giorno dopo giorno. Ho le possibilità, qui, di diventare un giocatore ancora più forte”.

14.52. “La mia posizione ideale? Mi piace giocare dappertutto, non ho preferenze. La scorsa stagione ho giocato sia a destra che sinistra, darò comunque sempre il 100%”.

14.53. “Sì, voglio vincere tutto come il Real Madrid. Sono cresciuto guardando il Madrid delle 3 Champions, è stato un motivo importante per la mia scelta”.

14.54. “Ho parlato con Modric della città, mi ha raccomandato di venire qui. Ho cominciato a studiare anche lo spagnolo. Credo sia importantissimo apprendere la lingua e la cultura, è un’esperienza importante per me”.

14.55. “E’ stato difficile dire addio al Tottenham, ho vissuto sei anni bellissimi, con momenti belli e brutti. L’anno scorso ho avuto un gran rapporto col manager, spero che quest’anno riescano a raggiungere la qualificazione in Champions League”.

14.56. “Non sono io a stabilire il mio prezzo, nessun giocatore lo farebbe. Lo decidono i club”.

14.57. “I miei primi ricordi del Real Madrid? I gol nelle finali di Champions, ero piccolo ma ho qualche ricordo”.

14.58. “No, Giggs non ha provato a convincermi ad andare al Manchester United. Sono sempre stato deciso, volevo il Real e ora sono qui”.

14.58. Termina qui la conferenza stampa. Ultime foto, poi Bale saluterà il Bernabeu.

COPY CODE SNIPPET
About Alfonso Alfano 1738 Articoli
Sono Alfonso Alfano, 32 anni, della provincia di Salerno ma da anni vivo in Spagna, a Madrid. Appassionato di sport (calcio, tennis, basket e motori in particolare), di tecnologia, divoratore di libri, adoro scrivere e cimentarmi in nuove avventure. Conto su svariate e importanti esperienze sul Web.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.